Categorie
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 111 p.
  • EAN: 9788806173005
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    And the Oscar goes to ....

    15/02/2016 11.47.06

    Altro libro che ha un po' deluso le mie aspettative.

  • User Icon

    Federica

    10/07/2014 11.55.05

    Riconosco il valore letterario dell'opera, ma...come dire, non è riuscito a coinvolgermi. Non è di quelle storie in cui i personaggi ti vengono in mente durante la giornata, nelle pause dalla lettura del libro. Poi Ginia mi fa venire una tristezza incredibile, forse più di Amelia...

  • User Icon

    Alessandra

    03/05/2014 18.57.14

    Bel libro e di facile lettura, straordinariamente moderno, se si pensa all'epoca in cui è stato scritto. Consigliatissimo...

  • User Icon

    Anna

    13/12/2011 14.59.16

    Capolavoro intramontabile di uno dei periodi più riusciti della nostra letteratura

  • User Icon

    Salvatore Palma

    12/09/2011 08.21.27

    Sostanzialmente senza trama, inesorabilmente lento, interminabile da leggere! Seppur trattati con sobrietà e senza volgarità alcuna, gli argomenti di cui si narra nei tre racconti sono solo sesso, prostituzione, suicidi (riusciti o solo tentati), alcool e droga tra i giovani degli anni Quaranta in un ambiente che è un misto di sregolatezza, raffinatezza e crisi di identità. Decisamente una lettura da evitare per non annoiarsi!!!

  • User Icon

    kiara

    18/03/2010 09.47.00

    un libro bellissimo.Semplice,intenso,attualissimo....l'ho adorato(e letto in 1 giorno)...

  • User Icon

    Cristiano

    28/07/2008 11.27.57

    La grandezza di Cesare Pavese viene confermata ancora una volta da questo splendido libro, intenso e affascinante. Tutto il male di vivere, i timori, le incomprensioni e le angosce emergono con grande maestria da queste pagine che risultano avvincenti dall'inizio alla fine. Da leggere!!!

  • User Icon

    Ludovica

    27/12/2006 09.49.46

    Il mio amore per Pavese si è confermato leggendo questo libro. Le ansie, le paure, la vita, la morte, il male ed il bene, che ogni adolescente nella media è costretto a combattere o ad affrontare, sono raccolte in questo libro. l'idea della vita di Pavese è facilmente comprensibile nelle ulttime righe del libro, dove la protagonista Ginia si affida ad Amelia, nel cui personaggio è racchiuso il male e la morte. il mio commento su questo libro è più che positivo e lo consiglio a chiunque voglia avere a che fare con il Pavese tanto amato e tanto odiato da noi giovani.

  • User Icon

    brittys_

    14/10/2006 15.49.45

    Ho potuto apprezzare questo libro grazie al nostro professore di italiano che ci ha quasi "obbligati" ad acquistarlo.Inizialmente non ero molto d'accordo con il punto di vista dell'autore,ma rileggendolo una seconda volta sono stata capace di apprezzare tutti i suoi dettagli e il profondo significato che esso contiene....è davvero un testo di valore da leggere attentamente.Lo consiglio soprattutto a coloro che ancora devono aprire bene gli occhi ed accettare una simile realtà...

  • User Icon

    nickcarraway

    15/09/2006 12.15.41

    Ricordo che una mia insegnante del liceo disse che Pavese si apprezza dai vent'anni in avanti. Affrontai "La bella estate" intorno ai quindici anni e mi lasciò poco. Riletta ora la storia di Ginia ha tutto un altro significato. Da scoprire o riscoprire.

  • User Icon

    love

    12/06/2006 19.54.55

    un testo giovane ma come al solito profondo e ricco di realtà e ricchezza interiore..non è il pavese maturo ma è un libro che arricchisce la mente e l'anima

  • User Icon

    ladybrett

    02/02/2006 17.07.09

    ogni parola ha un potere espansivo enorme, e la storia si gonfia dentro per la sua prorompente realtà. la vergogna, il pudore violato, esperienza inevitabile di ciascun essere. e il tratteggio dei caratteri è poesia. se non lo si è letto, si è perso qualcosa di fondamentale.

  • User Icon

    omar lastrucci

    30/08/2005 00.14.27

    un racconto sconvolgente,anche per un ragazzo di ventitre anni come me.Un libro che ogni giovane donna dovrebbe leggere,per diffidare di tanti diavoli dalle sembianze d'angelo.Questo,badate,non è il punto di vista di un moralista.Ma Ginia,dolce e sfortunata adolescente in una Torino del dopoguerra insieme magica e tetra,non merita davvero il suo destino,la sua umiliazione.Non voglio svelare la trama,tra l'altro avvincente,voglio solo dire che innamorarsi di un uomo è una cosa,umiliarsi e rendersi un fantoccio nelle sue mani è un'altra.Molte adolescenti,in una società con pochi freni come la nostra,si innamorano e si danno senza un motivo vero,per curiosità ma non per amore.Naturalmente ho vissuto indirettamente questa esperienza,ma ho visto e sentito quanto basta per rendermi conto di quel che scrivo.Ma,purtroppo,con la verginità non si perde anche l'innocenza,essa rimane.E allora si rivorrebbe indietro ciò che ormai è perduto. Questo capolavoro non è tanto una novella quanto una vera e propria parabola,un monito a tutte le ragazze che sono vicine a questo passo. "Storia di una verginità che si difende"Disse del racconto Pavese stesso.Infatti,per fare questo passo occorre provare un vero amore per il partner,discinto da mode,tendenze e curiosità.é questa l'essenza del racconto,oltre a quella di far diffidare dei falsi consiglieri.Buona lettura.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione