Belli e dannati di Gus Van Sant - DVD

Belli e dannati

My Own Private Idaho

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: My Own Private Idaho
Regia: Gus Van Sant
Paese: Stati Uniti
Anno: 1991
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 56 liste dei desideri

€ 16,24

Venduto e spedito da MASSIVE MUSIC STORE

Solo 1 prodotto disponibile

+ 6,99 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Mike è un narcolettico alla ricerca della madre, Scott ha scelto il marciapiede per ribellarsi al padre ricco e potente. Insieme amano, si drogano e si prostituiscono viaggiando senza una meta precisa, dall'Oregon a Seattle, dall'Idaho all'Italia. In questo girovagare Scott si innamora di una ragazza italiana a trova la forza di cambiare mentre per Mike la vita di strada continua.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,33
di 5
Totale 3
5
1
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Silvia

    25/05/2020 11:05:20

    Stile interessantissimo, "anarchico" e frammentario. Particolarmente tragico di sicuro per la tremenda fine di River Phoenix, che in questo film sembra aver riversato molto di sé stesso (soprattutto nella straziante scena del falò) regalando una grandissima interpretazione che mi ha molto ricordato James Dean, altro attore prematuramente scomparso. Ottima interpretazione anche quella di Keanu Reeves, che nella sua vanità e nel suo "tradimento" finale si oppone bene al tormentato Mike, sia per i background diversi dei due ragazzi sia per il diverso legame con la propria famiglia. Un'opera a tratti non facile da digerire, sia per i temi trattati sia per le scelte stilistiche talora atipiche, ma che si guarda con un po' di concentrazione

  • User Icon

    Chimera

    03/05/2019 22:20:20

    Trama interessante,ottima la direzione della fotografia,belle le location,un intensa storia omosex con un tragico fine,un viaggio interiore alla ricerca della verità interiore che possa portare a vivere un'esistenza diversa,quasi un lungo viaggio iniziatico.

  • User Icon

    saverio fabio

    03/03/2010 16:29:09

    per parlare del film bisogna partire dalla fine, da quei titoli di coda coloratissimi e quasi interminabili che riassumono lo spirito del film: sottofondo musicale dolcemente anarchico e non ossessivo, didascalia che è un atto d'amore ("have a nice day") con tanto di dedica ("happy birthday, lorenzo"), e quella scritta rassicurante "the end" che sa tanto di cinema di una volta, che adesso non si usa più. l'impressione che si ricava dal film è di uno stile senza uno stile preciso, cioè gli attori recitano sè stessi e non dei personaggi predefiniti dalla finzione, sono buttati sul palcoscenico e sulla strada x inscenare drammi, angosce e tenerezze privati, personali, non x far immedesimare lo spettatore come vuole il cinema tradizionale. se copione c'è, ed è chiaro che c'è, è x far venire a galla l'interiorità dei personaggi, non x uno scambio di battute x quanto profondo: il regista realizza così una sorta di documentario dell'anima, non di una realtà sociale (la comunità omosessuale). la casa, i palazzi e la strada sono lo scenario naturale di queste anime maledette alla ricerca della propria salvezza/benedizione, che sta forse in un passato oscuro da decifrare (il padre e la madre da ritrovare). anime che si cercano, si sfiorano e si toccano prima di perdersi definitivamente nel mondo dei ricordi o dell'identità paterna

1991 - Mostra d'arte cinematografica di Venezia - Miglior attore (Coppa Volpi) - River Phoenix

  • Produzione: Warner Home Video, 2011
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 96 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Spagnolo (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Danese; Finlandese; Italiano; Norvegese; Portoghese; Spagnolo; Svedese; Tedesco
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • River Phoenix Cover

    Nome d'arte di R. Jude Bottom, attore statunitense. Prima della morte causata da overdose, costruisce una carriera che lo indica come una delle più promettenti star della sua generazione. Dopo gli esordi televisivi e il film Explorers (1985) di J. Dante, mostra tutto il suo talento in Stand By Me - Ricordo di un'estate (1986) di R. Reiner. Seguono Mosquito Coast (1986) di P. Weir, Vivere in fuga (1988) di S. Lumet e altri film minori, finché nel 1991 ottiene il ruolo che lo consacra a nuova icona del cinema americano: è il prostituto narcolettico in Belli e dannati di G. Van Sant, in cui unisce al suo fascino ambiguo una carica maudit e un carisma assoluto. La sua ultima interpretazione è in I signori della truffa (1992) di A. Robinson. Approfondisci
  • Keanu Reeves Cover

    Propr. K. Charles R., attore canadese. Attore dallo sguardo imperscrutabile, dimostra un solido talento interpretando una sorprendente varietà di ruoli, come il simpatico Parenti, amici e tanti guai (1989) di R. Howard, il maledetto Belli e dannati (1991) di G. Van Sant o il sereno Piccolo Buddha (1993) di B. Bertolucci. Apparentemente destinato a interpretare ruoli di adolescenti problematici, presto si dimostra credibile in pellicole in costume come Le relazioni pericolose (1988) di S. Frears, Dracula di Bram Stoker (1992) di F.F. Coppola o Molto rumore per nulla (1993) di K. Branagh. Parallelamente interpreta alcuni originali film d’azione come Point Break (1991) di K. Bigelow e Speed (1994) di J. De Bont. Con il ruolo di Neo in Matrix (1999) e nei due sequel di A. e L. Wachowski, dove... Approfondisci
  • James Russo Cover

    Attore statunitense. Cresciuto sui palcoscenici di off-Broadway, esordisce al cinema in Fuori di testa (1982) di A. Heckerling e nel 1984 brilla nei ruoli minori di C'era una volta in America di S. Leone e Cotton Club di F.F. Coppola. Caratterista di grande intensità recitativa, mostra tutto il suo energico talento quando, da protagonista, interpreta personaggi sopra le righe: Oltre ogni limite (1986) di R.M. Young sottolinea la sua energia scenica mentre la regia di A. Ferrara lo esalta in China Girl (1987) e soprattutto in Occhi di serpente (1993). Dopo alcuni anni di appannamento ritrova ruoli interessanti in Donnie Brasco (1997) di M. Newell e La nona porta (1999) di R. Polanski. Approfondisci
Note legali