Traduttore: V. Latronico
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 7 aprile 2004
Pagine: 143 p., Rilegato
  • EAN: 9788845211041
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Usato su Libraccio.it - € 7,02
Descrizione
Chicago anni Trenta. In un fumoso locale dove suona un musicista nero di blues, il boss Al Capone arriva a sfidare il più grande giocatore di biliardo in circolazione rimanendone sconfitto, il chitarrista John Lee Hooker ne trarrà un importante insegnamento. New York anni Sessanta. Il sassofonista Max Coleman viene picchiato selvaggiamente da un boss del contrabbando locale, al termine di una notte d'amore con la donna del boss, non essendo riuscito a trattenerla e avendo così perso l'occasione della sua vita, decide di smettere di bere e di suonare per sempre. Las Vegas anni Ottanta. Willcox, professionista del poker sfida con il suo partner un pericoloso mafioso, vinceranno con un decisivo bluff, ma Willcox deciderà di non giocare mai più.

€ 7,02

€ 13,00

7 punti Premium

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ella

    07/03/2006 12:20:48

    Questa raccolta appartiene alla categoria di "Amazone", non a quella di "Neve"... In entrambe le categorie c'è un personaggio che persegue ad ogni costo un obiettivo, ma nella trilogia dei colori c'è poesia, qui, purtroppo, no.

  • User Icon

    matteo7

    17/02/2005 13:47:28

    divertente... dei tre racconti il secondo è il migliore..il modo con cui descrive la cantante è davvero originale

  • User Icon

    Albys

    12/11/2004 20:51:54

    l'ambientazione e la copertina mi hanno incuriosito e stimolato, e l'ho letto. In sostanza sono tre racconti, ambientati nel mondo del Blues anni '30, del Jazz e del Poker. Fra fumosi bar e biscazzieri, Al Capone e futuri musicisti famosi, giocatori senza scrupoli e ricchi annoiati, Fermine ci tiene compagnia per un paio di ore in modo leggero ma tutto sommato accettabile. Si intuisce quasi tutto fin dall'inizio, la qualità della prosa si assesta su livelli dignitosi e nulla più (pensavo meglio), ma in qualche modo le pagine scorrono via leggere e con interesse. Quel che mi aspettavo (o speravo) era una qual certa interessante metafora sulla vita, un messaggio. Invece qui Fermine delude, tutto è appena abbozzato e poco alla fine rimane. Mi chiedo se abbia senso vendere a 13 euro un libretto di 140 pagine scritte grandi. Un vero furto perpetrato tramite una inutile copertina rigida, quando il libro stesso è un tascabile e nulla più. Infine, c'è da chiedersi quanti scrittori italiani misconosciuti potrebbero essere lanciati al posto di questi stranieri onesti operai della letteratura. L'editoria italiana forse si merita i pochi libri che vende.

  • User Icon

    Marius P.

    15/10/2004 15:49:25

    Il peggiore dei libri di Fermine; Neve è lontano anni-luce e continua ad incantare da alte, e purtroppo, mai più raggiunte vette. [secondo i miei calcoli il prossimo libro avrà circa 120 pagine, sarà ispirato al colore verde ed uscirà in contemporanea ad un cofanetto che raccoglie i precedenti] M.P.

  • User Icon

    fly

    24/05/2004 18:03:12

    L'ho trovato un bel libro. Storie semplici, ma ben narrate. Con quell'irresistibile gusto del raccontare.

  • User Icon

    Gaute da Suta

    11/05/2004 12:03:44

    Storie semplici, ma che hanno dentro un po' di magia. Una piccola nota negativa per il prezzo: 10 centesimi a pagina è un po' troppo.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione