Traduttore: G. Granato
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2001
In commercio dal: 23/10/2001
Pagine: 274 p.
  • EAN: 9788806160678

€ 7,02

€ 8,26

Risparmi € 1,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:

€ 4,46

€ 8,26

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    liliana valle

    15/07/2013 16:32:58

    L'unico noir di questo libro sta nel titolo.Noioso e inconcludente.

  • User Icon

    Italo Marinelli

    30/10/2003 22:30:18

    Pessimo. Buona l'idea, noioso e prolisso lo svolgimento. Come si fa a presentare libri così involuti in maniera entusiastica? Mai fidarsi delle quarte di copertina e di recensori dai facili entusiasmi.Dopo aver letto questo libro ho cominciato ad odiare la rabdomanzia.

  • User Icon

    Maurizio Crispi

    25/03/2002 18:57:08

    Il libro mi è sembrato interessante, perchè il riferimento alla bestia che infesta la brughiera e che uccide gli animali delle fattorie è secondo me la metafora di un'ossessione interiore di cui Ethan Gray è l'incarnazione. Ho avuto la sensazione che, nel corso della vicenda, il piano narrativo si vada spostando da quello reale a uno sempre più metafisico ... il passaggio a questo secondo livello ben più eteroeo è reso possibile dall'altro singolare persanaggio della storia Chloe Fortune, ecoguerriera e rabdomante, che utilizza il suo potere psichico in una particolare declinazione della rabdomanzia, intesa come scienza paranormale, che è quella della ricerca di "oggetti mentali". Capisco che la storia possa non piacere, in quanto non vi è lieto fine, ma soltanto la conclusione per Chloe Fortune di un percorso interiore tormentato, che probabilmente le consentirà di vivere altre storie. L'altra parabola che si evidenzia dal testo è che in natura non vi sono realtà "bestie" feroci e che la vera bestia è quella che può iniziare ad agitarsi dentro di noi alimentata dalle nostre personali paure ed ossessioni.

  • User Icon

    Luca

    12/02/2002 09:35:44

    Un libro strampalato che non mi ha per niente convinto! non so perchè l'abbiano confrontato al "mastino dei baskerville"...i personaggi sono improbabili e gli excursus sulla rabdomanzia sono di una noia epica per un romanzo di 270pp!

  • User Icon

    salvatore romano

    12/12/2001 08:54:42

    Non aspettatevi una storia a tinte forti né tantomeno un horror (la misteriosa bestia del titolo uccide solo pecore); è semmai una storia d'atmosfera centrata sulle relazioni tra i vari personaggi, tutti tipi di "diversi" e "marginali" trattati con una certa efficace partecipazione.Non male neanche le descrizioni dei luoghi. La conclusione, estremamente vaga (almeno, per me) accenna solo una possibile soluzione del mistero. Scritto in maniera discreta, scorrevole, ma sicuramente alla fine lascia una sensazione di poca consistenza: un libro "peso piuma", insomma. Certo non imperdibile.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione