Categorie

Melissa Hill

Traduttore: A. Ricci
Editore: Rizzoli
Collana: Rizzoli best
Anno edizione: 2012
Pagine: 412 p. , Rilegato
  • EAN: 9788817061001

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Manuela

    10/09/2015 16.43.50

    Mi è piaciuto, però il finale è stato un pò troppo affrettato, il voto aumenterà se l'autrice deciderà di scrivere un seguito, allora sì che andrà bene. Un'altra cosa che mi ha deluso è che non si è parlato dei genitori naturali di Holly, io pensavo che li trovasse, anzi, mi ero convinta che la sua madre naturale fosse Carole. Io spero in un seguito in cui Melissa Hill ci racconti gli sviluppi della storia tra Holly e Greg e anche di un eventuale incontro tra Holly e i suoi genitori naturali.

  • User Icon

    Michela

    09/02/2015 11.56.50

    Non sono assolutamente d'accordo con le recensioni negative riguardo questo romanzo!!Si è vero non si tratta di certo di un capolavoro ma è pur sempre un romanzo rosa senza tante pretese,con una storia ricca di colpi di scena e dove la realtà si sposa molto con la fantasia!!Chi come me è un inguaribile romantica,sognatrice ad occhi aperti apprezzerà sicuramente questo libro....tutto il resto è noia!unica pecca per la quale non do il massimo dei voti é il finale un po troppo Affrettato,sarebbero bastate 30pag in più con l'epilogo della storia!

  • User Icon

    Sara

    13/10/2014 21.20.58

    Nel libro si intrecciano le vite di Holly, commessa in un negozio di abiti vintage, e di Greg, uomo d'affari che dopo pochi capitoli decide di rincorrere il suo sogno e "reinventarsi" come fotografo. Le due vite solo nelle ultime pagine si incontreranno, non dopo poche peripezie con il fine di restituire un braccialetto al legittimo proprietario. Questa in parole povere la trama del libro, naturalmente la lettura semplice e scorrevole, i numerosi flashback che arricchiscono la trama ci tengono compagnia durante lo scorrere delle pagine, e la lettura non è mai difficoltosa o pesante. L'unica pecca è che il finale sembra un po' affrettato e inverosimile .. vero che si legge per sognare però un amore che sboccia così all'improvviso mi ha lasciato un po' perplessa.. sempre che Melissa Hill non abbia in cantiere un secondo romanzo che ci racconti come prosegue la storia tra i due protagonisti!ad ogni modo lo stile della Hill si fa perdonare la conclusione affrettata, lettura decisamente consigliata

  • User Icon

    Tatiana

    13/02/2014 18.52.29

    Mi ha lasciato un pò l'amaro in bocca questo libro. Si tratta temi non da poco e la prima parte del libro mi ha coinvolto abbastanza... ma andando avanti ho perso l'entusiasmo, per non parlare del finale... non lo consiglio.

  • User Icon

    Luana

    22/08/2013 13.17.37

    Questo romanzo mi è piaciuto più del suo primo... L'ho trovato molto coinvolgente e romantico... Davvero un libro che merita d'essere letto se si vuole trascorrere un po' di tempo in dolcezza!

  • User Icon

    laura

    06/05/2013 14.16.16

    Ci ho messo un'eternità a finire questo libro, l'ho trovato abbastanza vuoto tanto da non invogliarmi a continuare la lettura..L'ho finito per principio ma di certo non per la voglia di leggerlo..Il finale poi assurdo..sembrava tanto sveglia la protagonista e non si è ricordata una cosa del genere? Mah...

  • User Icon

    Martina

    24/03/2013 16.08.44

    Ho trovato questo libro bellissimo! E' una lettura leggera ma ho trovato la storia molto originale. Adoro quest'autrice!

  • User Icon

    paola

    24/03/2013 13.21.23

    libro infinitamente bello in cui la fantasia e la realta' si sposano perfettamente in un cocktail di sentimenti, amicizia, principi umani sorretti dalla buona creanza.finale perfetto!!

  • User Icon

    Lunetta82

    23/11/2012 12.29.40

    Semplicemente entusiasmante!!!Adoro il modo di scrivere della Hill, ma in questo romanzo penso che si sia ampiamente superata!!!I personaggi un pò vintage ambientati nella magica atmosfera di New York durante il periodo natalizio rendono il racconto suggestivo ed entusiasmante. Sono rimasta piacevolmente sorpresa non dalla trama del romanzo che di per sè può sembrare semplice e banale, ma dall'evolversi del racconto negli ultimi paragrafi...ho scorso velocemente il libro all'indietro per capire dove mi ero persa, confusa, ma alla fine ho capito che questo è il modo di scrivere tipico della Hill, che ti trae in inganno, che ti fa arrivare con la fantasia a false conclusioni dandoti la convinzione che niente è scontato, neppure nella lettura leggera di un romanzo rosa come questo.

  • User Icon

    Eleonora

    13/11/2012 10.38.32

    Melissa Hill è riuscita ad uccidere il suo libro (carino ma non eccezionale) con un finale a dir poco orribile. Dopo le ricerche, piuttosto inverosimili, di Holly per trovare la proprietaria del braccialetto il tutto si conclude in fretta e furia in un capitoletto. La cosa che più mi lascia perplessa, però, è l'ultimissima parte: ancora ora non ho capito se l'autrice vuole metterci davanti ad un flashback (scoordinatissimo) o a un vero e proprio colpo di scena che confuterebbe tutto il libro. Voi come l'avete inteso? In conclusione visto il numero di pagine e il costo (entrambi troppo elevati) non lo consiglierei.

  • User Icon

    Lady Libro

    12/11/2012 14.28.14

    Gran parte dei contenuti consistono in elenchi infiniti di marche alla moda e descrizioni di attici, villoni, palazzoni, e altri trastulli che solo un nababbo potrebbe permettersi. Ah, naturalmente tutti i personaggi, nessuno escluso, sono tutti ricchi sfondati. Insomma un mondo fintissimo, falso e artificioso: leggerlo è stato come avere un'indigestione dopo essersi ingozzati di torte e insieme annegare in una piscina di diamanti. Ma ciò che più mi ha fatto rabbrividire sono le frasi che la protagonista Holly sputa ogni tre per due: "Una donna non è nessuno senza un abito firmato addosso", "Uno Chanel rende una persona migliore", "Le marche fanno la personalità"? Cavolo, ma tutte le donne sono così o si diventa tali quando si gestisce un negozio di abiti vintage? Un'altra cosa orripilante di questo romanzo sono i personaggi: Holly in primis per i motivi già citati che la rendono un'ochetta di prima categoria. Ma vogliamo parlare poi del momento in cui trova il braccialetto? Si trasforma in una versione farlocchissima di Sherlock Holmes in gonnella (firmata, ovviamente!): le basta vedere un granello di polvere che ha già risolto il mistero! Il bello è che ne è talmente ossessionata che arriva addirittura a corrompere la segretaria di una miliardaria (sì, l'ennesima)! Cappero, ragazza mia, non hai proprio una vita, vero? Oltre alla vicenda di Holly e a tutti i suoi flashback, viene narrata in parallelo quella di Greg, un tizio assolutamente inutile e privo di personalità, che dal nulla decide di mollare il suo fruttuoso lavoro nella borsa di Wall Street per dedicarsi alla fotografia, sua grande passione, bussando porta a porta per vendere i suoi lavori, e come se non bastasse questo gli procurerà il disprezzo della fidanzata che per tutto il resto della storia non farà altro che trattarlo con snobismo come uno zerbino per i piedi, ribadendogli più volte la sua inutilità e insignificanza e godendosi le sue ricchezze. Insomma: una vera e propria cantonata.

  • User Icon

    Patrizia

    12/11/2012 09.54.57

    Sì è proprio un bel libro. Anche se di facile lettura e rilassante, la frase che mi ha molto colpito "Tutti siamo nati: è la parte più semplice. La parte difficile è essere amati e desiderati", lo rende a mio parere un libro notevole ricco di sentimenti e di valori. Brava l'autrice.

  • User Icon

    vale

    30/10/2012 13.45.41

    Bel libro scritto come sempre la Hill sa fare spero che abbia un seguito.

  • User Icon

    maria

    26/10/2012 09.42.56

    I temi trattati sono importanti: la vita, l'amore, la malattia, la morte,...che cos'è la felicità? Forse era questo che aveva in mente l'autrice quando ha ideato questo romanzo. E nella prima parte ci riesce, coinvolge ed emoziona anche se in maniera leggera. Non è certo Tolstoj. Peccato che l'autrice abbia ulteriormente banalizzato tutto con un finale pieno di contraddizioni. Non lo rivelo per non rovinare la sorpresa a chi deve ancora leggerlo ma le ultime pagine confutano tutto il romanzo, rendendo la protagonista un'idiota che non si è ricordata di un incontro avvenuto tempo prima. Deludente.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione