Categorie

Junot Díaz

Traduttore: S. Pareschi
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 346 p. , Brossura
  • EAN: 9788804586890

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    topaganga

    09/05/2014 17.49.24

    Superate le prime 50 pagine diventa un libro piacevole e curioso. Non un capolavoro sia ben inteso, ma una bella finestra sulla vita di un ragazzo sensibile e complesso. Lettura senza pretese.

  • User Icon

    Giulia

    30/06/2012 08.04.37

    Un linguaggio e uno stile innovativo, comprensibilissimo nonostante le parole spagnole e i riferimenti fantasy; nonostante le lunghissime note. Junot Diaz riesce a rendere digeribile l'indigesto, cioè le atrocità di una dittatura spietata e lunghissima. Un libro da leggere per evadere dagli schemi classici della narrativa: si può scrivere in modo diverso e farlo in maniera eccezionale. Consigliatissimo.

  • User Icon

    LaMelaMarcia

    03/01/2011 11.55.50

    Diverte e commuove il romanzo di Junot Dìaz, premio Pulitzer 2008. Con astuzia e leggiadria riesce a toccare le giuste corde e a smuovere qualcosa nell'animo. Come non affezionarsi al gordo Oscar, alla bella e ribelle Lola, alla diosa Belicia Cabral. Storia di vite tristi e drammaticamente dure tra l'integrazione negli States e la tirannia di Trujillo nella disgraziata Repubblica Dominicana. Misticismo e tradizione, fantascienza e letteratura s'intersecano a creare un perfetto mix tra passato e presente. La costruzione temporale del romanzo, "alla Rushdie", è quella che più preferisco: tasselli in ordine sparso che vanno perfettamente ad incastrarsi. Lo stile, rispetto all'autore anglo-indiano, è decisamente più semplice ed immediato. Davvero un bel libro: vibrante e tenero quanto cinico e spietato. La forza del romanzo è soprattutto nei personaggi. Le figure femminili sono adorabili, tutte quante, nel bene e nel male. Non resta che aspettare con ansia un nuovo lavoro di Dìaz.

  • User Icon

    valina91

    23/10/2010 23.52.54

    Bello bello bellissimo! E' incredibilmente toccante la descrizione del personaggio di Oscar e della sua posizione (a dir poco insognificante) nella societa dominicana della seconda metà del secolo scorso. La sua passione per il fantasy, per i giochi di ruolo, per le grafic novel che hanno come protagonisti eroi con incredibili superpoteri, in breve il suo essere nerd, unito alla repulsione delle ragazze per il suo fisico non proprio palestrato lo allontana dai suoi coetanei rendendolo un outsider. Ciò contribuisce più avanti ai suoi tentativi di suicidio, che purtroppo o per fortuna, non riesce mai a portare a termine. Dalla descrizione del protagonista e della sua inadeguatezza si evince anche una descrizione della società dominicana durante il regime dittatoriale di Trujillo. Vincitore del Premio Pulitzer, è un libro da non perdere assolutamente.

  • User Icon

    Geffy

    22/12/2009 17.16.40

    Premetto che dare due stelle a un Premio Pulitzer potrebbe sembrare pretensioso ma non amo il genere fantasy, e, pur apprezzando l’argomento trattato e le trama avvincente, non ho gradito la scrittura, innovativa sicuramente, ma poco piacevole. All’inizio ero un po’ perplessa, infastidita, ma non ho mai pensato di abbandonare il libro. Infatti, man mano che si va avanti nella lettura, la narrazione diventa più interessante e la storia, ricca di riferimenti storici sulla Repubblica Dominicana, si snoda in un continuo alternarsi di voci narranti, di flashback e di vicende diverse ma strettamente legate tra loro dalla comune sofferenza e dalle torture tipiche della dittatura di Trujillo Molina. Insomma, libro originale, storia interessante, spunti storici non irrilevanti, ma uno stile non di mio gradimento!

  • User Icon

    Soci

    28/08/2009 21.10.57

    Semplicemente meraviglioso.

  • User Icon

    max castel

    03/06/2009 08.30.48

    Tutti i libri che ti capitano tra le mani vanno letti, se possibile; almeno per capire il valore di alcuni che hai già letto.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione