C'era una volta a Hollywood (DVD)

Once Upon a Time in Hollywood

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Once Upon a Time in Hollywood
Paese: Stati Uniti
Anno: 2019
Supporto: DVD

nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Commedia

Salvato in 136 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,81 €)

«C'era una volta...a Hollywood segue lo schema appropriandosi della storia del cinema, di una storia del cinema. La vendetta, sempre. Sempre più catartica, sempre più selvaggia, sempre più appassionante e sadica sul piano della rappresentazione» - Mymovies

«Once Upon A Time... In Hollywood è il capolavoro di Quentin Tarantino. Il suo film più intimo, personale e malinconico dai tempi del sottostimato Jackie Brown» - Giona A. Nazzaro, Rumore

Los Angeles, 1969. Sharon Tate, promettente attrice americana e sposa di Roman Polanski, è la nuova vicina di Rick Dalton, star della televisione in declino. Dalton condivide la scena con Cliff Booth, stuntman che si è fatto (e rotto) le ossa nei western girati a Spahn Ranch. Controfigura e chauffeur di Dalton, Cliff vive in una roulotte con una cane disciplinato e fedele proprio come lui che da anni ammortizza le cadute e i rovesci dell'amico. E l'ultimo scacco costringe Rick e il suo doppio a traslocare dall'altra parte dell'oceano per girare un pugno di spaghetti-western. Sei mesi e una moglie (italiana) dopo, Rick e Cliff tornano a Los Angeles dove li attende la notte più calda del 1969.
4,44
di 5
Totale 75
5
43
4
26
3
4
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Generoso

    23/09/2020 17:23:54

    Nonostante non abbia una trama di rilievo, è comunque eccezionale. Il film rapisce subito grazie anche ad un cast favoloso in cui Brad Pitt ruba anche la scena a Di Caprio. Film da vedere e rivedere. 8.2

  • User Icon

    Max79

    18/08/2020 09:13:14

    Brad Pitt eccezzionale! Film bello ma troppo lungo, metà dal film l'avrei tralasciata per le parti più actionpulp.

  • User Icon

    Ste

    31/07/2020 20:54:00

    Film bellissimo, adoro la coppia Di Caprio - Pitt

  • User Icon

    ste

    17/05/2020 19:31:59

    Tra i film di Tarantino non riesco a collocarlo al vertice, ma parliamo sempre di un grande film. Sceneggiatura, fotografia, attori, dialoghi, tutto veramente curato. Rispetto ad altri film del regista nel finale sì esplode, ma in maniera più soft. E per questo motivo ne ho preferiti altri, ma in tutto il resto è proprio un film di Quentin Tarantino. Dicaprio e Pitt in formissima, eccezionali.

  • User Icon

    dangel

    17/05/2020 19:04:01

    Ottimo film Quentin Tarantino non delude mai se poi è affiancato da un cast stellare ancora meglio. 3 ore di vero cinema. da non perdere!!!

  • User Icon

    Gin95

    17/05/2020 17:46:45

    Un omaggio ai tempi d'oro di Hollywood, un messaggio d'amore per il cinema. È quello che voleva trasmettere Tarantino con questo film. È completamente diverso dai precedenti e forse non sarà il suo miglior film ma vale la pena di vederlo. Un film che non smette di far pensare dopo la fine della visione. Attori spettacolari nelle parti interpretate.

  • User Icon

    Piero

    17/05/2020 17:41:42

    Ultimo capolavoro di Tarantino, imperdibile a mio avviso.

  • User Icon

    lucas

    17/05/2020 15:07:17

    Tarantino sfrutta il suo nono (e sembra penultimo) film per scrivere una sceneggiatura che di fatto è una poesia rivolta al suo più grande amore, il cinema. In particolar modo quel cinema che tante volte ha dichiarato di apprezzare, ossia quello degli anni '60 e '70, compreso quello italiano che viene omaggiato in "C'era una volta a Hollywood" con il dovuto rispetto. Così ecco che attraverso la sua coppia di protagonisti, interpretati da due eccezionali Leonardo DiCaprio e Brad Pitt, Tarantino illustra i diversi modi di vivere, lavorare, decollare e cadere nella più celebre fabbrica dei sogni, Hollywood.

  • User Icon

    Pasquale

    17/05/2020 13:10:24

    Film di un'originalità unica. Un cast stellare . La trama racconta la grande Hollywood anni sessanta. Stupendo

  • User Icon

    a

    16/05/2020 18:57:03

    Film davvero stupendo che vale la pena vedere

  • User Icon

    Ilio

    16/05/2020 17:48:02

    Ennesimo centro di Quentin Tarantino, che prosegue nella costruzione di una filmografia praticamente perfetta. Il film scorre inesorabilmente portando lo spettatore al temuto finale... a sorpresa!

  • User Icon

    Lorenzo

    16/05/2020 17:03:59

    cast sicuramente stellare,Margot Robbie ancora più bella di quanto già non lo sia nella vita reale, detto ciò...mi aspettavo di più! la trama sembra non decollare, aspetti qualcosa che non arriva mai. La narrazione rimane sempre sullo stesso piano. uno spaccato della vita a Holliwood, in una determinata epoca, sia dei protagonisti, sia delle loro controfigure, della loro vita privata. Ovviamente niente spoiler, ma la scena in piscina mi ha lasciato basito... non credo possa essere classificato tra i capolavori di Tarantino

  • User Icon

    beppe

    16/05/2020 17:00:51

    Buon film sopratutto per il suo cast stellare. Un elogio agli anni 70 in cui traspare l amore del regista per la settima arte.

  • User Icon

    anna

    16/05/2020 16:31:22

    Film eccezionale da vedere e rivedere

  • User Icon

    Ezio

    16/05/2020 12:32:20

    Tarantino meno roboante e più riflessivo narra del suo grande amore: il cinema. Con lo smalto di sempre, fatto di personaggi iconici, musiche trascinanti, citazioni e autocitazioni, usa la storia di un attore western in declino alla fine degli anni '60, per narrare il cinema dal suo interno, i suoi miti, il suo farsi nelle storie di attori, registi, stuntman... Si ripete la psicanalisi collettiva di "Bastardi senza gloria: la Storia è riscritta per neutralizzare la paura del cattivi con la violenza dei buoni... la magia del cinema che trasfigura la realtà e ci aiuta ad affrontarne la brutalità.

  • User Icon

    boffese

    16/05/2020 10:35:22

    Il nono film di QT e' un regalo e un omaggio a se stesso , alla sua L.A. in giovinezza , alla passione per il cinema dell'epoca , a tutto quello che poi col tempo avrebbe fatto esplodere il suo grande amore per la settima arte . La storia e' incentrata su Rick Dalton ,interpretato da un Di Caprio come sempre in stato di grazia , attore in declino, che sfoga la sua caduta cinematografica nel bicchiere. Il suo stunt ma sopratutto il suo fidato amico e' Cliff Booth (B.Pitt) che lo segue e lo aiuta nella vita di tutti i giorni. Margot Robbie veste i panni di Sharon Tate , vicina di casa di Dalton , nonche' moglie di Polanski ,regista tra i piu' in voga di quell estate del 1969. Intorno a loro c e' una citta' che sta cambiando , non solo per l arrivo delle comunita' hippie ,c e' una moltitudine di personaggi non del tutto reali che vivevano la Los Angeles Hollywoodiana di quei bei tempi. La regia per una volta non e' da fuoriclasse , gira con maturita' senza esagerare, un po come lo e' anche lo script. Una sceneggiatura intelligente , che racconta il cinema , con alcuni picchi di grande humor. Il cast e' sensazionale , una moltitudine di piccoli camei , grandi attori , tutti messi nel posto giusto , al momento giusto. Si puo' pensare che e' facile fare bei film lavorando con tutti questi grandi attori , ma in realta' la grande dote di Tarantino , in questo e in tutta la sua filmografia , sta proprio nel saperli gestire al meglio , come un orchestra. C era una volta a Hollywood ,non sara' forse il film migliore del regista nato a Knoxville e cresciuto in California , ma e' sicuramente uno dei piu maturi , non e' il piu' "tarantiniano", ma di sicuro il piu' personale. Una sorta di Amarcord in salsa Hollywoodiana . VOTO :8,5

  • User Icon

    Frazzi

    16/05/2020 09:43:27

    L’ultimo, imperdibile gioiello Tarantiniano, è una dichiarazione d’amore in piena regola per la vecchia Hollywood. Ho amato tutto, in primis Leo di Caprio e il suo Rick Dalton, che conosciamo all’apice del successo, nella sua fase down e infine, nella fase della tanto agognata rinascita. Stellari sia Brad Pitt che Margot Robbie. Da brividi la colonna sonora, spettacolare il finale! Assolutamente da avere 🖤

  • User Icon

    Luca Gautero

    16/05/2020 08:17:28

    Un film eccezionale! Con un cast simile Tarantino non poteva non creare un capolavoro: Brad Pitt interpreta un personaggio micidiale, fedelissimo al suo amico/ datore di lavoro ma con una storia e un mistero molto fitto dietro di lui; Di Caprio nel ruolo di Rick Dalton, un attore in declino e pieno di angoscia per il suo futuro, ritorna ad un livello di interpretazione stupendo, degno dei suoi migliori film; Margot Robbie nel ruolo di Sharon Tate, é la ciliegina sulla torta di Tarantino. Ma ciò che colpisce molto di questo film è l’atmosfera che riesce a creare e che ti fa ritornare perfettamente nel clima culturale dei tardi anni 60: i costumi e le macchine sono perfette. Per capire questo lato del film basta vedere la sequenza in cui Sharon Tate e suo marito, Roman Polansky, vanno alla festa in macchina decappottata con i capelli al vento.

  • User Icon

    SignorWaltz

    15/05/2020 20:45:07

    Mettiamo subito in chiaro che ad un primo impatto questo film tradisce l'aspettativa che abbiamo imparato ad avere nei confronti di un film di Tarantino, ma si tratta solo di un abbaglio. In realtà questa storia è pregna dell'amore che il regista ha per gli anni 60 ed i film di quel periodo e coglie l'occasione per narrarci un particolare evento storico dal suo punto di vista. La fotografia e la scenografia sono a livelli altissimi e non capita spesso di riuscire ad immergersi così profondamente in quegli anni.- Consigliatissimo a chi apprezza il regista o in generale la Summer of love.

  • User Icon

    nunzia

    15/05/2020 20:16:26

    è uno splendido film. consigliatissimo.

Vedi tutte le 75 recensioni cliente

Canto malinconico di un autore romantico che crede nel potere del cinema e sa reinventarne la storia

Trama

Los Angeles, 1969. Sharon Tate, promettente attrice americana e sposa di Roman Polanski, è la nuova vicina di Rick Dalton, star della televisione in declino. Dalton condivide la scena con Cliff Booth, stuntman che si è fatto (e rotto) le ossa nei western girati a Spahn Ranch. Controfigura e chauffeur di Dalton, Cliff vive in una roulotte con una cane disciplinato e fedele proprio come lui che da anni ammortizza le cadute e i rovesci dell'amico. E l'ultimo scacco costringe Rick e il suo doppio a traslocare dall'altra parte dell'oceano per girare un pugno di spaghetti-western. Sei mesi e una moglie (italiana) dopo, Rick e Cliff tornano a Los Angeles dove li attende la notte più calda del 1969.

  • Produzione: Sony Pictures, 2019
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 161 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Formato Schermo: 2,39:1
  • Area2
  • Quentin Tarantino Cover

    Propr. Q. Jerome T., regista e sceneggiatore statunitense. Autore tra i più influenti degli anni '90, a dispetto di una filmografia esigua è circondato da un alone di culto che ne fa uno dei registi più imitati e saccheggiati del cinema contemporaneo. Dopo aver lavorato a lungo in una videoteca dove ha modo di nutrire la sua onnivora e vorace passione cinefila, esordisce con Le iene (1992), straordinario ingranaggio narrativo incentrato su una rapina e sulle sue sanguinose conseguenze: vagamente ispirato nella struttura a Rapina a mano armata (1956) di S. Kubrick e provocatoriamente giocato sull'ellissi della scena-madre (la rapina non si vede mai), il film brilla per lo straordinario equilibrio tra macabra ironia e senso dell'efferatezza e per la attenta investigazione sul tema del tradimento.... Approfondisci
  • Leonardo DiCaprio Cover

    Propr. Wilhelm Di C., attore statunitense. Dopo una lunga serie di apparizioni televisive e pubblicitarie, esordisce al cinema con Critters 3 (1991) di K. Peterson. Ottiene una candidatura all'Oscar interpretando il giovane minorato Arnie in Buon compleanno, Mister Grape (1993) di L. Hallström e diventa una star adorata da milioni di ragazzine nel 1996, con l'interpretazione di Romeo in Romeo + Giulietta di William Shakespeare di B. Luhrman. Il ruolo che lo consacra come nuova icona del cinema mondiale è però quello di Jack Dawson, giovane e povero emigrante, esuberante e al contempo melodrammatico, che in Titanic (1997) di J. Cameron s'innamora, ricambiato, di una ricca ereditiera per la quale si sacrificherà. Attore tutt'altro che trascurabile, per le dimensioni esorbitanti del successo... Approfondisci
  • Brad Pitt Cover

    Propr. William Bradley P., attore statunitense. Alcune apparizioni televisive precedono il debutto cinematografico in Happy Together (Felici insieme, 1989) di M. Damski, ma è solo nel 1991 che mette in mostra tutto il suo fascino di american boy nei panni dell'autostoppista che seduce G. Davis in Thelma & Louise di R. Scott. Sempre nel 1991 è protagonista di Johnny Suede di T. Di Cillo, mentre l'anno successivo, diretto da R. Redford, interpreta In mezzo scorre il fiume. Fuga le critiche che ne mettono in dubbio il talento e mostra una notevole crescita attoriale interpretando un serial killer in Kalifornia (1993) di D. Sena, un folle ecologista in L'esercito delle dodici scimmie (1995) di T. Gilliam e un poliziotto impulsivo nel thriller Seven (1995) di D. Fincher. Ormai affermatosi come... Approfondisci
Note legali