Offerta imperdibile
Cane mangia cane - Edward Bunker - copertina
Cane mangia cane - Edward Bunker - 2
Cane mangia cane - Edward Bunker - 3
Cane mangia cane - Edward Bunker - 4
Cane mangia cane - Edward Bunker - 5
Salvato in 37 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Cane mangia cane
13,00 €
LIBRO
Venditore: Multiservices
13,00 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi (Solo una copia)
+ 2,50 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Multiservices
13,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
13,00 € + 4,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Antica Libreria Goggia
13,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Librisline
8,90 € + 2,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Libraccio
7,02 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
ibs
12,35 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Multiservices
13,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
13,00 € + 4,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Antica Libreria Goggia
13,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
ibs
12,35 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Librisline
8,90 € + 2,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Libraccio
7,02 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Cane mangia cane - Edward Bunker - copertina
Cane mangia cane - Edward Bunker - 2
Cane mangia cane - Edward Bunker - 3
Cane mangia cane - Edward Bunker - 4
Cane mangia cane - Edward Bunker - 5
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Dopo gli anni passati a San Quintino, Troy Cameron è un uomo consapevole che ormai per lui c'è posto solo nell'"underworld"; nemmeno la classe sociale a cui appartiene lo ha messo ai ripari dai maltrattamenti di un padre ricco professionista di Beverly Hills, ma alcolizzato e violento, che poi ucciderà rimanendo segnato per tutta la vita. Solo una cosa Troy non aveva messo in conto: il mondo della malavita è cambiato. Più che dalla follia omicida di Mac dog Mc Cain, anche se resa incontrollabile dalla cocaina, il buon senso dei criminali vecchia maniera è minacciato dalla delinquenza delle gang nere dei ghetti di Los Angeles, inselvatichite dalla droga e dall'emarginazione, ma comunque vittime dell'abbandono e della mancata infanzia.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2005
25 luglio 2005
330 p.
9788806178550
Chiudi

Indice

Le prime righe del romanzo

Due notti da solo in una stanza in compagnia di due flaconi da un'oncia di cocaina farmaceutica permisero a Mad Dog McCain di meritarsi pienamente il suo soprannome. Quella cocaina era migliore di quella spacciata per strada. Proveniva dalla valigetta di un dottore che Mad Dog aveva rubato in un'automobile in sosta nell'area di parcheggio di un centro sanitario. All'inizio aveva pensato di venderla dopo averne presa un po' per sé, ma le poche persone di sua conoscenza a Portland che aveva contattato o la volevano avere a credito, oppure avevano parlato della cocaina con sarcasmo, usando espressioni come "paranoia in polvere", o "venti minuti verso la follia". In realtà volevano tutti l'eroina, una droga che li calmava anziché mandarli fuori di testa.
Solo una piccola dose di quella roba l'aveva fatto sentire alla grande, così se n'era fatta un altro poco, e i denti veleniferi del serpente erano affondati nella sua carne. Prima aveva sminuzzato le scaglie con una lametta da barba, con la polvere aveva disegnato delle righe, che aveva poi aspirato dal naso. Bello. Ma Mad Dog sapeva come farsi un bel botto, un botto anche più grosso. Nella borsa del dottore c'era una confezione intera di siringhe monouso con aghi annessi e connessi. Bastavano poche gocce d'acqua per sciogliere la cocaina pura. Poi serviva una pallottolina di cotone grande quanto la capocchia di un fiammifero, attraverso cui aspirare il liquido prima di infilare l'ago nella parte in rilievo della vena, nell'incavo del gomito. Difficile mancarla.
Adesso aveva il braccio nero e bluastro, e sui fori delle prime iniezioni si erano formate delle croste. La canotta era sudicia e imbrattata di macchie sulla parte in basso, usata per tamponare il sangue che gli usciva dal braccio. Non importava. Niente importava, all'infuori del flash.

Valutazioni e recensioni

4,35/5
Recensioni: 4/5
(17)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(8)
4
(7)
3
(2)
2
(0)
1
(0)
Giorgio C.
Recensioni: 4/5

Venuto a conoscenza dal film di Tarantino "Reservoir Dogs", in cui l'autore del libro Edward Bunker interpreta Mr. Blue. Incuriosito compro il libro e devo ammettere che è davvero un gran romanzo, scritto con una crudeltà non indifferente, unico nel suo genere. In oltre riesce a tenere il lettore incollato alla storia del libro come se niente fosse.

Leggi di più Leggi di meno
Fulvio84
Recensioni: 5/5

Grandissimo romanzo. D'altronde sono un grande fan di Tarantino e la connessione tra l'autore e il regista e' palpabile

Leggi di più Leggi di meno
Donald W. Clinton
Recensioni: 5/5

Decisamente un romanzo potente, adatto a chi cerca un tasso di adrenalina quasi cinematografico tra le pagine di un romanzo.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,35/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(8)
4
(7)
3
(2)
2
(0)
1
(0)

Voce della critica

«Talvolta la vita criminale ti obbligava a far secco qualcuno, ma, perdio, non tutti, o chiunque, senza un buon motivo.»

Mai, come in questo romanzo, è importante capire l'esperienza di vita del suo autore. Edward Bunker dall'età di undici anni fino ai quaranta circa, ha vissuto una serie di carcerazioni nei penitenziari di Stato e negli istituti di pena federali, come conseguenza di reati più o meno piccoli che lo avevano reso un professionista del crimine.

Cresciuto in una famiglia disgregata e segnata dall'alcolismo in una Los Angeles violenta e spietata scoprì nel carcere di San Quentin la sua vocazione di lettore prima e di scrittore poi: proprio quella fu la passione che gli salvò la vita. Nei suoi romanzi, di una impietosa durezza espressiva, il mondo del crimine, l'abisso della droga, il rovesciamento delle regole morali e l'inevitabile tragica conclusione di queste storie di sangue e denaro, appaiono con tutta la forza della realtà e non concedono nulla al lettore. Nessuna pietà o solidarietà per la vittima, perché nessuno è innocente; nessuna complicità con il carnefice, perché lui stesso sa che le sue azioni sono frutto di una disperazione senza vie d'uscita.

Questo romanzo, Cane mangia cane, ha tre protagonisti, Diesel, Mad Dog e Troy Cameron, legati tra loro dalla comune esperienza del riformatorio, tutti e tre irrimediabilmente criminali (è impossibile redimersi per chi ha passato numerosi anni in carcere), ma diversissimi nella psicologia e nella personalità. Diesel conduce una vita "quasi" normale, ha una moglie e un figlio piccolo, se la cava con modesti crimini su commissione, rifiuta il delitto gratuito e ha una sua "morale" che risente dell'educazione religiosa dell'infanzia e che lo rende più permeabile alla paura, ai sensi di colpa, al desiderio di vita tranquilla. Mad Dog è invece considerato, fin dagli anni del riformatorio e dagli stessi compagni di crimine, un pazzo sanguinario, che uccide chiunque gli possa creare qualche problema o fastidio senza alcuna remora anche se la vittima è un bambino o una donna indifesa. Dominato dalla droga, prova un unico sentimento: l'assoluta ammirazione per Troy Cameron, il terzo protagonista del romanzo. Troy non ha alle spalle un'infanzia dominata dalla miseria e dall'emarginazione come gli altri due, ma anche per lui l'alcolismo del padre, che pure apparteneva ad una classe sociale elevata, è stata all'origine della sua devianza. Intelligente, colto, dentro di sé conserva il rimpianto per una vita diversa, ma sa di non poterla più avere: la società che lo circonda non glielo permetterà mai. E intorno ai tre il quadro di una California crudele, con paurose divisioni di classe, dove la disperazione più cupa sfiora la ricchezza più esibita, dove si passa un pochi minuti dalle ville sontuose delle celebrità ai ghetti che offrono solo droga e violenza. Il finale del romanzo è tragico ed è il logico epilogo di vite segnate, fin dall'inizio, da un destino sventurato.

Recensione di Giulia Mozzato (recensione alla prima edizione del 1999)

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Edward Bunker

1933, Hollywood

Fin da ragazzino conosce il disagio e l'emarginazione sociale. Dopo il divorzio dei genitori viene affidato ai servizi sociali e verrà ben presto rinchiuso in ospedale psichiatrico e in riformatorio. A 17 sarà il più giovane recluso nel carcere di San Quentin e in carcere inizia a scrivere racconti e romanzi. Il primo romanzo verrà pubblicato nel 1973, Come una bestia feroce, da cui verrà tratto un film con Dustin Hoffman. Dal 1975 la sua vita si fa più tranquilla e ottiene anche il successo letterario. Inizia anche a lavorare per il cinema sia scrivendo sceneggiature di carattere poliziesco e noir sia recitando in importanti film. Robert De Niro ne richiede la consulenza per il film Heat-La sfida.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore