Recensioni Caos calmo

Caos calmo Nanni Moretti, Valeria Golino, Isabella Ferrari, Alessandro Gassmann, Blu Yoshimi Di Martino, Hippolyte Girardot, Kasia Smutniak, Silvio Orlando, Alba Rohrwacher 01 - Home Entertainment
€ 12,07
  • User Icon
    11/03/2019 18:58:01

    Pietro Paladini (Nanni Moretti) per un strano scherzo del destino rimane vedovo proprio nel momento in cui sta salvando la vita ad una sconosciuta; vivendo interiormente una sorta di "caos calmo", Pietro elabora una personale forma di lutto, che lo porta ad isolarsi dal mondo mettendo in "stand by" la propria vita, forse per proteggere la figlia di dieci anni dal trauma della perdita della madre. Il film si impernia su un'analisi di piccole cose, di piccoli momenti, di piccoli sentimenti che nel complesso generale fanno empatizzare lo spettatore con la vicenda in punta di piedi; nulla è gridato in Caos calmo, tutto è calibrato a punta di fioretto e l'apparente calma del protagonista riflette l'andamento del film.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/07/2011 16:52:36

    Film piatto e noioso. La presenza del non-attore Nanni Moretti certamente non fa che renderlo più saporifico. Scena sexy completamente inutile e ridicola. Non so proprio come questo film ha vinto tanti premi. Ma in Italia vi sono tante cose difficili da spiegare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/07/2010 17:15:54

    Sarà che ho letto il libro prima di vedere il film, e sarà che il libro è davvero bello e la storia davvero originale.. ma a me questa pellicola ha deluso parecchio! L'ho trovata noiosa, mal recitata, con ambientazioni scarne e poco curate.. ma soprattutto, leggendo il libro, uno si immagina un protagonista affascinante e sullo schermo chi ti ritrovi?! Nanni Moretti! Bah..

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/12/2009 13:20:05

    Bellissimo film. Nanni Moretti recita raramente in film diretti da altri, ma anche in questo caso, come nel "Portaborse" di Luchetti e nella "Seconda volta" di Calopresti, sceglie bene e offre una interpretazione di altissimo livello.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/04/2009 11:11:15

    Molto deludente. Secondo me senza un filo logico. Scene messe lì per caso senza alcun senso. Lasciamo perdere poi la scena "bollente" con Isabella Ferrari che, a parte fare scalpore per promuovere il film senza sforzo, non serviva a niente. Si salva solo la recitazione della bambina.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/04/2009 11:43:12

    Ho finalmente avuto occasione di vedere CC. La presenza di Moretti alimentava delle attese . Vero che non ne è il regista ma se decide di fare l'attore per altri si immagina che abbia scelto con attenzione soggetto , regia etc. E quindi mi sono posto fiducioso alla visione. Ho visto un film sconclusionato nella trama , per nulla approfondito nei perchè dei comportamenti. Con salti nella storia che deve pur sempre avere un suo filo . Con un'inutile scena di sesso ( non ho assolutamente nulla contro le scene di sesso se pertinenti alla storia ). Moretti recita se stesso , quello dei suoi film . Come a dire : se mi volete come attore ...faccio quello che mi pare e che so fare. Orlando fa un cammeo macchiettistico. Polansky probabilmente passava per Roma e non aveva di meglio da fare. Salto gli altri attori ...messi li per fare cast . Insomma un film molto modesto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/11/2008 12:10:05

    Un passo in avanti Grimaldi lo tenta, dopo le crisi degli architetti, dei giornalisti, ora i televisionisti. Crisi comumque scatenata da un lutto. Ma ...l'ormai super presenzialista Moretti Nanni, regista, interprete, sceneggiatore dei propri film 'Il cinema è altra cosa, direttore di mostre di cinema, sempre difronte al seggiolone elettronico del fazioso Fazio; 'Raccomandato di lungo corso' in televisione'. Si toglie lo sfizio, dopo il portaborse, di essere di nuovo attore. La sua interpretazione 'Pessima' come al solito. Dimenticavo tuttologo, politologo, da far invidia allo sgarbato Sgarbi. Alla fiera degli orrori su di una panchina 'Dove realmente dovrebbero andare a meditare', gli 'autori' di questa noia mortale, fanno da controcanto, imbolsite 'attrici' dalla gioventù patinata, immortalata , fotografata su riviste per soli uomini, oppure per uomini soli??? Ed ora una maturità 'Impegnata......'. Non poteva mancare al caravanserraglio il bolso Silvio...Orlando, ormai una figura 'cardine' del cinema italiano. Mai così in basso, mai così bolso, ma specchio fedele di una casta trasversale, da 'destra a sinistra' tra virgolette dato che razzolano tutti nello stesso cortile, fingendo di detestarsi. Insomma un bel film, come il caimano da mostrare al mondo intero, per far vedere quanto siamo caduti ina basso. Antonioni, Visconti, Fellini, Bava, Di Leo, Freda ......addio.

    Leggi di più Riduci