Categorie

Joe R. Lansdale

Traduttore: A. Colitto
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Pagine: 273 p. , Brossura
  • EAN: 9788806172336

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    diablo

    16/11/2010 17.55.35

    non do il massimo solo per il finale davvero raffazzonato..per il resto una spietata storia tutta di hap e leonard..non leggetela sui mezzi pubblici, c'è da piegarsi dal ridere..

  • User Icon

    Roxane

    05/09/2010 16.08.44

    Decisamente il più brutto della serie. Trama raffazzonata con uno sviluppo poco lineare e un finale sbrigativo. Troppe morti, troppi luoghi comuni, troppe volgarità. Troppo tutto.

  • User Icon

    silvia

    27/02/2010 20.51.02

    Di tutta la serie di Hap e Leonard e' quello che mi e' piaciuto meno. Si legge volentieri ma le svolte nella trama sono un po' troppo scontate e comunque eccessive. Sembrano tanti episodi messi insieme a formare una storia poco consistente. Piacevole ma non mi ha entusiasmata tanto quanto Mucho Mojo. Provate a leggere anche Echi perduti e La sottile linea scura.

  • User Icon

    kine

    07/02/2010 11.33.17

    Si trascinano un pò in giro i 2 protagonisti nei loro guai. Personalmente la saga l'ho trovata molto potente fino a 'bad chili', dopo di che le disavvemture hanno perso un pò di vita. Si trovano comunque qua e là delle cose originali, quindi, un pò per inerzia, i nuovi capitoli della saga si leggono volentieri.....

  • User Icon

    ricki

    01/04/2009 16.09.21

    bello come sempre ma effettivamente un pò sottotono rispetto agli altri "capitoli"

  • User Icon

    vigj

    28/12/2007 12.31.15

    La verve e la genialità di Mucho Mojo o di Rumble tumble è svanita! Mi dispiace...questo è veramente un brutto libro, la storia non decolla mai e le volgarità di linguaggio sembrano gratuite e non fanno colore....una delusione! leggete mucho mojo e fate a meno di questo

  • User Icon

    Ga

    08/11/2007 17.26.04

    A mio avviso è uno dei migliori libri scritti da Joe. di quelli pubblicati in italia me ne mancano solo un paio. nel mio cuore fa coppia con 'atto d'amore'. in questo libro ho apprezzato tantissimo lo spiccato sense of humor disseminato ovunque. pochi libri mi hanno rapito come questo, ne ho letti molti e tutti interessanti.

  • User Icon

    Daniela

    24/05/2007 16.42.20

    È un libro di genere estivo o di viaggio, vale a dire di facile lettura, condito da un mare di scurrilità. Quel che mi stupisce è che non sia uscito come giallo da edicola di stazione, ma da Einaudi, che ho sempre ritenuto una casa editrice seria e anche un po' sussiegosa. Per contro mi è capitato di leggere dei gialli Mondadori che secondo me meritavano un'edizione più prestigiosa. Misteri dell'editoria!

  • User Icon

    francesco

    30/06/2006 13.00.51

    veramente brutto per un autore che ha saputo scrivere libri fantastici come la sottile linea scura. la solita situazione americana: sesso, soldi, azione mozzafiato, che crea situazioni irreali

  • User Icon

    Augusto

    10/06/2006 14.00.13

    L'ironia dissacrante dei libri precedenti va facendo sempre più spazio ad una violenza e ad una scurrilità che appaiono troppo spesso gratuite.

  • User Icon

    Romano De Marco

    06/03/2006 09.22.59

    Ho sempre difeso la saga di Hap e Leonard sin da quando MUCHO MOJO (ormai divenuto una preda ambita dai collezionisti) Con CAPITANI OLTRAGGIOSI, per la prima volta, noto una certa stanchezza da parte di Lansdale nel narrare le vicende della simpatica e assortita coppia di giustizieri dal cuore d'oro. Il libro è del 2001, fino ad oggi è l'ultimo della saga che ha prodotto 6 episodi nel corso di ben 11 anni. Come lo stesso autore ammette, nelle note di apertura, parte del romanzo è tratta pari pari da un suo vecchio racconto. Già questo lascia supporre una certa mancanza di idee e originalità che in effetti, al termine della lettura (comunque godibile) non possono non balzare agli occhi. La trama appare un pò traballante per i troppi fuori scena e per la segmentazione eccessiva che a tratti fa sembrare il romanzo una specie di storia ad espiodi... Lansdale inserisce a metà della narrazione (come già fatto in RUMBLE TUMBLE) il suo asso nella manica Jim Bob Luke - personaggio STRAORDINARIO - che però, in questo caso, appare sotto tono e non assicura quel salto di qualità che sarebbe lecito aspettarsi. Molti cambiamenti di rotta, troppi "fuori scena", una sorta di annunciato "mezzogiorno di fuoco" finale che si sgonfia come un palloncino bucato... Non nego di essere rimasto un pò deluso... Dal punto di vista della "continuity" diverse sono le novità nella vita dei due amici Hap e Leonard e viene accennato un cambiamento che potrebbe, ipoteticamente, portare una ventata di novità e di credibilità ad eventuali nuove storie. Evidentemente, però, Lansdale ha preferito non proseguire (almeno per il momento) la saga e dedicarsi ad altri progetti, visto che sono passati ben 5 anni da quest'ultimo capitolo. Io attendo di leggere SAVAGE SEASON primo e, fino ad ora, inedito romanzo con protagonisti Hap e Leonard. Spero che venga pubblicato prima che l'eccessiva quantità di materiale dell'autore che annualmente viene riversata nelle librerie da Bompiani e Fanucci, metta a dura prova l'affetto dei tanti fans.

  • User Icon

    jackiebrown

    07/02/2006 23.56.51

    Ci sono coppie che entrano nella storia... Stanlio e Ollio, Starsky e Hutch, Obo e il Duca, Holmes e Watson, Franco e Ciccio, pertanto ci metterei anche Hap e Leo... Anche se è un libro poco impegnato, è rilassante confermare certe presenze.

  • User Icon

    Giancarlo Salomone

    26/01/2006 20.23.49

    anche se nel libro, come sempre, sono disseminate qua e là autentiche perle, immagini fulminanti espresse con una prosa tagliata con il coltello, direi che questo libro è il peggiore della serie. Lansdale si è stufato. la storia, partita con il turbo, si sgonfia piano piano, arrivando al finale con pedalate stanche. Leonard fa da comprimario, gli altri personaggi sono poco caratterizzati (mentre di solito J.L. traccia un ritratto completo in dieci parole), la conclusione è priva di inventiva. Bho. Aspettiamo il prossimo

  • User Icon

    laura

    18/01/2006 11.23.19

    Ci sono scrittori con il tocco magico, non importa se la storia nn è così originale rispetto le precedenti. Chi ama il divertimento, la scanzonata volgarità dei protagonisti continuerà a leggerne le avventure per il gusto di spiarne le vite.

  • User Icon

    Roberto

    24/12/2005 14.18.56

    Hap, Leonard, avete stufato. Mr. Lansdale, ho amato quasi tutti i tuoi libri (molto prima di diventare famoso in Italia), adesso basta. Capisco che i due personaggi sono proprio simpatici, il dialogo e' rapido, la battuta pronta, ma ci vogliono anche delle idee per i sequel. Lo stesso canovaccio per 3, 4 romanzi con gli stessi personaggi finisce proprio per stufare. Consiglio a tutti di risparmiare i soldi, oppure per quelli che non hanno mai letti di Hap e Leonard, di leggere solo questo, oppure uno a caso: sono tutti uguali.

  • User Icon

    claudio

    23/12/2005 11.58.03

    ho divorato tutti i libri di lansdale e mi dispiace vedere come in questo ultimo libro abbia esaurito quasi tutta la sua magia. sembra un libro scritto a forza. la trama sembra buona, il libro inizia con ottime aspettative che purtroppo andranno presto perdute. i personaggi secondari che erano in realtà i veri protagonisti dei lavori precedenti sempre ben caratterizzati e con un ruolo preciso nell'intreccio, perdono tutta la loro forza e si riducono a ridicoli macchiette. insomma non ci resta che sperare che tutto ciò sia stato solo un episodio.

  • User Icon

    mirko

    05/12/2005 21.36.12

    Tornano i mitici Hap e Leonard (la coppia più "cult" mai esistita) e si aggrega di nuovo a loro quel tipo strambo di jim bob luke, a cui in passato é bastato poco per lasciare una traccia indelebile nella mente dei lettori (insieme anche a Marvin Hanson ormai in carrozzella e Charles, ex capo della polizia amico dei due casinari). Basta solo sapere che tornano questi mitici personaggi in una nuova avventura per comprare il libro a scatola chiusa, come tutti gli altri libri di Lansdale ovviamente. Il risultato é esplosivo come sempre, Lansdale diverte il lettore come solo lui sa fare, Hap e Leo sono in forma smagliante, seppur gli anni stiano passando anche per loro, e jim bob e sempre il solito tipaccio. Eppure non é tutto rosa e fiori. La trama scorre da Dio, ma stavolta non é la curiosità della storia o una certa tensione a portare avanti il lettore, ma semplicemente un grandioso divertimento derivato dai due protagonisti e le situazioni in cui riescono a cacciarsi ,stemperate dalle solite battute che ti fanno perdere il punto della pagina a causa delle risate. A dir la verità, la storia é un pò deboluccia e superata la metà sembra avere esaurito in fretta le cartucce, facendo accadere troppi eventi con superficialità e poca convinzione. Grande pecca a mio giudizio il finale, assolutamente troppo sbrigativo e e veloce. Come se non avesse più voglia di continuare...

  • User Icon

    Aldo Funicelli

    05/12/2005 16.02.39

    Nell'ultimo libro di Lansdale si mescolano, in una vorticosa sequenza, umorismo e battute “volgari”, a scene e situazioni di violenza senza fine. La girandola di colpi si scena e di morti costringe, ancora una volta Hap e Leonard, assieme ai vecchi compagni di altre avventure Charlie e Jim Bob Luke, a farsi giustizia da soli, laddove la giustizia non esiste o è corrotta. Hap sa che dovrà portare a termine quello che lui chiama “un lavoro da uomini”, anche se per questo dovesse morire. Come un western dei tempi moderni.

Vedi tutte le 18 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione