Stripe PDP
La casa dei naufraghi - Guillermo Rosales - copertina
Salvato in 2 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
La casa dei naufraghi
11,00 €
;
LIBRO
Venditore: Universo Libri
11,00 €
disp. immediata disp. immediata (Solo una copia)
+ 4,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Universo Libri
11,00 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Universo Libri
14,00 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Tara
5,50 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
ibs
12,75 € Spedizione gratuita
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Universo Libri
11,00 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Universo Libri
14,00 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
ibs
12,75 € Spedizione gratuita
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Tara
5,50 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi
La casa dei naufraghi - Guillermo Rosales - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

"Sono scappato dall'isola e da tutto ciò che le appartiene. Non sono un esiliato politico. Sono un esiliato totale." William Figueras è un uomo in fuga. Dalla cultura, dalla musica, dalla letteratura, dalla televisione, dalla storia e dalla filosofia di Cuba. È arrivato a Miami con in tasca nient'altro che le edizioni rilegate dei Romantici inglesi e l'illusione, coltivata al buio della sua mente, che nella Grande America riuscirà a scrivere senza paura delle persecuzioni. Ma William è malato di nervi e dopo il confino le voci che sente rimbombano forte nella testa. Talmente tanto che la zia che lo ospita deve arrendersi: "Non si poteva fare di più, lui avrebbe capito". La casa in cui viene deportato è una clinica ai limiti della realtà, un rifugio disumano dalle atmosfere asfissianti in cui i matti sono vittime condannate a una quotidianità primitiva. Non c'è salvezza, via di scampo, anche se la libertà urla al di là di quelle porte. Un giorno la pallida Francis arriva tra gli Idioti e con lei il ricordo in carne e ossa dell'amore. La speranza scioglierà per poco il gelo di quell'ultimo passaggio nella casa, e la vita riprenderà a scorrere come non aveva mai fatto prima. Romanzo autobiografico tradotto in tutto il mondo, appare ora per la prima volta in Italia. Estremo e commovente, "La casa dei naufraghi" è considerato oggi un classico della letteratura cubana.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2011
6 ottobre 2011
144 p., Brossura
9788860442291

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
enrico.s
Recensioni: 5/5

Incipit: "Il cartello recita "boarding home", pensione privata, ma io so già che quella sarà la mia tomba. E' uno di quei rifugi di emarginati dove vanno a finire le persone senza speranza. Malati di mente, per lo più. In realtà, a volte vi si trovano anziani abbandonati dalle proprie famiglie e condannati a morire in solitudine, affinchè non rovinino la vista ai parenti più fortunati, i trionfatori" ...e poco dopo: "Non sono un esiliato politico, Sono un esiliato totale". Sono solo due piccoli esempi della prosa di Rosales e della sostanza con cui è impastato il suo romanzo che forse è una semplice quanto spietata cronaca autobiografica lasciataci dall'a,, forse una metafora della condizione umana (...l'ennesima,certo, ma non bastano mai), forse un viaggio al termine della notte che alberga nell'animo umano. Non so; forse un po' di tutte e tre. Di sicuro so che quando incontri un libro come questo non lo dimentichi facilmente.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Guillermo Rosales

1946, L'Havana

Scrittore e giornalista bandito dal governo per la sua dura opposizione al totalitarismo cubano, fugge dal carcere negli anni Ottanta per trasferirsi a Miami, dove si toglierà la vita nel 1993. Malato di schizofrenia, al confino politico, in esilio dagli affetti, viene rinchiuso in una clinica psichiatrica dalla quale non farà mai ritorno. Muore all’età di 47 anni. Prima di uccidersi, distrugge la maggior parte dei suoi scritti. Il romanzo autobiografico La casa dei naufraghi (Fandango 2011), un testo segreto durante tutta la sua vita, sovversivo dopo il suicidio, è considerato il suo capolavoro.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore