Categorie

Paullina Simons

Collana: Narrativa
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 700 p. , Brossura

19 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Rosa

  • EAN: 9788817060189

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ELENA

    21/10/2016 15.21.03

    IL MIO LIBRO PREFERITO ... CHE ALTRO DIRE !!

  • User Icon

    Emy

    06/10/2016 09.45.09

    E' stato come vivere insieme a Tatiana in simbiosi..mi ha letteralmente catapultato nella loro realtà vivendo in proprio le loro gioie e dolori come se li provassi sulla mia pelle! Lo consiglio assolutamente!!!!!!!!appena ho finito di leggerlo avevo già in mano il secondo libro Tatiana & Alexander!

  • User Icon

    Melissa C.

    23/09/2016 22.41.04

    Due sole parole: AMORE PURO. L'amore che provano i protagonisti, l'amore che provo io per questo libro. Travolgente, passionale, mozzafiato. Prego di trovarne altri 1000 così! Scrittrice straordinariamente in grado di rievocare la Leningrado di un tempo, svigorita dalla guerra e dal terrore, e di suscitare grandi emozioni dal profondo dell'animo del lettore. Spettacolo. Finora, il migliore in assoluto.

  • User Icon

    Antonella M.

    16/06/2016 13.12.09

    mi spiace ma a me non è piaciuto affatto! troppo lento, finale carino ma non lo consiglio, ad un certo punto l'ho letto sfogliando velocemente.

  • User Icon

    Simon60

    12/05/2016 20.53.15

    Indubbiamente un bel romanzo, ma non privo di difetti. Innanzi tutto é estremamente lento, pagine pagine in cui non succede alcunché. Inoltre spesso si ripete e, talvolta, le elucubrazioni e le scelte di Tatiana sembrano parecchio forzate. Impeccabile é comunque lo sfondo storico. Una lettura che senz'altro consiglierei, senza per questo considerarla indimenticabile.

  • User Icon

    Vaduz

    10/05/2016 09.30.48

    Meraviglioso romanzo, potentemente evocativo, strutturato alla perfezione. Lo sfondo storico è perfettamente plausibile, i personaggi principali indimenticabili. Grande scrittrice.

  • User Icon

    Ale

    10/05/2016 09.21.47

    Il cavaliere d'Inverno è una storia ambientata nella Leningrado del 1941, prima e durante lo scoppio della guerra. Da una parte abbiamo i russi dall'altra i tedeschi che si combattono senza pensare alle numerose vittime che si porta dietro ogni scontro. Il modo in cui questa autrice riesce a descrivere i momenti di questa storia, è assolutamente unico. La Simons riesce ad immergerti completamente nello stato d'animo dei personaggi. Sei costretta a vivere in simbiosi con loro, senti il loro stesso dolore, il loro freddo e la loro fame. Perché quando la guerra è vicina, resta solo un po' di pane nero da mangiare e meno si mangia più è difficile resistere all'inverno e scappare dalle bombe. Quello di Tatiana e Alexander è un amore impossibile dietro molti punti di vista, è davvero difficile pensare ai sentimenti quando il rumore delle bombe è capace di nascondere tutto il resto. In queste condizioni, la gente lotta anche solo per un pezzo di pane e cerca di sopravvivere almeno un altro giorno fino alla razione successiva. L'unica persona in cui la famiglia di Tatiana può contare è proprio Alexander, che essendo un soldato, ha dei privilegi in più rispetto ai cittadini di Leningrado. Il ragazzo farà di tutto per tenere la famiglia di Tatiana in vita.

  • User Icon

    Sara

    30/03/2016 17.23.44

    Un capolavoro, veramente bello che nel leggerlo regala tantissime emozioni. In una Leningrado stroncata dai bombardamenti tedeschi e messa in ginocchio dal razionamento di cibo e dal famigerato inverno russo, emerge la storia d'amore tra Tatiana e Alexander, prima tenera e discreta poi sempre più passionale, decisa a rifiutarsi di stare sempre nascosta e soffocata. Tatiana e Alexander ti coinvolgono fin da quando si incontrano per la prima volta, il loro è un sentimento genuino, un amore sincero (come non ce ne sono più), tanto che ti spinge a continuare la lettura e vedere cosa ne sarà di loro, con una Guerra Mondiale sullo sfondo pronta a inghiottire qualsiasi forma di vita umana. E la famiglia di Tatiana sarà la prima a farne le spese. Tatiana si ritrova sola nella sterminata Russia, senza più nessuno dei suoi affetti più cari, Alexander invece viene mandato a combattere al fronte, vedendo morire volta volta i suoi commilitoni. E' un libro che merita, non ha nulla a che spartire con le insulse storielline di bambocci alla Federico Moccia, o con quella cretinata senza senso di 50 sfumature.

  • User Icon

    Toglietemi tutto, ma non i miei libri

    10/01/2016 18.15.13

    Un libro che fa venire le farfalle allo stomaco, pieno di sussurri tra innamorati, e parole vigorosamente ardite. Una storia in cui si respira aria d'incoscienza ed ingenuità giovanile, che vi conquisterà con la passione di due amanti che non accettano che una guerra mondiale li possa dividere. La vita di una ragazzina melodrammatica e debole, che diventa una donna impavida e forte grazie all'amore per il suo Shura. Un volume scritto con slancio, che vi torturerà fino alla fine con la mille avventure in esso racchiuse.

  • User Icon

    violoncella

    04/01/2016 11.47.15

    Il libro mi è piaciuto moltissimo fino a metà.Ho trovato molto realistica e interessante l'ambientazione storica ed ero curiosa per come sarebbe andata avanti la storia tra i due personaggi. Poi quando si arriva a Lazarevo ho trovato davvero eccessive e noiose le descrizioni della loro vita sessuale..secondo me se ne poteva fare a meno o si potevano almeno ridurre. Da lì in poi molte delle cose che accadono sono a mio avviso inverosimili o comunque si potevano approfondire e spiegare meglio. Nell'insieme sono comunque stata contenta di averlo letto e sicuramente leggerò anche il seguito. Secondo me sarebbe bastato rivedere alcune cose per renderlo un grande romanzo.

  • User Icon

    Giulia

    15/10/2015 13.43.10

    Un'occasione decisamente sprecata: la lunghezza (quasi 700 pagine a mio avviso sono troppe) lo appesantisce molto, la storia da metà libro in poi diventa un susseguirsi di momenti tragici (come se già non ne avessimo visti anche troppi nella prima parte) senza particolare caratterizzazione. L'ho amato fino a metà soprattutto per l'ambientazione storica molto curata, poi il cambio repentino di registro e soprattutto l'aggiunta di scene alla Harmony ogni due per tre decisamente superflue mi hanno fatto cambiare idea. Un gran peccato.

  • User Icon

    Roberta

    05/09/2015 23.38.29

    Il libro della mia vita. Offre uno spaccato dell'assedio di Leningrado molto minuzioso tanto che al lettore non superficiale sembrerà di esserci dentro: la povertà, la fame, il freddo, la paura... e in questa disperazione nasce un dolce amore. Per nulla scontata, questa storia insegna ad amare davvero, tenacemente e incondizionatamente, naturalmente e profondamente. Per non parlare della trilogia intera: il valore della famiglia, la fiducia nella vita e nell'amore, il tempo, l'essere stranieri.. c'è tutto, all'interno di un romanzo pure di avventura, mai banale. Questo libro mi ha insegnato a vivere.. Letto ormai 5 anni fa, ne traggo ancora forza.. e fiducia.. per me compete benissimo con i grandi classici della letteratura.

  • User Icon

    valerioboing

    26/07/2015 23.01.53

    Un romanzo molto avvincente, che ti prende dalla prima all'ultima pagina. Non vedo l'ora di leggere Tatiana&Alexander..

  • User Icon

    Giusy Spinelli

    18/07/2015 18.09.44

    Per fortuna non mi lascio influenzare dalle recensioni; leggo il riassunto e seguo l'istinto. Il giudizio su questo libro non era il massimo, ma io glielo do' eccome! Amore allo stato puro. La storia perfetta. Lo consiglio!!!

  • User Icon

    RANSIE

    28/04/2015 11.00.33

    Chi esulta per 50 sfumature di Grigio, non ha letto "il cavaliere d'inverno". Comprato per caso, questo libro è stata una bella scoperta, si presenta come un romanzo storico, si parla del periodo in cui Leningrado viene rasata al suolo dalle truppe tedesche; la seconda guerra mondiale sta mettendo in ginocchio tutta l'Europa e, la nostra protagonista Tatiana, vive con la sua numerosissima famiglia, in un appartamento disastrato della città. Via via che la guerra avanza, la situazione di vita va peggiorando... Intanto in questo triste scenario, Tatiana fa la conoscenza di Alexander; un ufficiale dell'armata rossa che s'innamora perdutamente della ragazzina che è in lei e farà di tutto per averla con se, nonostante i molteplici ostacoli della guerra ma soprattutto della famiglia. La storia è un susseguirsi di eventi e di momenti di disperazione...morte e pentimenti. Ci sono momenti molto piccanti che però resentano quasi il ridicolo facendo arrivare questo romanzo quasi alla pari di un Harmony. L'idea è buona, la narrazione lo è altrettanto, peccato che è un libro alla quale l'autrice ha voluto dedicare dei seguiti, credo che sia una lettura che doveva finire al "cavaliere d'Inverno". Il seguito "Tatiana ed Alexander" e "Il giardino D'Estate" non sono proprio all'altezza.

  • User Icon

    morgana

    26/04/2015 22.13.58

    La Russia, la guerra,l'amore...Tatiana e Alexander. Ho acquistato questo libro attratta dalla trama sperando in una storia d'amore non banale,ma sin dai primi capitoli ho avuto la sensazione di essere davanti ad un romanzo lento, ripetitivo nei dialoghi e nelle situazioni. La storia d'amore tra i due protagonisti ha davvero poco di travolgente,anzi a volte sembre portata avanti fino all'esasperazione solo per il semplice intento di portare avanti un romanzo che (forse) ridotto dell'esatta metà di numero di pagine potrebbe essere più bello e coinvolgente. Merita di sicuro la cornice della storia perchè offre un'idea calzante di quella che è la guerra: la fame, la sofferenza,la morte e la speranza che in fondo non muore mai.

  • User Icon

    misselisabethbennet

    11/04/2015 11.59.51

    ... davvero un peccato... se il libro fosse terminato all'incirca a metà sarebbe stato da 5 stelle..... una bella trama e una spettacolare caratterizzazione della guerra .. poi lo sfacelo in un harmony senza pretese con immagini di sesso ripetitivo che alla fine stancano e basta... peccato.....

  • User Icon

    Selene

    17/02/2015 01.02.44

    Il mio preferito. Amore e guerra, Tatiana, Alexander e la Russia. Mentre leggevo questo libro, mi sono spesso chiesta: "Com'è possibile provare invidia per una storia così triste? Come può tanta sofferenza e tanto dolore generare un sentimento di tale insoddisfazione?" Dopo aver letto e riletto questi tre libri, quello che è prevalso in me è stata una sensazione di pura e semplice infelicità, causata probabilmente dall'essere priva di quella qualità che si può acquisire soltanto grazie a una sofferenza che oggi, per la maggior parte di noi, non è (fortunatamente) possibile provare. Quello tra Tatiana e Alexander è un amore talmente forte, talmente puro da farti star male; perché la tua vita in confronto, piena di soldi, di vizi, di cose futili e inutili, non ti permette di comprendere che la felicità non sta nell'ottenere le cose che vogliamo, ma in tutto ciò che ci basta per vivere: In un abbraccio e in una fetta di pane. Mi sono chiesta se allora? è forse proprio la troppa felicità che oggi non ci permette di essere veramente felici. Il superfluo ci impedisce di vedere l'essenziale. Tatiana e Alexander? una storia d'amore capace di far emergere la parte migliore di ognuno di noi.

  • User Icon

    valentina

    10/02/2015 18.47.41

    E' uno di quei libri che ho comprato spinta dalle ottime recensioni. Ho letteralmente arrancato fino all'ultima pagina. Di questo libro si può salvare forse l'ambientazione storica, ma anche a questo riguardo è stato scritto di molto meglio. La storia d'amore è infantile, Tatiana è una ragazzina inesperta e succube di Alexander, il quale è una sorta di anti-eroe, falso ed opportunista, impossibile da amare come personaggio e come protagonista. Non lo consiglio a chiunque abbia superato l'adolescenza.

  • User Icon

    Laura

    03/10/2014 13.18.49

    Il Cavaliere d'Inverno è senza ombra di dubbio un libro con l'eco. Un libro come pochi che lascia il segno. Io credo vivamente che una storia come questa della Simons sia insuperabile, e sapete perché? Perché è uno di quei pochi romanzi storici e al tempo stesso drammatici che ti insegna tanto, ti fa riflettere, ti fa capire di poter superare le avversità della vita. E' una storia profonda quella di Tatiana e Alexander, che il fato ha voluto che i due si incontrassero proprio il giorno in cui Hitler dichiarò guerra alla Russia.

Vedi tutte le 39 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione