Certi momenti - Andrea Camilleri - ebook

Certi momenti

Andrea Camilleri

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 481,72 KB
Pagine della versione a stampa: 162 p.
  • EAN: 9788861907829
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quasi una vita, momento per momento, quelli più intensi che nel tempo acquistano ancora più vigore e ritornano in tutta la loro vividezza. Tanti incontri qui offerti nella forma del racconto, ognuno dei quali ha una luce, un’atmosfera e dei personaggi indimenticabili che hanno segnato soprattutto la giovinezza e l’adolescenza di Camilleri. Alcuni conosciuti negli anni più maturi, durante la sua carriera di regista teatrale e televisivo, molti altri sconosciuti, che ci riportano ai tempi del fascismo, della guerra, momenti segnati da storie che nei loro risvolti più umani e sinceri acquistano un tratto epico e la magia del ricordo assoluto perché unico nel costituire una tappa, una svolta nella formazione dello scrittore. L’anarchica, invincibile indifferenza di Antonio, insensibile ai richiami militari e agli orrori della guerra; la bellezza sorprendente dell’incontro con un vescovo libero nella mente e nel cuore; l’indelebile ricordo di quella notte di burrasca quando il padre di Camilleri andò a salvare l’eroico comandante Campanella, dato per disperso; il coraggio della “Sarduzza” e la determinazione nel difenderla dal tenente tedesco; l’ultimo saluto a “Foffa”, prostituta per necessità, sola nella vita e negli affetti. Intermezzati gli uni con gli altri ecco l’incontro con Primo Levi e i suoi silenzi, la stravaganza di Gadda e la suscettibilità di D’Arrigo, il franco scontro con Pasolini riguardo alla regia di una sua opera teatrale, poco prima della sua morte, l’impareggiabile bravura di Salvo Randone (senza dimenticare Elio Vittorini, Benedetto Croce e il quasi incontro con Antonio Tabucchi). Tra tanti personaggi si staglia un libro, quello più importante, LA CONDIZIONE UMANA di André Malraux, la cui lettura fu decisiva nel far crollare la fede fascista di Camilleri.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 5
5
5
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Rosa

    11/05/2020 15:07:50

    Ho letto questo libro tutto d’un fiato. Mi è piaciuto tantissimo. In particolare ho amato la parte in cui si evidenziava il coraggio di Sarduzza. Una piccola perla che diviene un grande capolavoro da leggere almeno una volta nella vita. Mi ha colpita anche il personaggio di David. Ottima prova stilistica di Camilleri.

  • User Icon

    Flora

    11/05/2020 13:01:55

    Lettura da consigliare per gli amanti del grande Camilleri Come sempre riesce a convolgermi nella lettura di grandi lezioni di vita

  • User Icon

    giorgio g

    13/04/2020 07:39:13

    Seguendo una tradizione ormai consolidata, assegno ai singoli capitoli del libro dei voti differenti: Antonio 8/10, La confessione 9/10, Antonio Tabucchi 6/10, Pino Trupia 9/10, Pier Paolo Pasolini 6/10, La Federala 7/10, Maria Cosenza 4/10, Un libro: La condizione umana di André Malraux 8/10, Il maresciallo Campagna 4/10, Il comandante Campanella 8/10, Roberto Morsucci 8/10, Silvano Falleni 8/10, Arthur Adamov 7/10, Virgilio Marchi 8/10, Lucio 4/10, Salvo Randone 8/10, Lia Giudice 8/10, La Sarduzza 7/10, Franco Cannarozzo 8/10, U zù Filippo 8/10, Don Sasà 8/10, Minicu 7/10, Orlando furioso e Pinocchio 8/10, Stefano D’Arrigo 7/10, Carlo Emilio Gadda 7/10, Un pomeriggio con Vittorini 7/10, Livio Garzanti 7/10, Emanuele Cassesa 8/10, l’ingegner Bertoletti 8/10, David detto Pippo 9/10, Breve incontro con Primo Levi 8/10, Benedetto Croce 7/10, Foffa 7/10. Una lettura coinvolgente, come tutte quelle di Camilleri.

  • User Icon

    Elena

    08/01/2020 14:45:21

    Camilleri racconta persone e libri,il cui intersecarsi con la sua vita ne ha determinato un arricchimento personale.I miei preferiti sono:Antonio Cuocolo,il comandante Campanella,la sarduzza,Franco Cannarozzo e David detto Pippo.Queste persone normali eppure straordinarie raccontate con affetto e ironia dal Maestro rendono questo libro una piccola perla.

  • User Icon

    Fabrizio

    19/09/2018 18:56:24

    Andrea Camilleri, lasciando da parte il Commissario Montalbano, racconta una serie di episodi della sua vita. Sia che si tratti di storie divertenti che di momenti tristi, la lettura di questo piccolo libro risulta sempre scorrevole e piacevole. Molto interessanti gli aneddoti su lati poco conosciuti di personaggi importanti (da Gadda a Pasolini o Primo Levi).

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Andrea Camilleri Cover

    Nato a Porto Empedocle (Agrigento), Andrea Camilleri ha vissuto per anni a Roma.  Dal 1939 al 1943, dopo un periodo in un collegio da cui viene espulso, studia ad Agrigento al Liceo Classico Empedocle dove ottiene la maturità classica senza dover sostenere l’esame a causa dell’imminente sbarco degli alleati in Sicilia. A giugno inizia, come ricorda lo scrittore, "una sorta di mezzo periplo della Sicilia a piedi o su camion tedeschi e italiani sotto un continuo mitragliamento per cui bisognava gettarsi a terra, sporcarsi di polvere di sangue, di paura".  S’iscrive all’Università (Facoltà di lettere) ma non si laureerà mai. Si iscrive anche al Partito Comunista.Inizia a pubblicare racconti e poesie e vince il Premio... Approfondisci
Note legali