Traduttore: M. A. Schepisi
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 4 giugno 2014
Pagine: 272 p.
  • EAN: 9788845928949
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Nel 1947, quando è nata Temple Grandin, l'autismo era stato appena battezzato e descritto da due psichiatri, che lo leggevano da prospettive pressoché opposte: Leo Kanner sembrava considerarlo un'irreparabile tragedia, mentre Hans Asperger era convinto che potesse essere compensato da qualche aspetto positivo, ad esempio una particolare originalità del pensiero e dell'esperienza, che con il tempo avrebbe magari condotto a conquiste eccezionali. Oggi, a distanza di settant'anni, il disturbo dello spettro autistico è più diffuso che mai, e viene diagnosticato a un bambino su ottantotto. Nel frattempo, tuttavia, gli studi si sono spostati dalla mente autistica al cervello autistico, dai reami della psicologia - che in passato colpevolizzava le "madri frigorifero" per carenza d'affettività - a quelli della neurologia e della genetica. Intessendo la sua esperienza personale con l'illustrazione delle ultime ricerche sulle cause e i trattamenti del disturbo, Temple Grandin, coadiuvata da Richard Panek, ci introduce agli avanzamenti del neuroimaging a risonanza magnetica e agli effetti trasformativi indotti dal nuovo approccio terapeutico mirato ai singoli sintomi che sta sostituendo le diagnosi "a taglia unica" di un tempo. Ma soprattutto ci aiuta a percepire l'autismo come modalità esistenziale alternativa...

€ 18,70

€ 22,00

Risparmi € 3,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ilaria

    13/02/2018 22:21:38

    Un libro meraviglioso. Apre la mente, sul cervello autistico ma anche sul cervello in generale. Sicuramente quello dall'interno è un punto di vista speciale, e la collaborazione tra i due autori lo rende comprensibile a tutti. Per chi è già appassionato di "cervello" è un testo stimolante. Lo stile ricorda un pò Oliver Sacks: scientifico e divulgativo, affascinante e chiaro. Da leggere e rileggere, per conoscere la storia e gli studi sull'autismo e per comprendere appieno il pensiero e i suggerimenti della Grandin. Consigliato soprattutto a chi con queste persone ci lavora e alle famiglie alle quali infonde speranza e da nuovi punti di vista.

Scrivi una recensione