Che cosa vogliono le donne. Contro i luoghi comuni su sesso e tradimento

Daniel Bergner

Traduttore: G. Lupi
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 18/02/2014
Pagine: 212 p., Brossura
  • EAN: 9788806216658
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,91

€ 14,02

€ 16,50

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Veronica

    30/09/2017 10:46:58

    Secondo il comune modo di pensare, la donna non tende al sesso come l'uomo. Al contrario di quest'ultimo, è maggiormente predisposta per ricercare l'amore e l'affetto. Il desiderio, o l'appetito sessuale, non fanno geneticamente parte di lei. Nell'immaginario collettivo, il genere femminile è quello che possiede una natura più mite e remissiva, legata all'esigenza atavica di avere figli e di unirsi all'uomo principalmente per soddisfare questo bisogno. Il sesso per la donna fa certo parte della sua vita, ma non è tenuta a ostentare il suo desiderio né a dar prova del fatto che anche lei va alla ricerca di esperienze sessuali più o meno lecite, proprio come l'uomo. Le donne sono quelle che si fanno venire continui mal di testa per tenere a bada il marito voglioso; sono quelle che preferiscono l'amore al sesso; che desiderano l'uomo che le ascolti invece di quello che se le vuole portare a letto; sono anche quelle per cui il sesso non è un fattore molto importante. L'autore di "Che cosa vogliono le donne" sviscera i risultati di recenti indagini condotte sul desiderio sessuale femminile, umano e animale, per provare che la storia dell'uomo cacciatore e della donna preda non è che una condizione mentale imposta dalla società patriarcale. Secondo gli studi, le donne, poste davanti a scene di sesso etero, gay o tra scimmie, si eccitano sempre. Le sensazioni di piacere e di desiderio sessuale fisiologico non vengono però supportate a parole dalle interessate, di cui molte si ritengono disgustate dal porno. I luoghi comuni sono, quindi, più radicati che mai nella mente di uomini e donne secondo il comune modo di pensare. Ma si tratta solo di una rigida imposizione sociale, che non rispecchia la reale percezione femminile e il loro latente desiderio sessuale. La vera natura sessuale della donna si palesa in questo libro, dall'approccio scientifico e preciso, e rivela la forza del desiderio e del piacere femminili, da sempre celati sotto la vergogna e il senso di colpa.

Scrivi una recensione