Traduttore: M. Rossari
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 281 p., Brossura
  • EAN: 9788865590362
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 4,86

€ 9,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    20/07/2017 12:26:53

    Splendido romanzo sulla realtà dell'assedio nazista di Leningrado (San Pietroburgo). Divertente e drammatica storia dell'amicizia improbabile di un cosacco scapestrato con un adolescente imbranato ma intelligente e sensibile. E, in fondo, molto fortunato.

  • User Icon

    n.d.

    20/07/2017 12:26:53

    Splendido romanzo sulla realtà dell'assedio nazista di Leningrado (San Pietroburgo). Divertente e drammatica storia dell'amicizia improbabile di un cosacco scapestrato con un adolescente imbranato ma intelligente e sensibile. E, in fondo, molto fortunato.

  • User Icon

    Grazia

    19/08/2016 20:02:32

    Un romanzo che ti cattura per trama, protagonisti, scrittura. Ultima sorpresa nei ringraziamenti dove l'autore cita un grande dimenticato della nostra letteratura: Curzio Malaparte e il suo Kaputt.

  • User Icon

    Chiara Sav

    01/03/2016 09:33:45

    Definito da tanti bellissimo, l'ho terminato questa notte e posso affermare con sincerità che sia un libro IMPRESCINDIBILE!!! Ambientato durante l'assedio dei tedeschi a Leningrado, durante l'inverno del 1941, parla di amicizia, coraggio, istinto di sopravvivenza, determinazione, forza e spegiudicatezza. Parla di guerra, di una guerra assurda e crudele, terribile e spietata, ma i protagonisti illuminano la sterminata foresta russa, nella quale stanno cercando disperatamente 12 uova per il matrimonio della figlia del maggiore, di una luce intensa... come la luna tra le nuvole. Non si può non leggerlo!!!

  • User Icon

    gino

    02/07/2015 08:46:16

    Bello , mi e' piaciuto moltissimo anche se trovo esagerato definirlo un capolavoro o uno dei migliori libri degli ultimi 5 anni. In ogni caso storia interessante , buon ritmo , personaggi vivi sullo sfondo dell'assedio di Leningrado durante la seconda guerra mondiale.

  • User Icon

    lella.1959

    28/05/2015 19:43:02

    Bello, ben scritto, una storia toccante e coinvolgente che ci proietta nella storia, nella seconda guerra mondiale, nell'assedio di Leningrado attraverso gli occhi e la storia di due ragazzi e di coloro che li circondano. Mette a nudo l'assurdità della guerra, le contraddizioni del potere senza mai perdere lo sguardo verso la vita e il fututo. Bellissimo!

  • User Icon

    alex

    14/02/2015 22:34:39

    Romanzo di formazione molto interessante. Direi uno dei lavori meglio riusciti nel lustro 2005-10. O tempora o mores non è bello con il punto esclamativo (non usato nel originale latino).

  • User Icon

    Lanz von Liebenfels

    22/12/2014 19:32:45

    Un piccolo capolavoro (divorato in una sola notte), capace di commuovere e divertire allo stesso tempo. Assolutamente da non perdere, sia per gli amanti di storia novecentesca che d'avventura.

  • User Icon

    Tolstoj

    20/12/2014 10:55:56

    Interssante la trama da racconto lungo e l'abbozzo psicologico dei protagonisti. Purtroppo l'eccessivo ricorso a termini "coloriti" spegne la poeticità di una prosa che, nonostante la bassa estrazione dei protagonisti, poteva però esser più "alta" per rispetto al tema dell'assedio di Leningrado e dei suoi migliaia di morti, peraltro ben ricostruito. Qualche dubbio sui dettagli dell'ambientazione invernale dell'azione (a gennaio la neve non si scioglie al sole, non ci sono colline intorno a San Pietroburgo, la descrizione dei percorsi urbani non è ricostruibile etc) soprattutto in quegli anni, in cui gli inverni furono tra i più rigidi. In fin dei conti un buon punto d'inizio per chi, magari giovane, vuole affrontare per la prima volta il tema dell'assedio di Leningrado.

  • User Icon

    MAURIZIO

    22/09/2014 10:52:35

    uno dei libri più belli letti negli ultimi anni: storia bellissima, personaggi ben definiti e tostissimi, ambientazione storica con dettagli che ignoravo; c'è anche spazio per qualche risata tendente al grottesco. meraviglioso

  • User Icon

    Elisa

    27/08/2014 18:12:39

    L'ho letto per puro caso e tra l'altro il titolo e la trama non mi convincevano granché. Invece è bellissimo! Ti fa ridere e ti fa piangere, ti affezioni ai personaggi come fossero tuoi amici, e vorresti che il libro continuasse per altre cento pagine! Uno dei libri più belli che ho letto quest'anno, assolutamente consigliato!

  • User Icon

    Materlab

    16/05/2014 11:57:36

    Un romanzo che scorre via con facilità ed è certamente godibile. Resta il fatto che l'autore ha trattato questa storia come fosse un romanzo ambientato nei bassifondi di Los Angeles negli anni 80, a cominciare dal linguaggio, esageratamente colorito. La distanza fisica e mentale dell'autore nel raccontare una vicenda ambientata in Russia durante la II guerra mondiale è evidente. Mezza stella in più per la trama, ma se fosse stata una storia tutta americana non se ne sarebbe accorto nessuno.

  • User Icon

    Lorso57

    05/08/2012 10:42:41

    Dopo un'introduzione sfolgorante in cui l'autore ci spiega la genesi del libro veniamo proiettati nella Leningrado del 1941 assediata dai nazisti e assistiamo ad una storia avvincente di amicizia per realizzare un obiettivo praticamente impossibile: morire o trovare 12 uova per una festa di matrimonio. Un unico appunto. il linguaggio è a mio avviso eccessivamente crudo ed esagerato in alcuni passaggi. Per il resto un'odissea fatta di fame, freddo, disperazione e felicità che coinvolge pienamente. Da leggere.

  • User Icon

    Giorgio

    26/07/2012 15:27:21

    Bello, ottima la ricostruzione storica e l'ambientazione (la Leningrado assediata dalla Wermarcht), è la storia di un ragazzo e un soldato dell'armata Rossa, tanto diversi eppuro in fondo assimilati da una forte componenente umana, oltre che da una missione dal forte contenuto simbolico, da compiere in pochi giorni. A volte si stenta a credere che Leningrado abbia potuto resistere all'abbraccio mortale asfissiante dei tedeschi, tenuto conto del fatto che nella città simbolo del regime sovietico, non era reperibile praticamente nulla e si moriva letteralmente in preda alla fame. Ma così è andata. Bello per conoscere anche la storia e per leggere un'agevole romanzo di formazione

  • User Icon

    Lupo '58

    16/07/2012 01:54:15

    Ambientato nella Leningrado assediata dai Tedeschi, è un libro che "ti prende" fin dalle prime pagine, un romanzo sull'amicizia e sull'amore, che possono nascere tra esseri umani anche in situazioni e circostanze drammatiche come quelle in cui si trova coinvolto Lev, la voce narrante del libro, nonchè nonno dell'autore. Davvero una storia bellissima, decisamente da leggere.

  • User Icon

    Salvatore Palma

    31/05/2012 07:37:06

    Nella Leningrado degli inizi degli anni Quaranta, in piena Seconda Guerra Mondiale, si devono superare molte difficoltà per sopravvivere: il freddo, la fame, l'assedio delle truppe straniere e le deportazioni. E i due giovani protagonisti (che si ritrovano insieme per circostanze casuali), ebreo l'uno e cosacco l'altro, sono costretti a mille peripezie per non soccombere. Per salvare la vita, alla fine devono portare a termine una strana commissione: trovare dodici uova per preparare la torta nuziale della figlia di un colonnello. Un finale lieto solo a metà. Un romanzo complessivamente piacevole, una miscela di divertimento e di situazioni drammatiche anche se non mancano le circostanze improbabili e un po' paradossali.

  • User Icon

    Lucatì

    25/02/2011 12:47:20

    Elegante, ironico e coinvolgente. uno dei migliori libri che abbia letto. Consigliato.

  • User Icon

    Manuela

    19/12/2010 10:52:19

    Dai commenti che avevo sentito in merito, le mie aspettative su questo libro erano molto alte. Forse è questo che non mi ha fatto apprezzare appieno la lettura. Non è che sia male, anzi: trama semplice ma originale, personaggi ottimamente caratterizzati, quadro della Russia in tempo di guerra davvero realistico..però...però..non so, non eccessivamente scorrevole tranne nel finale, che scorre troppo tanto è frettoloso. Ecco, se volessi riassumere la sensazione che ho è che, finito il libro, non ho avuto quella sensazione di tristezza che mi accompagna sempre quando finisco un libro che mi entusiasma.

  • User Icon

    alberto

    04/06/2010 19:59:53

    libro molto molto bello cui do il massimo dei voti,anche se il finale poteva essere un po piu originale.

  • User Icon

    mariangela

    12/05/2010 17:38:57

    Bellissimo libro. Una scoperta. Una storia d'amicizia tra humor e tragedia.

Vedi tutte le 42 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione