La città dei vivi - Nicola Lagioia - copertina

La città dei vivi

Nicola Lagioia

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 20 ottobre 2020
Pagine: 472 p., Rilegato
  • EAN: 9788806233334

18° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Salvato in 407 liste dei desideri

€ 20,90

€ 22,00
(-5%)

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

La città dei vivi

Nicola Lagioia

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La città dei vivi

Nicola Lagioia

€ 22,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La città dei vivi

Nicola Lagioia

€ 22,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (13 offerte da 21,34 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Tutti temiamo di vestire i panni della vittima. Viviamo nell'incubo di venire derubati, ingannati, aggrediti, calpestati. Preghiamo di non incontrare sulla nostra strada un assassino. Ma quale ostacolo emotivo dobbiamo superare per immaginare di poter essere noi, un giorno, a vestire i panni del carnefice?» Le parole di Nicola Lagioia ci portano dentro il caso di cronaca piú efferato degli ultimi anni. Un viaggio per le strade buie della città eterna, un'indagine sulla natura umana, sulla responsabilità e la colpa, sull'istinto di sopraffazione e il libero arbitrio. Su chi siamo, o chi potevamo diventare.

«"La città dei vivi" insomma è finzione al suo meglio, un particolare tipo di finzione che soffia vita nei documenti del reale»Domenico Starnone, la Lettura – Corriere della Sera

«Nicola Lagioia ci regala un magnifico paesaggio di Roma in nero [...]: qui tutto è umano – questo mondo in cui i genitori non conoscono i figli, in cui un fresco amore romantico può basarsi sulla menzogna, in cui le ossessioni torbide funzionano con esatta geometria, questo mondo è il nostro mondo»Walter Siti, Domani

«È un conto che Lagioia decide di saldare innanzitutto con se stesso, con "il segreto" che si porta dietro [...] Che trasforma quell'omicidio in una dolorosa seduta analitica non solo per lui, ma per ciascuno di noi. Padre, fratello o figlio che sia»Carlo Bonini, la Repubblica

«Prima di iniziare a leggere, mi sono chiesta come avrebbe fatto Lagioia a raccontare una storia così atroce, ambigua, contorta senza soccombere sotto il peso della responsabilità [...] Era difficilissimo. E lui ci è riuscito»Antonella Lattanzi, tuttolibri – La Stampa

Nel marzo 2016, in un anonimo appartamento della periferia romana, due ragazzi di buona famiglia di nome Manuel Foffo e Marco Prato seviziano per ore un ragazzo piú giovane, Luca Varani, portandolo a una morte lenta e terribile. È un gesto inspiegabile, inimmaginabile anche per loro pochi giorni prima. La notizia calamita immediatamente l'attenzione, sconvolgendo nel profondo l'opinione pubblica. È la natura del delitto a sollevare le domande piú inquietanti. È un caso di violenza gratuita? Gli assassini sono dei depravati? Dei cocainomani? Dei disperati? Erano davvero consapevoli di ciò che stavano facendo? Qualcuno inizia a descrivere l'omicidio come un caso di possessione. Quel che è certo è che questo gesto enorme, insensato, segna oltre i colpevoli l'intero mondo che li circonda. Nicola Lagioia segue questa storia sin dall'inizio: intervista i protagonisti della vicenda, raccoglie documenti e testimonianze, incontra i genitori di Luca Varani, intrattiene un carteggio con uno dei due colpevoli. Mettersi sulle tracce del delitto significa anche affrontare una discesa nella notte di Roma, una città invivibile eppure traboccante di vita, presa d'assalto da topi e animali selvatici, stravolta dalla corruzione, dalle droghe, ma al tempo stesso capace di far sentire libero chi ci vive come nessun altro posto al mondo. Una città che in quel momento non ha un sindaco, ma ben due papi. Da questa indagine emerge un tempo fatto di aspettative tradite, confusione sessuale, difficoltà nel diventare adulti, disuguaglianze, vuoti di identità e smarrimento. Procedendo per cerchi concentrici, Nicola Lagioia spalanca le porte delle case, interroga i padri e i figli, cercando il punto di rottura a partire dal quale tutto può succedere.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,82
di 5
Totale 17
5
14
4
3
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    angelo

    02/12/2020 15:57:57

    Ingredienti: una capitale sospesa tra fascino e declino, un delitto di cronaca vera tanto violento quanto assurdo, tre famiglie distrutte dal dolore e dai media, una ricostruzione lucida e profonda di un “mondo di mezzo” in cui tanti galleggiano, naufragano, prosperano. Consigliato: a chi vive nelle zone d’ombra rischiando di cadere nel vuoto, a chi conosce le strade più spinose e fragili della condizione umana.

  • User Icon

    Maria Vittoria

    29/11/2020 09:30:17

    Molto bello. Il disagio sociale e psicologico ha come gesto finale un terribile omicidio. Pensare che tutto questo è realmente accaduto rende il racconto ancora più intenso. Un'ottima ricostruzione fatta con sensibilità e rispetto delle persone coinvolte. Complimenti.

  • User Icon

    Cristina

    28/11/2020 11:56:53

    Mai letto niente di Lagioia prima di imbattermi nel libro La città dei vivi. Un fatto di cronaca tremendo che mi colpì moltissimo. L'autore ci accompagna nelle case dei protagonisti di quei agghiaccianti giorni, lascia parlare chi li conosce, chi li ama. Si prova a cercare di capire come si possa arrivare a esplorare l'animo più oscuro, come si possa svegliare la bestia nascosta anche nelle persone più insospettabili. Un ottimo lavoro di ricerca e una efficace narrativa.

  • User Icon

    Matteo

    25/11/2020 21:19:46

    Un ottimo libro, sembra un thriller, purtroppo è una storia vera. Interessante la volontà di scavare nelle psicologie di persone che sono state in grado di compiere un crimine orribile. I due assassini (e in misura minore la vittima) sono messi a nudo psicologicamente e vivisezionati nel loro ambiente, diventano personaggi che quasi ti sembra di conoscere, senza per questo essere mitizzati. Lettura appassionante e terribile.

  • User Icon

    vincenzo

    24/11/2020 17:12:04

    Proprio un bel libro.

  • User Icon

    AQ

    23/11/2020 16:06:57

    Concordo pienamente con le ottime recensioni precedenti. Di questo libro si può parlare per ore. Non mi interesso di cronaca nera e non conoscevo quasi la storia né il finale. Quello che più conta qui è la scrittura, evocativa e potente, pur riprendendo intere parti degli atti e numerose testimonianze. La volontà dello scrittore è di scavare, di capire, di trovare una motivazione senza esprimere giudizi. L'argomento trattato non mi avrebbe mai avvicinato al libro, ma lette le prime pagine non si può non sceglierlo. Su tutto Roma.

  • User Icon

    cecilia

    23/11/2020 11:05:18

    Durante la lettura il disagio e la sofferenza crescono di pari passo tra le pagine e in noi stessi, eppure non riusciamo a smettere e vogliamo a tutti i conti arrivare alla fine perchè ci illudiamo di trovare una verità definitiva, che invece non c'è. Ci sono i dubbi, gli interrogativi, nostri e dell'Autore, del quale apprezziamo la riflessione e il rispetto con cui conduce la sua indagine letteraria. Semplicemente, un gran bel libro.

  • User Icon

    ugoy

    22/11/2020 18:13:35

    Capolavoro. Argomento ostico ma gestito dall'autore in modo magistrale: nessuna caduta di stile, nessuna scorciatoia, scrittura alta, ariosa. Magnifico.

  • User Icon

    Ciro D'Onofrio

    22/11/2020 07:21:31

    Con un romanzo- cronaca Nicola Lagioia ripropone una dei delitti più efferati degli ultimi anni, il caso Varani. La realtà più feroce supera la fantasia e diventa lo scenario oscuro che lo scrittore monta come la pellicola di un film, raccontando una vibrante escalation di disagio, di smarrimento umano e morale, di insoddisfazione sessuale, di dipendenza e sopraffazione fino al più raccapricciante dei delitti. Una Roma pulp, che affoga senza speranza in un grandissimo vortice di corruzione, prepotenza, decadimento strutturale, topi e gabbiani famelici fa da giusto sfondo a questa storia maledetta. La dovizia di particolari, un’analisi lucidissima, la cura nel ridare voce a tutti i protagonisti, principali e minori, creano un piccolo gioiello narrativo, che amaramente denuncia il grandissimo impoverimento etico dell’umanità, ed in particolar modo dei giovani, e conferma il grande talento di uno dei migliori scrittori italiani dei nostri tempi.

  • User Icon

    roberto

    21/11/2020 17:18:04

    La discesa negli inferi di un appartamento borghese e depredato. Una città, Roma che osserva stanca e incurante ed è osservata continuamente. Lagioia questa volta colpisce pienamente nel segno raccontando da vari punti di vista una storia crudele e tragica.

  • User Icon

    Penelope

    21/11/2020 13:49:07

    Inizialmente mi sono accostata alla lettura con una certa dose di riserva, immaginavo il solito caso di cronaca romanzata. Dalle prime dieci pagine il libro mi ha letteralmente rapita e immersa nella storia. Da leggere.

  • User Icon

    domenico

    17/11/2020 18:19:14

    Due sono i protagonisti del libro, un terribile fatto di cronaca e la città di Roma “ un viaggio nell’orrore e dentro Roma”. Due ragazzi che si perdono nel momento stesso che si sono incontrati, un ragazzo vittima quasi predestinata ed una città “caotica e tremendamente cinica” che diventa lo scenario perfetto. Lagioia è un narratore coinvolgente ed instancabile, cerca una chiave di lettura, si addentra nella storia, nei personaggi con rispetto ed umanità e non nasconde disagio e sofferenza , le stesse che riesce a trasmettere al lettore

  • User Icon

    sonia

    11/11/2020 11:31:59

    Se l'autore ha tentato con quest'opera di trasmettere al lettore la comprensione empatica del male, secondo me ci è riuscito in pieno. Sono pagine che leggi con un disagio interiore crescente, percepisci l'esistenza e la "consistenza" di qualcosa di aberrante e con crescente consapevolezza. Un libro molto forte che racconta anche Roma che fa da contraltare al mostruoso delitto. Una Roma reale che noi romani viviamo esattamente così.

  • User Icon

    chiara

    02/11/2020 17:50:11

    Questo libro viene pubblicizzato con lo slogan, non poco ambizioso: "Nicola Lagioia ha scritto il suo "A sangue freddo".... Prima di leggerlo pensavo che sarebbe stato meglio volare un po' più basso. Ma dopo averlo letto mi sono ricreduta. È veramente un grande libro.

  • User Icon

    Alessandro 56

    29/10/2020 14:06:50

    Per la letteratura contemporanea Roma è un soggetto di inesauribile ricchezza narrativa. Tra i più recenti, quelli di Mazzucco, di Giacopini, di Trevi, di Lodoli, di Pecoraro , questo di Lagioia è sicuramente il più cupo e "feroce". Non solo per il fatto di cronaca nera di cui ricostruisce con acribia psicologica, sociologica e antropologica fatti, antefatti e conseguenze (anche per l'autore, che dalla "città dei morti" dopo quella esperienza sarà "scaraventato lontano" ). Roma è il 'personaggio' più presente sin dalle pagine iniziali di questo racconto "reportage", che sarebbe però riduttivo racchiudere in questa definizione; una Roma che appare sterminata, senza "confini certi", che sta per "crollare su stessa" dove gli abitanti "la consapevolezza delle cose ultime ce l'hanno nel sangue". La seconda protagonista della narrazione è l'idea che il male esiste; che la malvagità ha una "volontà propria, degli interessi propri" che, alla fine "il male chiama il male" (e qui si raccomanda il bellissimo capitolo dedicato al colonnello Giuseppe Donnarumma, pagg. 187 e segg.): insomma un male metafisico al limite del demoniaco, che si manifesta attraverso una semantica "innaturale" ( anche l'appartamento scena del delitto "trasudava malvagità" per un testimone). Un male che quasi ci aiuta, umanamente, quando possiamo effettivamente considerarlo il frutto di una "possessione", perché in tal modo lo si può "combattere senza perdere del tutto la speranza negli esseri unami". Ma, ovviamente, il libro è molto di più: una straordinaria ricostruzione di una vicenda umana sconvolgente come solo la letteratura può fare. Un libro ricco di sfumature e di pietas.

  • User Icon

    Pino58

    25/10/2020 16:50:11

    Un'indagine da cui emerge un tempo fatto di aspettative tradite, confusione sessuale, difficoltà nel diventare adulti, disuguaglianze, vuoti di identità e smarrimento. Procedendo per cerchi concentrici, Nicola Lagioia spalanca le porte delle case, interroga i padri e i figli, cercando il punto di rottura a partire dal quale tutto può succedere.

  • User Icon

    Alberta

    22/10/2020 13:53:25

    Passano gli anni e la scrittura di Lagioia si "ispessisce", prende forma in profondità, diventa più densa, intensa, matura. Sta nella logica delle cose, ma non sempre gli autori percorrono questa strada di professionalità più matura. L'aver tratto da un episodio drammatico e complesso di cronaca nera lo spunto per una ricerca sociale, politica, umana, è parte di questa maturazione. La storia vede protagonisti 3 ragazzi, una vittima e due carnefici. Ma nell'analizzare i fatti, le figure diventano meno definite, le colpe più ampie, aprendo lo sguardo all'adesso ma anche la futuro, alle ambizioni, alle speranze, ai fallimenti e ai vizi di una generazione frastornata e incerta.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente
  • Nicola Lagioia Cover

    Autore di Poesia on-line, volumetto allegato all’Annuario della poesia italiana curato da Giorgio Manacorda (Castelvecchi, 2001), per minimum fax (per cui dirige "nichel", la collana di narrativa italiana) ha pubblicato nel 2001 il suo primo romanzo, Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (senza risparmiare se stessi). Per Fazi ha pubblicato il saggio Babbo Natale. Ovvero come la Coca Cola ha colonizzato il nostro immaginario collettivo (2009). Ha pubblicato racconti in varie antologie: Patrie impure (Rizzoli 2003), La qualità dell'aria (minimum fax, 2004) che ha curato assieme a Christian Raimo, Semi di fico d'India (Nuovadimensione, 2005), Periferie (Laterza, 2006), Deandreide, dedicata a Fabrizio De André (Biblioteca Universale Rizzoli, 2006),... Approfondisci
Note legali