Il codice da Vinci (1 DVD)

The Da Vinci Code

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Da Vinci Code
Regia: Ron Howard
Paese: Stati Uniti
Anno: 2006
Supporto: DVD

36° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Giallo e thriller

Salvato in 22 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (12 offerte da 4,99 €)

Il professore americano Robert Langdon si trova a Parigi per affari quando viene convocato al Louvre, dove ha avuto luogo uno spettacolare omicidio. Le indagini di Langdon, aiutato da una giovane crittologa francese, lo porteranno a cercare il significato di un antico codice per rivelare uno dei più grandi misteri di tutti i tempi.
3,42
di 5
Totale 52
5
18
4
11
3
7
2
7
1
9
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    mattia

    26/09/2020 14:49:47

    Il film supera il libro... il libro molto soporifero

  • User Icon

    Bnz

    16/05/2020 08:32:09

    Mi è piaciuta molto tutta la saga

  • User Icon

    franci

    12/05/2020 18:15:15

    Nonostante l'indiscussa fama di questo film, tratto dall'omonimo libro, solo da recente sono riuscita a vederlo. Trama avvincente, ricca di spunti di riflessione interessanti, i colpi di scena sono veramente tanti e non mi sono per nulla annoiata. Ho visto il film tutto d'un fiato senza stancarmi e rimanendo un pò scossa dalla fine e dalla lettura, altamente alternativa, della vita di Maddalena. Lo consiglio

  • User Icon

    Francesca Simoncelli

    11/05/2020 09:59:52

    Film ispirato al romanzo di Dan Brown, narra le vicende del professore simbolista Robert alle prese con una verità sconvolgente sulla vita di Gesù, che lo porterà in un'avventura straordinaria. Da vedere assolutamente!

  • User Icon

    Rosa

    11/03/2019 11:28:40

    Uno dei miei film preferiti, trovo che sia anche abbastanza fedele al libro

  • User Icon

    Roberto

    10/03/2019 15:30:36

    Dopo aver letto il libro non potevo non guardare anche il film! Devo ammettere che è un dei pochi film che regge il confronto con il libro da cui è stato tratto. Il film è ricco d’azione sin dalle prime scene e cattura subito l’attenzione dello spettatore. Inoltre grazie all ’ambientazione e alle opere d’arte ritratte ci sono delle inquadrature meravigliose che rendono ancora più piacevole il film… Se proprio devo trovarci un difetto, forse il finale è stato un po’ troppo sbrigativo rispetto a ciò che mi sarei aspettato.

  • User Icon

    castanea

    09/03/2019 17:02:00

    Premesso che io non ho letto il libro, ho trovato il film straordinario. La storia è pazzesca, solo un genio può pensare una trama così intrigata e complessa. Allo stesso tempo si riesce a seguire bene, perché i personaggi sono molto caratterizzati e molto ben interpretati. Lo rivedrei volentieri

  • User Icon

    ziogiafo

    23/10/2017 12:51:02

    ziogiafo - Il Codice Da Vinci USA 2006 - 1^ parte - Per godersi serenamente questo film a mio avviso, bisogna partire da un solido presupposto: "Il Codice Da Vinci è semplicemente un'accattivante opera di fantasia". La magìa del cinema fa il suo mestiere… tende a magnificare la storia del romanzo, ove è possibile, nei suoi aspetti scenografici e spettacolari, come succede spesso d'altronde, raggiungendo anche quelle masse che non amano leggere i libri. Sicuramente la prerogativa del film non è quella di convalidare tesi complesse ed ipotetiche, riguardanti gli eterni dubbi umani e i misteri della vita. Al massimo può stimolare qualche interessante dibattito sul tema, dare adito a delle conseguenti riflessioni, agevolare un personale approfondimento in materia, ma da qui a gridare allo scandalo mi sembra un po’ eccessivo. Le avventure del professor Robert Langdon, esperto di simbologia, possono affascinare a prescindere. Portare sul grande schermo un bestseller di questo calibro, che ha venduto 50 milioni di copie nel mondo - perché è di questo che si parla - non può essere stata che un'impresa coraggiosa. Il film propone un bravo Tom Hanks nel ruolo di Robert Langdon, il personaggio uscito dalla penna di Dan Brown, che è anche presente in altri libri dello scrittore inglese. Robert Langdon viene convocato al Louvre, perché il curatore del famoso museo parigino è stato assassinato in circostanze misteriose. Insieme alla crittologa Sophie Neveu, Langdon riuscirà a scoprire attraverso i quadri di Leonardo Da Vinci, una pista che lo condurrà ad un'organizzazione cattolica che da oltre duemila anni custodirebbe un grande segreto. …/continua nella 2^ parte.

  • User Icon

    ziogiafo

    23/10/2017 12:48:26

    ziogiafo - Il Codice Da Vinci USA 2006 - 2^ parte - Chi ha letto il libro, avrebbe preferito nei panni del protagonista un attore forse più attempato - così appare nel romanzo - sarà per il ruolo di "vecchio" esperto di simbologia… comunque, Tom Hanks ha convinto lo stesso. Certo vuoi mettere la figura che avrebbe fatto un Donald Sutherland?... Ma sarebbe stato un altro film. Anche il monaco albino nel libro appare meno palestrato di quello della versione cinematografica. Bravo Alfred Molina nei panni del vescovo Aringarosa, anche se io ci avrei messo al suo posto un grande Sean Connery. Un azzeccato e bravissimo Ian McKellen invece, fa sicuramente la differenza. Sir Ian McKellen è impeccabile nella parte di "Teabing" l'enigmatico personaggio centrale della storia. Jean Reno è senza infamia e senza lode, nel ruolo di capitano della polizia francese. Infine ho trovato la graziosa Audrey Tautou ben collocata nel ruolo della crittologa "Sophie Neveu". Allentando un po’ il nostro noioso senso critico e passando sopra ogni tipo di sterili polemiche... di cosa stiamo parlando? "E'soltanto fiction !" A parte gli scherzi e il personale toto-giusto-casting, tutto sommato la mia opinione per questo film è positiva. La sequenza finale trasmette un senso di spiritualità, grazie alla stupenda colonna sonora di Hans Zimmer. In conclusione il film è gradevole, si lascia vedere e la regia di Ron Howard non è malvagia, anzi direi, ingiustamente criticata. Il filone storico-religioso continua ad appassionare e a suscitare grande interesse. Staremo a vedere chi si cimenterà nel prossimo futuro con il "giusto capolavoro…" ci auguriamo magari che venga fuori da un nuovo "genio" del cinema italiano. Sarebbe ora !!! - Buona visione !!! - Cordialmente, ziogiafo.

  • User Icon

    Braggart

    23/01/2013 14:57:29

    Troppa carne al fuoco...e tirato troppo per le lunghe...non mi è piaciuto tantissimo...ma riconosco che sotto altri aspetti è un capolavoro....

  • User Icon

    Elisa

    20/02/2012 11:09:08

    Mi sa che sono l'unica o una delle pochissime persone a dare un giudizio positivissimo a questo film, io l'ho trovato straordinario, mi è piaciuto tutto, la trama, i personaggi, tutto. L'ho letteralmente adorato. Una cosa mi conforta pero', non ho letto il libro e dai giudizi dati a chi il film non è piacuto ma ha letto per prima il libro e l'ha trovato bello,si prospettarà per me una bellissima lettura visto che il film mi è piacuto davvero davvero tanto.

  • User Icon

    gibolick

    29/10/2009 20:40:46

    è un film splendido che ti travolge ed affascina dall'inizio alla fine! riesce a trasportarti in luoghi misteriosi e enigmatici...facendoti vivere avventure fantastiche! penso che il film sia quasi superiore al libri il che è molto raro! la figura del monaco assassino silas è fantastica ed è stata caratterizzata dall'attore paul bettany in modo magistrale! anche tom hanks è stato splendido...il professore perfetto!! davvero emozionante! lo consiglio assolutamente!!!

  • User Icon

    stefano

    08/10/2009 13:05:23

    il libro mi è piaciuto tantissimo. il film non lo consiglio a nessuno.gli attori inespressivi e la trama lascia a desiderare.è un film piatto.

  • User Icon

    Giacomo

    16/01/2009 20:42:15

    Devo dire che il libro non mi era dispiaciuto, mi aveva appassionato. Questo "film" è una totale delusione sotto ogni aspetto, neanche preso a se, senza paragonarlo al film, lo consiglierei.

  • User Icon

    Cogito ergo sum

    19/11/2008 12:12:44

    Per fare un buon minestrone occorre una grande varietà di vegetali, ma se ci metto i cardi e l'erba gramigna diventa immangiabile. Per fare la zuppa di pesce occorre una grande varietà di pesce e frutti di mare, ma se ci metto il pesce-palla e l'olotùria diventa immangiabile. Il film "Il Codice da Vinci" è uno di questi assortimenti immangiabili. La trama è incomprensibile, la critica alla Chiesa inefficace, la violenza e il sangue abbondano inutilmente.

  • User Icon

    Maurisel

    13/07/2008 18:45:39

    Una cocente delusione : trama confusa, alcuni passaggi assolutamente incomprensibili, attori sonnolenti ed inadeguati ( ma questo chi e', il clone di Tom Hanks, certo non lui ? e l'attrice da dove e' uscita fuori, da qualche recita al dopolavoro ferroviario ? ). Tralasciamo pure la tesi della falsa divinita' di Cristo, che e' stata gia' sospettata in altre e ben piu' serie indagini, ma descritta come e' in questo film sfocia spesso nell'assurdo e nel ridicolo. A un certo punto si parla di un test del DNA sulla protagonista per accertare se e' veramente l'ultima discendente di Cristo : ma il test verrebbe fatto confrontandolo con chi ??? e via, non facciamo ridere. Caduta libera per Ron Howard , che pure in passato ci ha dato lavori notevoli. La colonna sonora di Hans Zimmer, pur pregevole a tratti, ha il grosso difetto di durare per le 2 ore e venti del film in maniera ininterrotta, finendo per diventare un vero incubo. Film da buttare nel cestino.

  • User Icon

    obender71

    12/11/2007 14:24:46

    Beh, il libro di Brown era un pastone incredibile, noiosissimo e scritto come potrebbe scriverlo, nei ritagli di tempo, una lavandaia (senza offesa per le lavandaie). Il film, dovendo fare lavoro di sintesi e compressione, riesce a rendere interessante e coinvolgente la storia raccontata (MALISSIMO) nel libro. Carino.

  • User Icon

    Michele

    21/09/2007 12:30:56

    Ho letto il libro e l'ho trovato noioso e penoso. Ma ora dopo aver visto il film, pure il libro lo batte di brutto!Ron Howard ha letteralmente tolto tutti i punti cruciali del libro!Nn spiega come mai arriva Sophie al Louvre e nn specifica che lei è una crittografa della polizia;liquida in poco più di 5 minuti gli indizi dei quadri di leonardo fino al ritorvamento della chiave;i crypex(spero d'averlo scritto giusto) li spiega all bell'e meglio;Silas si suicida nel libro,nn viene ucciso dalla polizia;il professor Langdon non è così sveglio come si vede nel film,e Sophie non è così addormentata, anche quì il regista ha stravolto il libro;IL FINALE...qui Ron Howard s'è proprio sbizzarrito a cambiarlo di sana pianta,almeno quello del libro è più interessante!Gli attori recitazione ZERO!!!E' più espressivo il volto della Gioconda che si vede (proprio poco) all'inizio del film, di loro!!! In definitiva chi non ha ancora letto il libro faccia uno sforzo a farlo(anche s'è di una noia mortale), e se proprio ci tiene si guardi questo film(che sconsiglio vivamente!!!!), perchè così noterete lo scempio sovrumano di Ron Howard!!D'accordo un libro lo si deve adattare ok,ma NON STRAVOLGERE(vedi anche Eragon,altro scempio colossale)!!!!

  • User Icon

    Alberto

    03/09/2007 14:28:17

    Risulta inevitabile non paragonare il libro con il film. Se il libro risulta leggibile, non posso dire lo stesso del film. Penso che l'unico motivo che abbia spinto Ron e Tom a cimentarsi in quest'impresa sia la paga. Il film ha un bel inizio nella galleria del Louvre, che poi diventa un road movie. Il finale poi è talmente ridicolo rovina quel poco da salvare del film. cosa rispondereste se qualcuno vi dicesse che sei l'erede di gesù? Ma stiamo scherzando!!! Ron Howard ha commesso l'errore di attenersi troppo al film, dimenticando che ciò che può essere fantasioso in un libro può diventare ridicolo al cinema. Un film che può valere al massimo come puro prodotto di intrattenimento. Ma allora cosa dobbiamo pensare di un regista come Ron Howard(a beautiful mind, cinderella man sono suoi) e di un attore del calibro di Tom Hanks?

  • User Icon

    Maria bastiani

    30/07/2007 15:29:02

    il film sarebbe bello... peccato che la Sony abbia fatto il DVD che non si riesce a leggere con il PC: Devi comprare per forza un TV e un lettore DVD .

Vedi tutte le 52 recensioni cliente
  • Produzione: Sony Pictures Home Entertainment, 2013
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 149 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Ron Howard Cover

    Propr. Ronald William H., attore e regista statunitense. Figlio di due attori, comincia prestissimo a frequentare i palcoscenici e a cinque anni debutta al cinema in Il viaggio (1959) di A. Litvak. Ben protetto dalla famiglia che vuole assicurargli un'adolescenza normale, H. riesce comunque a recitare regolarmente e la prima occasione importante arriva quando G. Lucas lo scrittura per il nostalgico American Graffiti (1973). Nel periodo 1974-80 ripropone il ruolo del teenager inesperto con il personaggio di Richie Cunningham nel fortunato telefilm Happy Days. La sua passione è però la regia e, con l'aiuto di R. Corman, nel 1977 esordisce dietro la macchina da presa con Attenti a quella pazza Rolls-Royce. Abile narratore di storie fantastiche, ottiene i primi riconoscimenti con Splash - Una... Approfondisci
  • Tom Hanks Cover

    "Propr. Thomas Jeffrey H., attore statunitense. Privo di una formazione professionale specifica, si distingue per lo stile fresco e spontaneo. Debutta come attore teatrale e televisivo e quindi s'impone al cinema prima con l'originale Splash - Una sirena a Manhattan (1984) di R. Howard, con Big (1988) di P. Marshall e poi con il sofferto ruolo di un avvocato malato di Aids in Philadelphia (1993) di J. Demme, con il quale vince l'Oscar e inaugura una parata di magistrali interpretazioni che segnano gli anni '90: vince un secondo Oscar con il premuroso idiota di Forrest Gump (1994) di R. Zemeckis, un giovane che cresce secondo i dettami del «right citizen» vecchia maniera e che imprevedibilmente raggiunge sempre miracolosamente il successo, senza però accorgersi che gli Stati... Approfondisci
  • Audrey Tautou Cover

    "Propr. A. Justine T., attrice francese. Da adolescente studia musica e recitazione. Esordisce sullo schemo con Sciampiste & Co. (1999) di Toni Marshall, che subito le vale un César come miglior attrice emergente. Grandi occhi, aria da eterna adolescente e un sorriso di disarmante simpatia, viene scelta da J.-P. Jeunet come protagonista di Il favoloso mondo di Amélie (2001), dove interpreta con grazia irresistibile il ruolo della giovane parigina che sceglie come missione quella di portare felicità nel mondo. Il travolgente successo di pubblico e i numerosissimi riconoscimenti internazionali la lanciano in brevissimo tempo tra le giovani star più amate di Francia. Abbandonato il caschetto nero di Amélie, è una giovane pittrice folle d’amore per un maturo chirurgo in M’ama non m’ama (2002)... Approfondisci
Note legali