Il codice da Vinci (2 DVD) di Ron Howard - DVD

Il codice da Vinci (2 DVD)

The Da Vinci Code

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Da Vinci Code
Regia: Ron Howard
Paese: Stati Uniti
Anno: 2006
Supporto: DVD
Numero dischi: 2
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 2,50

€ 4,99
(-50%)

Venduto e spedito da MASSIVE MUSIC STORE

Solo 1 prodotto disponibile

+ 6,99 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il professore americano Robert Langdon si trova a Parigi per affari quando viene convocato al Louvre, dove ha avuto luogo uno spettacolare omicidio. Le indagini di Langdon, aiutato da una giovane crittologa francese, lo porteranno a cercare il significato di un antico codice per rivelare uno dei più grandi misteri di tutti i tempi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,14
di 5
Totale 35
5
9
4
6
3
8
2
5
1
7
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    jack

    13/05/2009 00:50:49

    meglio il libro... ma s sa ke è difficile portare sullo skermo i pensieri dell'autore. comunque nn male!

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    26/04/2007 18:36:18

    il libro è sopravvalutato...il film è brutto, girato male e noioso...la peggiore interpretazione di Tom Hanks...

  • User Icon

    Marianna

    29/01/2007 23:50:38

    Sono rimasta decisamente delusa... Preferisco il libro... Avrei preferito come protagonista maschile Clive Owen e femminile Sophie Marceau infine avrei cambiato il modo in cui è stato reso il film... ^_^ Ho dimenticato qualcosa?

  • User Icon

    David detto Spidey

    04/01/2007 16:22:15

    Ciao questo film è semplicemente affascinante, quanto lo è il libro, anche se è solo finzione ma alcune teorie forse potrebbero essere vere, altrimenti non ci sarebbero state tutte queste polemiche, per quanto riguarda l'interpretazione degli attori è semplicemente fantastica, adesso pure Tom Hanks si destreggia bene in questi tipi di film non vedo l'ora di vedere Angeli e Demoni visto che è stato annunciato e lo dicono pure nel DVD, peccato comunque che non sia candidato all'Oscar ma lo meriterebbe, per via di questi attori Jean Reno, Ian McKellen e Audrey Tatou e Paul Bettany in ruolo assai complicato e ovviamente Tom Hanks magari come ruolo di miglior attore dell'anno!!! Se non avete letto il libro, vedetelo lo stesso ne rimmarete affascinati!!!

  • User Icon

    ren69

    29/12/2006 19:00:00

    Sinceramente a me è molto piaciuto, anche perchè è un film, quindi tutto quello che c'è dietro è pura invenzione e non può offendere nessuno.

  • User Icon

    giuseppe claudio

    25/11/2006 13:28:37

    Un film bello, onestamente mi aspettavo un pò più di tensione ma visto l'argomento che tratta, devo dire che mi ha molto affascinato. Ha scatenato l'ira dei ''credenti'' che sostengo che il cristianesimo sia stato infangato, ha stuzzicato la fantasia di altri che forse si sono lasciati trasportare un pò troppo, fatto stà che sia i primi che i secondi dovrebbero avere l'intelligenza e la lucidità di capire che è solo un film, bello brutto che sia, e di giudicarlo quindi solo da stò punto di vista, anchè perchè parla di una verità che nessuno sà e nessuno potrà mai sapere...........

  • User Icon

    Cisco

    11/11/2006 11:53:25

    Un bellissimo film che ha dato svolta alla storia cristiana.Compratelo e non ve ne pentirete

  • User Icon

    stefano

    10/11/2006 09:33:39

    ho letto il libro e visto il film con soddisfazione. Forse l'uno e l'altro avrebbero avuto minore risonanza se la chiesa non si ostinasse a lanciare i suoi anatemi su tutto e su tutti.

  • User Icon

    giuseppe verardi

    08/11/2006 16:45:23

    Tetro e noioso.

  • User Icon

    Cristina

    04/11/2006 13:52:42

    Ho letto il libro,non riuscivo a smettere,l'ho letto in 4 giorni ;ho visto il film ,che a dispetto dei commenti ,mi è piaciuto. Bravi gli interpreti ,sopratutto ,Tom Hanks che credevo non adatto alla parte,ma mi sono ricreduta. Il finale è stato un colpo di genio di Ron Howard,che non ha stravolto il senso del libro.

  • User Icon

    Samuele

    31/10/2006 14:15:10

    Il libro è stato molto intenso ed avvincente. Il film direi abbastanza soddisfacente, anche se largamente incompleto. Direi che Ron Howard se l'è cavata abbastanza bene pur raggiungiendo l'eccellenza solo in alcune scene del film...

  • User Icon

    Jackal

    28/10/2006 01:08:38

    Mettendo da parte tutte le polemiche su questo film, che io giudico esagerate ed infantili... io guardai prima il film poi il libro. Il voto 4 è dato dal fatto che il libro, come in molti altri casi, è senza dubbio superiore al film (come è logico che sia). Nonostante questo io consiglio a tutti di guardarlo. Grande colonna sonora. Grande Cast. Azzeccato, con Ian McKellen (perfetto in quel ruolo), Alfred Molina, Jean Reno,Tom Hanks e gli altri(a parte Audrey Tautou, che per me non ci stava proprio). La storia è riassunta sui punti principali, ed il cambiamento del finale rispetto al libro, permette a tutti di vedere il film. Indipendentemente se avete letto il libro o meno. A tale proposito, però, raccomando a priori: chi guarda il film, di leggere anche il libro, per poter giudicare corettamente questo film, e per apprezzarlo meglio (almeno per me). Cmq io lo consiglio a persone prive di... paraocchi. Che giudicano prima ancora di sapere cosa giudicano e che si affidano alle voci. Una cosa è certa la scena finale è fantastica! Magnifica! Mi sono venute le lacrime agli occhi! PS: basta scrivere critiche, al di fuori del giudizio del film! L'avete almeno guardato? sapete cosa criticate?

  • User Icon

    Bilbo

    26/10/2006 21:21:12

    Questo film (come del resto anche il libro) specula molto sulla voglia, tutta occidentale, insaziabile, di dissacrare il cristianesimo. L'occidente è, in un certo senso, "autolesionista". L'autore del best seller ha infangato 2000 anni di cristianesimo. Ha vergognosamente calpestato i 4 vangeli di Luca, Marco, Matteo e Giovanni, per sposare tesi artefatte, scopiazzate qua e là da scritti gnostici che risalgono a moltissimi anni dopo la venuta del Salvatore, con il vero intento di ridipingere a posteriori la figura del Nazareno a proprio "uso e consumo". Il film è davvero irritante, scontato e paradossale come il libro. Perchè, anzichè essere fieri del nostro Credo, che ci ha permesso di arrivare dove siamo arrivati, non troviamo niente di meglio da fare che infangarlo? L'occidente è vittima di se stesso; la nostra civiltà, votata al "dio denaro", che tutto autorizza purchè si arrivi al successo, alla fama, al potere e quindi alla ricchezza, rovinosamente cadrà sotto il peso della secolarizzazione e della menzogna. Conclusioni: la Verità ti renderà libero...la menzogna ti legherà per sempre alle catene del denaro e del potere terreno...che passa e non lascia traccia di se se non nell'anima...nuda, al cospetto di Dio.

  • User Icon

    LUCA

    24/10/2006 17:41:15

    PER TUTTI QUELLI CHE NON E' PIACIUTO IL FILM DICO SOLO CHE SE NON FOSSE STATO CONTRO LA CHIESA CATTOLICA TUTTI L'AVREBBERO APPLAUDITO. POSSIAMO CERTAMENTE DIRE CHE DOPO A BEUTEFULE MIND CI TROVIAMO DI FRONTE AL MIGLIOR RON HOWARD

  • User Icon

    angelo azzurro

    23/10/2006 09:34:43

    Mi soprende la meraviglia di alcuni di voi che trovano il film non avvincente senza colpi di scena....ma il libro secondo voi era tale???? Scritto da una mente diabolica solo per incassare miliardi utilizzando l'ignoranza della gente...ha funzionato! Complimenti! Ora lui si gode giustamente tutti i soldi incassati da noi poveri imbecilli

  • User Icon

    Elias

    21/10/2006 16:07:28

    Il film più atteso dei nostri tempi????? Potevano almeno dire "il film più atteso dell'anno"? Bè forse hanno fatto bene dato che quest'anno sono usciti nelle sale film come "Il Caimano" di Moretti, oppure "Volver" di Almodòvar, per non parlare di quelli che devono ancora uscire nelle sale. Comunque sia il film, anzi il dolce è venuto davvero molto bene, ogni ingrediente è stato messo in una maniera impeccabile. Ma per piacere che film è questo? L'unico scopo è quello di creare scandali, di voler "cambiare" il volto della storia, e di volersi guadagnare qualche miliardo(anche se a dir la verità è stata la chiesa a pubblicizzare il film nel tentativo di censurarlo). L'unico punto forte del film sono le musiche di Zimmer, che fanno davvero venire la pelle d'oca, per il resto posso dire che la scelta dei sottotitoli mentre parlano i francesi è davvero ridicola: si è voluto copiare uno stile come quello di "The Passion" di Gibson, dove l' era veramente indicata la scelta dei sottotitoli. Parlando del cast, posso dire che Ron Howard è riuscito a "regalarci" la peggiore interpretazione di Tom Hanks, per non parlare di quella della Tautou e di Molina. P.s. a dir la verità il punto del film che mi è piaciuto tantissimo è il modo in cui è costruita la sequenza finale, ma ripeto, solamente il modo in cui è costruita, con delle grandi riprese accompagnate dalle note di Zimmer: è stato solo dopo aver visto quella sequenza che ho deciso di mettere come voto 3.

  • User Icon

    Gianni

    20/10/2006 19:26:20

    Ho letto il libro e visto il film.....deludenti entrambi...sembra una miscela tra Indiana Jones e la serie di Omen.Sono d'accordo che il Graal l'ha trovato lo scrittore(?) e il regista...

  • User Icon

    Nicole

    15/10/2006 09:30:25

    Ho visto il film due volte al cinema. Questa settimana l'ho noleggiato e in più ho letto il libro. Che dire...acquisterò anche il dvd. Il codice da vinci non è un film memorabile, ma è comunque avvincente.

  • User Icon

    Andp

    13/10/2006 12:07:56

    Il film, pur con tutte le limitazioni temporali (anche se è piuttosto lungo, e in DVD ci sarà una versione extended con 28 minuti in più, dicono...), rispecchia il libro,che secondo me è sopravvalutato da molti; dal punto di vista letterario non è granché, ma dopo averlo letto (e l'ho letto tutto d'un fiato, perché, devo ammetterlo, ti "prende") mi sono detto: "questa è un'ottima sceneggiatura per un filmone, niente più", come lo sarebbero gli altri libri di Brown, che tra l'altro come impianto narrativo sono tutti uguali: assassinio iniziale, il cattivo che sembra cattivo ma che invece è buono, l'amico del buono che invece è il cattivo, l'oggetto della storia che sembra essere una cosa, ma che poi si rivela tutt'altro... Questo indica la pochezza dello scrittore che, trovato un filone, lo spreme come un limone, anche se il Codice è in definitiva l'ultimo della serie (Crypto, che è l'unico che non ho letto, e non so se lo farò, è addirittura precedente agli altri); non so cosa potrà propinarci di nuovo il buon Dan. Mi sa che il Codice è il suo canto del cigno. Tornando al film, la trasposizione mi sembra abbastanza ben riuscita e abbastanza fedele al testo, di cui penso non sia possibile cogliere tutte le sfumature, anche se non ce ne sono di profonde, forse la parte finale a Rosslin è trattata un po' frettolosamente, e ben ha fatto Howard a non mettere il finale un po' romanticone del libro, avrebbe rovinato tutto. Certo la prova di Tom Hanks non è al meglio delle sue, anche perché non lo vedo nella parte di Langdon, io leggendo il libro mi sarei figurato meglio un Harrison Ford ultima maniera, con la sua faccia più problematica, e neanche la Tatou rispecchia fisicamente la protagonista del libro. Jean Reno immaginavo sarebbe stato il poliziotto e, anche se fisicamente è diverso dal suo alter ego cartaceo, fa la sua parte in modo convincente. Ian MCKellen è meglio che faccia Gandalf. Comunque il film alla fine non mi è dispiaciuto, ed una visione in DVD la merita.

  • User Icon

    tiziana

    10/10/2006 13:39:16

    l libro e fantastico, ho atteso il film con impazienza e devo dire che in confronto ad altri film che ho visto (di quelli tratti da un libro) questo e stato fatto veramente bene son pochi i particolari tralasciati. ho letto tutti i libri dopo il codice da vinci e sinceramente preferisco questo e il secondo. gli altri mi han deluso un po. tiziana da gattinara

Vedi tutte le 35 recensioni cliente
  • Produzione: Sony Pictures Home Entertainment, 2013
  • Distribuzione: Sony Pictures Home Entertainment
  • Durata: 172 min
  • Lingua audio: Inglese (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Ron Howard Cover

    Propr. Ronald William H., attore e regista statunitense. Figlio di due attori, comincia prestissimo a frequentare i palcoscenici e a cinque anni debutta al cinema in Il viaggio (1959) di A. Litvak. Ben protetto dalla famiglia che vuole assicurargli un'adolescenza normale, H. riesce comunque a recitare regolarmente e la prima occasione importante arriva quando G. Lucas lo scrittura per il nostalgico American Graffiti (1973). Nel periodo 1974-80 ripropone il ruolo del teenager inesperto con il personaggio di Richie Cunningham nel fortunato telefilm Happy Days. La sua passione è però la regia e, con l'aiuto di R. Corman, nel 1977 esordisce dietro la macchina da presa con Attenti a quella pazza Rolls-Royce. Abile narratore di storie fantastiche, ottiene i primi riconoscimenti con Splash - Una... Approfondisci
  • Tom Hanks Cover

    "Propr. Thomas Jeffrey H., attore statunitense. Privo di una formazione professionale specifica, si distingue per lo stile fresco e spontaneo. Debutta come attore teatrale e televisivo e quindi s'impone al cinema prima con l'originale Splash - Una sirena a Manhattan (1984) di R. Howard, con Big (1988) di P. Marshall e poi con il sofferto ruolo di un avvocato malato di Aids in Philadelphia (1993) di J. Demme, con il quale vince l'Oscar e inaugura una parata di magistrali interpretazioni che segnano gli anni '90: vince un secondo Oscar con il premuroso idiota di Forrest Gump (1994) di R. Zemeckis, un giovane che cresce secondo i dettami del «right citizen» vecchia maniera e che imprevedibilmente raggiunge sempre miracolosamente il successo, senza però accorgersi che gli Stati... Approfondisci
  • Audrey Tautou Cover

    "Propr. A. Justine T., attrice francese. Da adolescente studia musica e recitazione. Esordisce sullo schemo con Sciampiste & Co. (1999) di Toni Marshall, che subito le vale un César come miglior attrice emergente. Grandi occhi, aria da eterna adolescente e un sorriso di disarmante simpatia, viene scelta da J.-P. Jeunet come protagonista di Il favoloso mondo di Amélie (2001), dove interpreta con grazia irresistibile il ruolo della giovane parigina che sceglie come missione quella di portare felicità nel mondo. Il travolgente successo di pubblico e i numerosissimi riconoscimenti internazionali la lanciano in brevissimo tempo tra le giovani star più amate di Francia. Abbandonato il caschetto nero di Amélie, è una giovane pittrice folle d’amore per un maturo chirurgo in M’ama non m’ama (2002)... Approfondisci
Note legali