Recensioni Il codice da Vinci (2 DVD)

Il codice da Vinci (2 DVD) Tom Hanks, Audrey Tautou, Ian McKellen, Jean Reno, Paul Bettany, Alfred Molina, Jurgen Prochnow Sony Pictures Home Entertainment
  • User Icon
    13/05/2009 00:50:49

    meglio il libro... ma s sa ke è difficile portare sullo skermo i pensieri dell'autore. comunque nn male!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/04/2007 18:36:18

    il libro è sopravvalutato...il film è brutto, girato male e noioso...la peggiore interpretazione di Tom Hanks...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/01/2007 23:50:38

    Sono rimasta decisamente delusa... Preferisco il libro... Avrei preferito come protagonista maschile Clive Owen e femminile Sophie Marceau infine avrei cambiato il modo in cui è stato reso il film... ^_^ Ho dimenticato qualcosa?

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/01/2007 16:22:15

    Ciao questo film è semplicemente affascinante, quanto lo è il libro, anche se è solo finzione ma alcune teorie forse potrebbero essere vere, altrimenti non ci sarebbero state tutte queste polemiche, per quanto riguarda l'interpretazione degli attori è semplicemente fantastica, adesso pure Tom Hanks si destreggia bene in questi tipi di film non vedo l'ora di vedere Angeli e Demoni visto che è stato annunciato e lo dicono pure nel DVD, peccato comunque che non sia candidato all'Oscar ma lo meriterebbe, per via di questi attori Jean Reno, Ian McKellen e Audrey Tatou e Paul Bettany in ruolo assai complicato e ovviamente Tom Hanks magari come ruolo di miglior attore dell'anno!!! Se non avete letto il libro, vedetelo lo stesso ne rimmarete affascinati!!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/12/2006 19:00:00

    Sinceramente a me è molto piaciuto, anche perchè è un film, quindi tutto quello che c'è dietro è pura invenzione e non può offendere nessuno.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/11/2006 13:28:37

    Un film bello, onestamente mi aspettavo un pò più di tensione ma visto l'argomento che tratta, devo dire che mi ha molto affascinato. Ha scatenato l'ira dei ''credenti'' che sostengo che il cristianesimo sia stato infangato, ha stuzzicato la fantasia di altri che forse si sono lasciati trasportare un pò troppo, fatto stà che sia i primi che i secondi dovrebbero avere l'intelligenza e la lucidità di capire che è solo un film, bello brutto che sia, e di giudicarlo quindi solo da stò punto di vista, anchè perchè parla di una verità che nessuno sà e nessuno potrà mai sapere...........

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/11/2006 11:53:25

    Un bellissimo film che ha dato svolta alla storia cristiana.Compratelo e non ve ne pentirete

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/11/2006 09:33:39

    ho letto il libro e visto il film con soddisfazione. Forse l'uno e l'altro avrebbero avuto minore risonanza se la chiesa non si ostinasse a lanciare i suoi anatemi su tutto e su tutti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/11/2006 16:45:23

    Tetro e noioso.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/11/2006 13:52:42

    Ho letto il libro,non riuscivo a smettere,l'ho letto in 4 giorni ;ho visto il film ,che a dispetto dei commenti ,mi è piaciuto. Bravi gli interpreti ,sopratutto ,Tom Hanks che credevo non adatto alla parte,ma mi sono ricreduta. Il finale è stato un colpo di genio di Ron Howard,che non ha stravolto il senso del libro.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/10/2006 14:15:10

    Il libro è stato molto intenso ed avvincente. Il film direi abbastanza soddisfacente, anche se largamente incompleto. Direi che Ron Howard se l'è cavata abbastanza bene pur raggiungiendo l'eccellenza solo in alcune scene del film...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/10/2006 01:08:38

    Mettendo da parte tutte le polemiche su questo film, che io giudico esagerate ed infantili... io guardai prima il film poi il libro. Il voto 4 è dato dal fatto che il libro, come in molti altri casi, è senza dubbio superiore al film (come è logico che sia). Nonostante questo io consiglio a tutti di guardarlo. Grande colonna sonora. Grande Cast. Azzeccato, con Ian McKellen (perfetto in quel ruolo), Alfred Molina, Jean Reno,Tom Hanks e gli altri(a parte Audrey Tautou, che per me non ci stava proprio). La storia è riassunta sui punti principali, ed il cambiamento del finale rispetto al libro, permette a tutti di vedere il film. Indipendentemente se avete letto il libro o meno. A tale proposito, però, raccomando a priori: chi guarda il film, di leggere anche il libro, per poter giudicare corettamente questo film, e per apprezzarlo meglio (almeno per me). Cmq io lo consiglio a persone prive di... paraocchi. Che giudicano prima ancora di sapere cosa giudicano e che si affidano alle voci. Una cosa è certa la scena finale è fantastica! Magnifica! Mi sono venute le lacrime agli occhi! PS: basta scrivere critiche, al di fuori del giudizio del film! L'avete almeno guardato? sapete cosa criticate?

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/10/2006 21:21:12

    Questo film (come del resto anche il libro) specula molto sulla voglia, tutta occidentale, insaziabile, di dissacrare il cristianesimo. L'occidente è, in un certo senso, "autolesionista". L'autore del best seller ha infangato 2000 anni di cristianesimo. Ha vergognosamente calpestato i 4 vangeli di Luca, Marco, Matteo e Giovanni, per sposare tesi artefatte, scopiazzate qua e là da scritti gnostici che risalgono a moltissimi anni dopo la venuta del Salvatore, con il vero intento di ridipingere a posteriori la figura del Nazareno a proprio "uso e consumo". Il film è davvero irritante, scontato e paradossale come il libro. Perchè, anzichè essere fieri del nostro Credo, che ci ha permesso di arrivare dove siamo arrivati, non troviamo niente di meglio da fare che infangarlo? L'occidente è vittima di se stesso; la nostra civiltà, votata al "dio denaro", che tutto autorizza purchè si arrivi al successo, alla fama, al potere e quindi alla ricchezza, rovinosamente cadrà sotto il peso della secolarizzazione e della menzogna. Conclusioni: la Verità ti renderà libero...la menzogna ti legherà per sempre alle catene del denaro e del potere terreno...che passa e non lascia traccia di se se non nell'anima...nuda, al cospetto di Dio.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/10/2006 17:41:15

    PER TUTTI QUELLI CHE NON E' PIACIUTO IL FILM DICO SOLO CHE SE NON FOSSE STATO CONTRO LA CHIESA CATTOLICA TUTTI L'AVREBBERO APPLAUDITO. POSSIAMO CERTAMENTE DIRE CHE DOPO A BEUTEFULE MIND CI TROVIAMO DI FRONTE AL MIGLIOR RON HOWARD

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/10/2006 09:34:43

    Mi soprende la meraviglia di alcuni di voi che trovano il film non avvincente senza colpi di scena....ma il libro secondo voi era tale???? Scritto da una mente diabolica solo per incassare miliardi utilizzando l'ignoranza della gente...ha funzionato! Complimenti! Ora lui si gode giustamente tutti i soldi incassati da noi poveri imbecilli

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/10/2006 16:07:28

    Il film più atteso dei nostri tempi????? Potevano almeno dire "il film più atteso dell'anno"? Bè forse hanno fatto bene dato che quest'anno sono usciti nelle sale film come "Il Caimano" di Moretti, oppure "Volver" di Almodòvar, per non parlare di quelli che devono ancora uscire nelle sale. Comunque sia il film, anzi il dolce è venuto davvero molto bene, ogni ingrediente è stato messo in una maniera impeccabile. Ma per piacere che film è questo? L'unico scopo è quello di creare scandali, di voler "cambiare" il volto della storia, e di volersi guadagnare qualche miliardo(anche se a dir la verità è stata la chiesa a pubblicizzare il film nel tentativo di censurarlo). L'unico punto forte del film sono le musiche di Zimmer, che fanno davvero venire la pelle d'oca, per il resto posso dire che la scelta dei sottotitoli mentre parlano i francesi è davvero ridicola: si è voluto copiare uno stile come quello di "The Passion" di Gibson, dove l' era veramente indicata la scelta dei sottotitoli. Parlando del cast, posso dire che Ron Howard è riuscito a "regalarci" la peggiore interpretazione di Tom Hanks, per non parlare di quella della Tautou e di Molina. P.s. a dir la verità il punto del film che mi è piaciuto tantissimo è il modo in cui è costruita la sequenza finale, ma ripeto, solamente il modo in cui è costruita, con delle grandi riprese accompagnate dalle note di Zimmer: è stato solo dopo aver visto quella sequenza che ho deciso di mettere come voto 3.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/10/2006 19:26:20

    Ho letto il libro e visto il film.....deludenti entrambi...sembra una miscela tra Indiana Jones e la serie di Omen.Sono d'accordo che il Graal l'ha trovato lo scrittore(?) e il regista...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/10/2006 09:30:25

    Ho visto il film due volte al cinema. Questa settimana l'ho noleggiato e in più ho letto il libro. Che dire...acquisterò anche il dvd. Il codice da vinci non è un film memorabile, ma è comunque avvincente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/10/2006 12:07:56

    Il film, pur con tutte le limitazioni temporali (anche se è piuttosto lungo, e in DVD ci sarà una versione extended con 28 minuti in più, dicono...), rispecchia il libro,che secondo me è sopravvalutato da molti; dal punto di vista letterario non è granché, ma dopo averlo letto (e l'ho letto tutto d'un fiato, perché, devo ammetterlo, ti "prende") mi sono detto: "questa è un'ottima sceneggiatura per un filmone, niente più", come lo sarebbero gli altri libri di Brown, che tra l'altro come impianto narrativo sono tutti uguali: assassinio iniziale, il cattivo che sembra cattivo ma che invece è buono, l'amico del buono che invece è il cattivo, l'oggetto della storia che sembra essere una cosa, ma che poi si rivela tutt'altro... Questo indica la pochezza dello scrittore che, trovato un filone, lo spreme come un limone, anche se il Codice è in definitiva l'ultimo della serie (Crypto, che è l'unico che non ho letto, e non so se lo farò, è addirittura precedente agli altri); non so cosa potrà propinarci di nuovo il buon Dan. Mi sa che il Codice è il suo canto del cigno. Tornando al film, la trasposizione mi sembra abbastanza ben riuscita e abbastanza fedele al testo, di cui penso non sia possibile cogliere tutte le sfumature, anche se non ce ne sono di profonde, forse la parte finale a Rosslin è trattata un po' frettolosamente, e ben ha fatto Howard a non mettere il finale un po' romanticone del libro, avrebbe rovinato tutto. Certo la prova di Tom Hanks non è al meglio delle sue, anche perché non lo vedo nella parte di Langdon, io leggendo il libro mi sarei figurato meglio un Harrison Ford ultima maniera, con la sua faccia più problematica, e neanche la Tatou rispecchia fisicamente la protagonista del libro. Jean Reno immaginavo sarebbe stato il poliziotto e, anche se fisicamente è diverso dal suo alter ego cartaceo, fa la sua parte in modo convincente. Ian MCKellen è meglio che faccia Gandalf. Comunque il film alla fine non mi è dispiaciuto, ed una visione in DVD la merita.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/10/2006 13:39:16

    l libro e fantastico, ho atteso il film con impazienza e devo dire che in confronto ad altri film che ho visto (di quelli tratti da un libro) questo e stato fatto veramente bene son pochi i particolari tralasciati. ho letto tutti i libri dopo il codice da vinci e sinceramente preferisco questo e il secondo. gli altri mi han deluso un po. tiziana da gattinara

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/10/2006 21:50:26

    Bel film, non c'è che dire. Ma non rende particolarmente quello che c'è nel libro. In primis, la trama del libro si dipana abilmente pagina per pagina, mentre la pellicola scorre ma lascia punti interrogativi, qualche buco e diverse frammentazioni. Un prodotto curato e ben fatto, piacevole e abbastanza coinvolgente, ma a tratti prende la via del surreale e non rende assolutamente la complessità e la logica dell'intreccio, su cui si basa il successo del libro. Quanto alle polemiche...che il libro susciti reazione preoccupate da parte della Chiesa è abbastanza comprensibile, ma che il film possa fare altrettanto mi pare assolutamente improbabile...leggere (PRIMA) e guardare (POI) per credere. Un consiglio: sarebbe auspicabile evitare di entusiasmarsi e prendere per rivelazioni eclatanti e verità indiscutibili le conclusioni a cui porta il libro...prima perché sono confermate e smentite a più riprese, ma mai approfondite; poi perché sono spunti che invitano il lettore a informarsi e approfondire, ben sapendo che risultati certi non ce ne sono. Unica realtà indiscutibile del Codice.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/09/2006 00:59:59

    Troppo didascalico, sembra quasi un documentario. Per quanto gli attori siano tutti di primo livello, il film non decolla, la recitazione è piatta, i personaggi appena abbozzati, privi di spessore. Non mi è piaciuto. Voto 2/5

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/09/2006 16:04:58

    Eh, già... anche con il film ci troviamo nelle stesse paludi percorse leggendo il libro... certo che definire questo bel «baraccone» il film più brutto e inutile della storia del cinema (Elisa, 9.7.2006) va oltre il senso di dare un commento su questo sito. Elisa dica che il film non le è piaciuto, punto e basta. Abbiamo un regista solido e affidabile come Ron Howard; attori di notevole levatura (Ian McKellen, ad esempio, che ricordo scippato dell'Oscar per «Demoni e dei» nientemeno che da Benigni!!!!!!!); una storia comunque intrigante e originale (sia essa verosimile o meno)... insomma, cosa vogliamo da un film? Il fatto poi che tutta una platea di un cinema scoppi a ridere sul finale mi fa riflettere sulle personalità che popolano il luogo dove questa proiezione ha avuto luogo... non so che altro dire. Per me si tratta di un ottimo prodotto, creato bene, ben girato, ben recitato, tecnicamente notevole, e questo è sufficiente per dire che un film ha assolto degnamente al suo compito.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/09/2006 17:16:54

    Il film segue perfettamente il libro, riuscendo ad infilare nelle immagini praticamente tutti i contenuti del libro stesso, anche se a volte solo abbozzati. Come trasposizione cinematografica di un romanzo, e' persino troppo fedele all'originale. I personaggi di Brown prendono tutti vita perfettamente e assumono nella memoria il volto che gli attori hanno loro prestato. E questo non e' merito da poco. Ovvio ch eil film si veda in modo diverso in funzione dell'aver o meno letto e apprezzato il libro. Ma anche senza il supporto della conoscenza della tram, rimane un buon film che emoziona fino alla fine. Unico vero neo, la recitazione di Hanks, decisamente a livello pessimo, che fa precipitare il mio voto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/07/2006 19:27:30

    Smettetela di fare moralismi e finte critiche. Il film emoziona, specialmente gli ultimi tre minuti quando Tom Hanks si inchina davanti alla piramide. La sceneggiatura segue perfettamente il libro ed è ben costruita, le musiche sono perfette alla storia e il film, non sarà un capolavoro del cinema, ma si lascia guardare. Cosa pensavate di vedere??? Il film più bello della storia del cinema???

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/07/2006 11:32:59

    Chi ha letto il libro non può che rimanere deluso dal film (come molte volte accade). Il momento più bello quando a casa dell'inglese si capisce il vero segreto, il vero Graal. Per il resto niente di particolare. Personalmente ho letto tutto Dan Brown (anche Crypto) e spero di non avere il piacere di vedere altri film ispirati ai suoi libri. PS: il vero Graal l'ha trovato DAN, nel XXI secolo!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    16/07/2006 19:51:38

    Il film è assolutamente il più bello che sia mai uscito dal 1 Gennaio 2006, prenotatevelo, compratevelo, godetevelo. E ancora un altra cosa, comprate anche il libro, è assolutamente stupendo

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    16/07/2006 14:15:25

    Jacques Sauniere corre nel buio del Louvre notturno mentre è inseguito da Paul Bettany-Silas, in parallelo il professor Tom Hanks-Robert Langdon dà il significato di alcuni simboli. E' forse il momento più bello del film, proprio come lo avevamo immaginato leggendo il libro. Purtroppo però, dopo questo momento, la noia si sparge per tutto il film. Infatti Ron Howard non riesce in quello che era riuscito facilissimo a Dan Brown, ovvero trasformare una storia assai esile (in fondo non succede quasi niente per tutto il film) in un avvincente thriller con colpo di coda finale, il regista statunitense sembra invece troppo preoccupato(anche per colpa di Akiva Goldsman) di trasformare una storia graffiante in una favoletta per tutti, decisamente troppo politically correct. Comunque il talento visivo c'è e lo dimostrano la già descritta sequenza iniziale e la splendida sequenza finale. Purtroppo, nonostante i bravi attori (a parte i due protagonisti, Tom Hanks troppo impacciato e Audrey Tautou troppo monocorde), il film scade spesso in dialoghi di cattivo gusto. Tra gli attori, da segnalare un dolente Paul Bettany che ritaglia il personaggio più interessante di tutto il film, il divertito Ian McKellen, luciferino come non mai, e Jean Reno, che recita in francese. Inutile l'apporto di Alfred Molina. Resta quindi un film fiacco, che non merita di essere osannato, ma che non merita neanche le troppe e assurde critiche dei più.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/07/2006 11:09:36

    Assolutamente deludente! Dopo avere letto il libro tutto d'un fiato, non vedevo l'ora di gustarmi la sua trasposizione cinematografica, ma il film non si è rivelato all'altezza delle mie aspettative. Poca suspence rispetto al libro, si poteva fare di più con la sceneggiatura che è inconsistente e soprattutto con i dialoghi, la recitazione è sotto le righe in particolare quella di Tom Hanks (ma che gli è successo? è un attore straordinario di solito!) e della Tatou e non capisco il perchè di alcune modifiche e stravolgimenti rispetto al testo! Sarà che sono una donna e mi piace il lato romantico della vita, ma perchè avere eliminato la storia d'amore nascente tra Langdon e Sophie? E il fratello di Sophie? Dov'è andato a finire?

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/07/2006 19:27:24

    Sarebbe meglio evitare di definire questo film un thriller, perchè chi non l'ha ancora visto rischia di farsi un'idea sbagliata. Quando andai a vederlo, ricordo che nel momento clou del film, quello durante il quale lo spettatore dovrebbe essere concentratissimo nonchè sbalordito per l'arcano finalmente svelato, il pubblico che era in sala con me proruppe in uno scroscio di risate che sembrava di stare davanti a un film di Totò. La cosa mi colpì molto, perchè mai avevo sentito il pubblico di un cinema sbottare a ridere all'unisono come in questo caso, neanche davanti al più demenziale dei film comici. Il giudizio sul film non può che essere basso, diciamo pure che si gioca con pochi altri la palma di film più brutto e inutile della storia del cinema. Avergli dato il titolo del libro è stata una bella trovata dei pubblicitari, ma resta comunque un inganno. Si è approfittato dell'ingenuità degli estimatori di quel testo per far loro ingoiare la solita storiella scontata dell'eroe di turno, la donna dell'eroe e il vecchio cattivone; Solo che questa volta non sono riusciti ad evitare di scendere nel ridicolo, al punto che allo spettatore di quando in quando sorge il dubbio se non si tratti in realtà di una parodia. Insomma, un fenomeno cinematografico basato esclusivamente sulla pubblicità, per un'opera più adatta alla programmazione delle TV locali che alle sale cinematografiche. Per chi non ha avuto ancora la possibilità di vederlo, il mio consiglio è di avvicinarsi a questo film con molta ironia. Non aspettatevi un giallo o un thriller, perchè rimarrete delusi. Aspettatevi invece una divertita presa in giro di noi spettatori boccaloni affamati di mistero: non credo fosse questa l'intenzione iniziale del regista o del produttore, ma è esattamente il risultato che hanno ottenuto.

    Leggi di più Riduci