Categorie

Simon Singh

Curatore: S. Galli
Collana: La Scala. Saggi
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
Pagine: 414 p. , ill.
  • EAN: 9788817125390

scheda di Stellato, M. L'Indice del 2000, n. 06

recensione pubblicata per l'edizione del 2000 Per sfuggire alle cento orecchie del gi… occhialuto arcivescovo di Salisburgo, Wolfgang Amadeus Mozart nella corrispondenza col padre scriveva in codice. Ma il bisogno di difendere un messaggio da spioni interessati, o pettegoli curiosi, Š antico come il mondo; esiste una scienza dal suo particolare fascino, la crittografia, che studia il modo di occultare e decifrare una scrittura dai significati nascosti.La sua storia, raccontata in Codici & Segreti di Simon Singh, Š costellata di fatti gustosi, aneddoti suggestivi; che testimoniano quanto gli antichi, pur poveri di mezzi, fossero ricchi di fantasia e inventiva.Ne Š conferma leggere che nel V secolo a.C., per mandare un messaggio segreto dalla Persia in Grecia, non ebbero di meglio che scriverlo sul cuoio capelluto di un corriere con la testa rapata.L'informatore doveva recapitare ai Greci la notizia che Serse, il re di Persia, si stava armando contro Sparta e Atene. E part, il latore, solo quando gli furono ricresciuti i capelli; facendosi di nuovo rasare arrivato a destinazione per mostrare il messaggio.Un po' macchinoso, per• l'informazione non venne intercettata dalle guardie persiane. L'autore del libro Š un inglese nato nel Somerset, professore di fisica che ha gi… pubblicato due anni fa L'ultimo teorema di Fermat, con cui ha iniziato ai misteri della matematica migliaia e migliaia di lettori.Come dire un maestro della divulgazione scientifica. Dall'antica Grecia ai nostri giorni, dai geroglifici della Stele di Rosetta a Internet, sempre inseguendo i percorsi della scrittura in codice, lungo tremila anni di storia, scoprendo con stupore quanto sia stato sempre profondo il bisogno dell'uomo di secretare le sue comunicazioni, continuamente inventando nuovi sistemi per scrivere in codice; per difesa, per gioco, o per l'oscuro fascino dell'occulto.La crittografia non Š una scienza di scarsi cultori, rara, o solo per iniziati: Š la lingua dello spionaggio e del controspionaggio, del celebre Sherlock Holmes esperto di scritture cifrate, di Edgar Allan Poe, ritenuto il pi— grande crittografo dei suoi tempi. Singh ricostruisce tra l'altro la controversia, non certo cavalleresca, del 1824, tra Jean-Fran‡ois Champollion e l'inglese Thomas Young, per la paternit… della decifrazione dei geroglifici egiziani, e spiega i principi di funzionamento di Enigma - la macchina tedesca che, durante la seconda guerra mondiale, criptava i messaggi del comando centrale per garantire il segreto militare.A pagine di erudizione e di storia si alternano pagine di suspense degne di una spy story.

Michele Stellato

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    vitaliano bacchi

    10/05/2014 12.35.29

    Abbiamo solo una possibilità di risolvere le incognite che contano nella guerra o negli affari o in qualunque altro ambito sociale in cui l'intelligenza della soluzione determina la modificazione del precedente ordine. Decifrato Enigma e quindi risolta l'incognita che ne ha consentito la intelligenza, l'ordine militare della guerra dell'atlantico su è rovesciato. Siamo del parere che la decrittazione di cui l'opera di Singh costituisce un manuale finanche con esercizi rappresenti una tecnica fondamentale in questo ambito e lo prova la teoria di Shannon della informazione e del suo codice matematico remoto che assegna a questa tecnica una scelta prioritaria rispetto ogni altro piano di intelligenza della informazione. Che è invariabilmente un piano sociale e di campo; l'informazione ha una assiomatica teoria di campo e la decrittazione ne costituisce elemento essenziale. Un campo sociale è strutturato secondo codici di informazione che sono semplici, come il codice della strada, o complessi come i codici di accesso ai messaggi dei terroristi o alla identità dell'assaassino. Sono codici mai palesi e la decrittazione serve a svelarli a renderli intelligibili. A pagina 185 la spiegazione dei messaggi provocatori della RAF che inducevano la marina tedesca a segnalare le mine sganciate ad hoc dagli alleati per decrittarne le cordinate geografiche di provenienza spiega anche la più recente approssimazione per via di decrittazione del nascondiglio di Bin Laden col sistema "Nautilus" dell'informatico americano Leetaru. Un sistema intelligente, quelli di decrittazione lo sono tutti, che dal testo del telegiornale di Al Jaazera ha ricavato per via puramente logica coordinate di approssimazione alla tana di Bin Laden. Geniale nel libro la epistemica di riduzione della codificazione alla matematica oggettiva pura, senza cioè le teorie dei matematici, che nel testo vengono considerate ragione di dannosa vanteria non di utile computo, la sola funzione richiesta

  • User Icon

    Gianni F

    30/01/2010 00.06.46

    Bellissimo libro, ma la perla è il capitolo dedicato alle macchine Enigma, geniale invenzione di un regime sanguinario che da solo vale l'acquisto del libro.

  • User Icon

    Fabrizio

    03/12/2009 11.45.08

    "Iniziato" alla crittografia da un professore di informatica, leggendo le varie recensioni ho recentemente comprato questo libro, convinto dalle qualità di divulgatore scientifico dell'autore. E ho fatto bene! Singh riesce a narrare in modo molto chiaro i principali metodi crittografici, senza disdegnare note "triviali" e, come suo solito, una descrizione degli uomini che stanno dietro le varie scoperte. Purtroppo pare un pò "obsoleta" la parte finale dedicata all'informatica ed Internet... ma d'altronde il libro è stato scritto 10 anni fa! Assolutamente da non perdere!

  • User Icon

    Damiano

    02/09/2009 21.57.00

    Geniale! Un libro interessantissimo. Non trovo altre parole!! Un obbligo per gli informatici come me. Inoltre consiglio vivamente la lettura a tutti coloro che mettono in dubbio l'utilità o la funzione della matematica nella vita quotidiana. Ecco a voi alcuni esempi pratici e davvero entusiasmanti.

  • User Icon

    Luigi

    26/01/2009 11.59.26

    Libro fantastico, letto in paio di giorni. Fa veramente riflettere sull'evoluzione tecnologica dei sistemi di cifratura e delle reali capacità dell'uomo in quest'ambito. Da leggere !!!

  • User Icon

    Manuele Marconi

    09/01/2007 14.54.47

    Bel libro, si legge bene e fila via che è un piacere. Non consigliato a quanti cercano un manuale pratico, è più che altro un excursus delle tecniche crittografiche che si sono succedute, presentate insieme al contesto storico e ai presonaggi che le hanno sviluppate (lo stesso per chi quelle tecniche ha violato). Ho trovato leggermente carente la parte finale dove si presentano le ultime cifrature, specie quelle assistite da calcolatori, ma che ci volete fare, servirebbero solo per queste una decina di corsi all'università.

  • User Icon

    Mirco

    02/06/2006 22.20.53

    Entusiasmante! L'autore riesce a guidare il lettore nella scoperta delle tecniche utilizzate nella criptografia, quasi come dandogli dei suggerimenti per arrivare da solo alla soluzione, e molto spesso in questo modo il lettore, se attento e interessato, riesce a precede il testo. Per me che vedevo il mondo della criptografia con ammirazione ma da lontano è stato senz'altro un validissimo strumento per avvicinarmici. La cosa che più va a vantaggio di questo libro, però, credo sia la sua totale semplicità di spiegazione, che se seguita attentamente risulta comprensibile a qualunque pubblico, informato o semplicemente incuriosito che sia. Merita davvero ed è pure economico!

  • User Icon

    Lorenzo Marchetti

    24/10/2005 10.25.47

    Simon Singh si conferma un eccellente divulgatore, in grado di spiegare concetti complessi come il funzionamento della macchina Enigma, la decifrazione delle lettere che portarono al patibolo Maria Stuarda, la ricostruzione della scrittura geroglifica (per citarne solo alcune!) in modo chiaro e mantenendo nel lettore l'emozione per la scoperta di una "guerra silenziosa" che spesso ha deciso le sorti dell'Europa o del Mondo. Alcune pagine, come quelle in cui si illustra il funzionamento di Enigma, vanno lette un paio di volte se si vuole DAVVERO capire come funzionava una macchina del genere ma, se ci si accontenta di seguire solo il filo della storia, il libro scorre bene. D'altronde, non è pensabile fare divulgazione su argomenti tosti senza costringere il lettore ad aggrottare le sopracciglia su qualche pagina! Un libro che mi sento caldamente di raccomandare a chiunque abbia a passione una delle seguenti discipline: la teoria dei numeri, la storia e la linguistica!

  • User Icon

    Francesco

    01/09/2005 16.46.14

    Un libro ineccepibile, veramente perfetto. Singh è bravissimo a descrivere tutta la storia della crittografia e della decrittazione in modo molto scorrevole; non mancano gli aneddoti interessanti e anche un approfondimento esauriente sulla decifrazione dei geroglifici e della lineare B. Il massimo dei voti.

  • User Icon

    Paolaweb

    13/10/2004 10.58.32

    Libro interessante per tutti !!! non l'ho ancora finito ma l'inizio è davvero promettente .. la povera Maria Stuarda ha fatto davvero male i suoi conti !!!!

  • User Icon

    Mixtli

    28/09/2004 15.54.16

    Ottimo nel suo genere poiché spiega - ogni volta che è possibile - non solo le tecniche utilizzate per criptare messaggi nel corso della storia ma anche quelle della criptoanalisi utilizzate in seguito per violarli. Attraverso i passi chiave utilizzati da grandi criptoanalisiti l'autore porta il lettore a comprendere i rudimenti che sottostanno alle logiche ed alle tecniche di analisi non solo dei messaggi criptati, ma anche a quelle utilizzate per interpretare le iscrizioni egizie o il mitico Lineare B dei miceni. Bell'escursus storico sull'eterna lotta a colpi di idee geniali tra chi usa la criptazione per ricercare la riservatezza e chi contrattacca con la criptoanalisi cercando di violarla. Personalmente ho trovato esaltante scoprire quante informazioni si riescono a trarre da un testo criptato con l'ausilio della logica, della statistica, della linguistica e... con un pizzico di fortuna.

  • User Icon

    Valerio Chiezzi

    08/10/2003 19.06.28

    L'autore percorre un lungo percorso storico che apre una finestra su un argomento affascinante che tocca tutti da vicino. Ho molto apprezzato la semplicità con la quale vengono spiegati concetti complessi e, sopratutto, la parte in cui si descrive la genesi ed il funzionamento della crittazione della posta elettronica tramite chiave pubblica e chiave privata che, sinceramente, mi aveva sempre incuriosito. Nel complesso un'ottima lettura.

  • User Icon

    Fabrizio Gianneschi

    01/08/2001 14.54.57

    Il libro è molto intrigante, anche se non avvolge il lettore come l'altro libro di Singh "L'ultimo teorema di Fermat", ed illustra bene la storia della crittografia/crittoanalisi dai tempi di Giulio Cesare in poi. Ho apprezzato particolarmente la parte relativa alla decifrazione del codice Enigma e alla vita di coloro che ci si sono dedicati, così come la fine del libro, dedicata ai tempi moderni, con un ampia trattazione degli algoritmi a chiave asimmetrica. Mi è sembrata invece un po' farraginosa la parte relativa alla crittografia quantistica, probabilmente a causa del fatto che l'argomento non è facilmente spiegabile in un libro destinato comunque al grande pubblico. Una chicca finale è rappresentata infine da alcuni problemi che Singh propone al lettore, sulla base delle tecniche di crittoanalisi illustrate nel corso del libro. Non è richiesta una formazione specifica sull'argomento, ma non è senz'altro un libro per appassionati di romanzi rosa... Insomma, un bel libro che ho letto con piacere.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione