Colazione da Tiffany di Blake Edwards - Blu-ray

Colazione da Tiffany

Breakfast at Tiffany's

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Breakfast at Tiffany's
Regia: Blake Edwards
Paese: Stati Uniti
Anno: 1961
Supporto: Blu-ray

nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Commedia - Sentimentale

Salvato in 26 liste dei desideri

€ 10,39

€ 12,99
(-20%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 8,50 €)

Holly Golightly è un'eccentrica ragazza newyorkese decisa a sposare un miliardario brasiliano. Il suo nuovo vicino di casa è Paul Varjak, uno scrittore alle prime armi, finanziato da un'opprimente e ricca signora. Tra i due nasce qualcosa ma entrambi non sembrano disposti a rinunciare alle proprie ambizioni. Insieme troveranno la felicità.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Rosaria

    12/05/2020 08:29:53

    Solo 5 stelle perché non posso darne di più! Colazione da Tiffany è il film per eccellenza.L’ho amato sin da piccola un po’ per il mio animo romantico un po’ per il lato ribelle.È una bellissima commedia d’amore.L’attrice principale Audrey Hepburn è eclettica,a tratti sfacciata,sfuggente. Maestra di stile anche in questo film e sorniona durante la sua Over The Rainbow.Vi consiglio la visione di questo film se come me amate la Commedia Americana e perché no anche una buona dose di gioielli esposti da Tiffany.Curiosita:A New York,sulla 5th , nella celebre gioielleria è appesa ancora una lettere scritta dalla Celebre Audrey con un bellissimo ritratto.

Un'icona di stile senza tempo per uno dei capolavori intramontabili della commedia americana

Trama
Holly è una provinciale - ma molto sofisticata - che vive a New York. Ha frequentazioni di gente di ogni tipo: artisti, ricchi, malviventi. Paul è un giovane scrittore protetto da un'amante più anziano di lui. Holly e Paul abitano nello stesso palazzo. Si conoscono, diventano amici. La ragazza, che mira a sposare un miliardario, passa da una festa all'altra, rincorre il tempo, è fragile, passa da depressioni profonde a esaltazioni sfrenate.

1962 - David di Donatello - Miglior attrice straniera - Hepburn Audrey

  • Produzione: Paramount Home Entertainment, 2011
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 115 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (DTS 5.1 HD);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono);Francese (Dolby Digital 1.0 - mono);Spagnolo (Dolby Digital 1.0 - mono);Tedesco (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Danese; Finlandese; Francese; Inglese; Inglese per non udenti; Italiano; Norvegese; Olandese; Spagnolo; Svedese; Tedesco
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • AreaB
  • Contenuti: commenti tecnici: Commento del produttore Richard Shepherd; dietro le quinte (making of): Il making of di un classico; speciale: Fa così Audrey! Un'icona di stile - Dietro i cancelli: il tour - Lo splendore in una scatoletta azzurra - La lettera di Audrey a Tiffany - Le gallerie- Il raduno degli invitati di casa Golightly - Henry Mancini: non solo musica - Il sig. Yunioshi: il punto di vista asiatico; trailers: Il trailer cinematografico originale
  • Blake Edwards Cover

    Regista e sceneggiatore statunitense. Il suo esordio a Hollywood come attore lo delude e, dopo un certo numero di ruoli da comprimario, trova il modo di dedicarsi alla sceneggiatura collaborando a sei film di R. Quine, tra i quali il notevole Il terrore corre sull'autostrada (1954). Passa dietro la mdp dirigendo il cantante F. Lane in Quando una ragazza è bella (1955), e di lì in poi si dedica alla regia mettendo subito in luce un gusto pungente per la situation comedy, come nel brillante Operazione sottoveste (1959). La sua passione per la commedia sofisticata si rivela ben più profonda di una semplice attitudine revivalistica a partire dallo splendido Colazione da Tiffany (1961, dal romanzo di T. Capote), quasi una parabola dell'opportunismo carrierista, ambientato in una New York dal doppio... Approfondisci
  • Audrey Hepburn Cover

    Nome d'arte di Edda Van Heemstra Hepburn-Ruston, attrice belga naturalizzata statunitense. Figlia di un banchiere anglo-irlandese e di una baronessa olandese, sin da giovanissima studia recitazione e danza. Esordisce sul grande schermo nel 1948 interpretando ruoli di sfondo in banali commedie romantiche, ma il successo arriva nel 1951, quando durante le riprese di un film a Montecarlo conosce la scrittrice ottantenne Colette, che rimane folgorata dalla sua spontaneità e dal suo stile e la sceglie come protagonista a Broadway della sua commedia Gigi. Il successo le apre le porte di Hollywood: bruna, esile e flessuosa, grandi occhi scuri, sofisticata e romantica al tempo stesso, è l'interprete ideale di figure sbarazzine, quasi eterne adolescenti, dotate di un fascino discreto. Gli anni seguenti... Approfondisci
  • George Peppard Cover

    Attore statunitense. Dopo aver frequentato l'Actor's Studio a New York esordisce sul grande schermo con il ruolo secondario del cadetto nel drammatico Un uomo sbagliato (1957) di J. Garfein. Il successo arriva con la parte del protagonista nella commedia sofisticata Colazione da Tiffany (1961) di B. Edwards accanto ad A. Hepburn. Alto, atletico, occhi chiari, conquista il pubblico femminile ma, pur fornendo dignitose interpretazioni, lascia la critica perplessa: è il cinico miliardario del drammatico L'uomo che non sapeva amare (1964) di E. Dmytryk, un ambizioso ufficiale tedesco nel guerresco La caduta delle aquile (1966) di J. Guillermin, un affascinante pistolero nel western Due stelle nella polvere (1967) di A. Laven. Nel 1978 tenta con scarsa fortuna la strada della regia con il drammatico... Approfondisci
  • Patricia Neal Cover

    Propr. P. Louise N., attrice statunitense. Il suo successo a Broadway (vince un Tony per The Voice of the Turtle) le apre le porte di Hollywood, dove debutta con R. Reagan in La sposa rubata (1949) di D. Butler. Durante le riprese di La fonte meravigliosa (1949) di K. Vidor, comincia una storia d'amore con G. Cooper che le causerà una crisi di nervi al momento della rottura. Quando si riprende dalla depressione sposa lo scrittore R. Dahl e ricomincia a lavorare. Nel 1963 vince un Oscar interpretando Alma, la cameriera in Hud il selvaggio di M. Ritt. Grande attrice drammatica, appare al cinema a intermittenza a causa di continui colpi apoplettici. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali