I colori dell'incendio

Pierre Lemaitre

Traduttore: Elena Cappellini
Editore: Mondadori
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 592,61 KB
  • Pagine della versione a stampa: 504 p.
    • EAN: 9788852089275
    pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

    Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

    Disponibile anche in altri formati:

    € 9,99

    Venduto e spedito da IBS

    10 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Descrizione
    Febbraio 1927. La Parigi che conta assiste al funerale del banchiere Marcel Péricourt. La figlia Madeleine deve prendere le redini dell'impero finanziario di cui è l'erede, ma il destino decide diversamente: suo figlio Paul, un bimbo di sette anni, compie un gesto inatteso e tragico che la porterà alla rovina. Posta di fronte alle avversità, alla cattiveria degli uomini, alla cupidigia della sua epoca, alla corruzione e all'ambizione del suo ambiente, Madeleine dovrà fare ricorso alla sua intelligenza e a tutte le sue energie, ma anche a soluzioni machiavelliche, per sopravvivere e ricostruire la sua vita. Compito reso ancora più difficile dalle circostanze, in una Francia che osserva, impotente, i primi colori dell'incendio che devasterà l'Europa.

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Massimo

      01/01/2019 18:25:31

      Grande capacità di scrittura, ritmo e suspence in un romanzo quasi d'appendice senza che il termine voglia essere negativo. Forse qualche limite di verosimiglianza verso la conclusione, ma la vendetta familiare che rappresenta il filo rosso del romanzo regge fino alla fine sia nella rappresentazione dei personaggi che nel dramma che si va consumando. L'eccesso di melodramma rispetto al primo episodio della trilogia lo colloca un gradino più in basso rispetto al precedente.

    • User Icon

      AdrianaT.

      01/01/2019 08:55:20

      Non che non parta avvincente, eh... e nemmeno che, per la gran parte, eccetto qualche noioso capitoletto sulle frodi bancarie, non scorra fluido da farti girare volentieri le pagine, però... Però cola a picco nell'ultimo terzo. Come in 'Ci rivediamo lassù', Lemaitre cede sul finale che tira via come se dovesse corrrere a spostare la macchina in seconda fila, mollando i personaggi più interessanti a favore di soluzioni narrative francamente improbabili. Ogni tanto un po' di easy reading non può far male anche se non lascia praticamente nulla e un po' di delusione me la sarei scansata volentieri. Comunque sembra fatto apposta per farne un film, dando una necessaria resettata ai personaggi, potenzialmente un buon film.

    • User Icon

      Rosaria Alessia

      29/12/2018 13:21:24

      Un libro che mi ha colpito in ogni paragrafo

    • User Icon

      Alberto

      16/12/2018 09:33:32

      P.L. è un grande scrittore in grado di creare un quadro di personaggi ben inseriti nell'intrigante intreccio ben cucito sui fatti storici francesi ed i costumi sociali degli anni '20 e '30. Senza scendere nei particolari si può affermare che la figura inizialmente fragile dell'ereditiera caduta in rovina per mano delle persone a lei vicine e che inaspettatamente si rende conto del suo nuovo stato e ordisce un piano di vendetta degno di Dumas è straordinaria per capacità organizzative e acutezza nello scegliere chi l'aiuta, con stratagemmi formidabili. Anche lo stile e la scrittura sono molto buoni, snello il primo, scorrevole e con giuste dosi d'ironia e humor la seconda. Non ci resta che aspettare il terzo e conclusivo romanzo della triologia. Per chi non ha conosciuto P.L. autore di thriller consiglio l'altra triologia, quella con il commissario Camille, tanto piccolo di statura in cm quanto grande nella sua professione, non resterete delusi.

    • User Icon

      Roberto

      04/12/2018 18:33:52

      E’, questo, il primo libro di Pierre Lemaitre che leggo perché, lo ammetto, prima mi era del tutto sconosciuto. La mia attenzione è stata catturata, dapprima, da uno dei tanti banner che scorrono sulle videate dei siti web (bellissima la fotografia di Gordon Parks in copertina …) e poi dalla sinossi e dalle recensioni. Un bel romanzo, con personaggi ben tratteggiati ed una scrittura di ottimo livello (molto buono il lavoro del traduttore: non dovremmo mai dimenticarne l’importanza). E’ un libro che sicuramente merita di essere letto.

    • User Icon

      nanni

      28/11/2018 13:52:53

      Ottimo, da 4 a 5 stelle. Ho letto le prime 200 pagine e molto avvincenti oltre che ottima penna. Se reco con me un libro per prosieguo ritengo risulti interessante... Avevo letto già il precedente romanzo 'ci rivediamo lassù' con mio giudizio favorevole, da cui anche se lettura incompleta, di 'testa e pancia' dò un prematuro giudizio. L'impostazione/contenuto richiama romanzi di grossi scrittori dell' 800, ovviamente con una scorrevolezza di oggigiorno

    • User Icon

      Alinghi

      19/10/2018 10:30:00

      Ci sono tutti gli ingredienti del vero romanzo...amore ambizione tradimento ed ovviamente vendetta. Quadro storico perfettamente ricostruito, personaggi descritti con dovizia di particolari caratteriali, qualche nota non invadente di ironia. Ottimo, a mio avviso in linea con il primo della trilogia

    • User Icon

      angelo

      17/10/2018 13:21:46

      Ingredienti: la quiete di una ricca ereditiera nella Parigi anni ’20, un terremoto economico-familiare che la riduce in miseria, i fulmini di una lucida e spietata vendetta contro gli artefici della sua rovina, i bagliori di un futuro incendio mondiale sullo sfondo. Consigliato: a chi distrugge per raccogliere, a chi sa rialzarsi da ogni caduta con pazienza e determinazione.

    • User Icon

      Ciro D'Onofrio

      02/10/2018 15:58:28

      Pierre Lemaitre si conferma tra gli autori europei più interessanti e talentosi,I Colori dell’incendio è la storia di una verticale caduta libera e di una vendetta orchestrata lenta, feroce ed inarrestabile; di una forza,una costanza ed una determinazione, al fine di riaffrancarsi, di cui sono capaci solo le donne. Ottima la ricostruzione di una Francia incerta, smarrita,instabile e corrotta degli anni venti e trenta del secolo scorso, nefasto preludio della grande tragedia della guerra e degli orrori in cui piomberà l’Europa negli anni seguenti. Un scrittura affilata, mai noiosa e condita di un’intelligente ironia fanno di questo libro una lettura piacevole e cha fa molto riflettere.

    • User Icon

      Fabry

      21/09/2018 08:06:37

      I colori dell'incendio è il secondo attesissimo romanzo della trilogia inaugurata con Ci rivediamo lassù - premio Goncourt 2013, tradotto in ventisei lingue e un milione di copie vendute nel mondo -, un'opera in cui ritroviamo appieno il talento straordinario, l'originalità visionaria e la lingua immaginifica di Pierre Lemaitre.

    • User Icon

      Simona

      20/09/2018 08:07:11

      Secondo romanzo della trilogia (viene dopo I colori dell'incendio), secondo me tende un po' a strafare rispetto al primo romanzo di Lemaitre, per ciò a tratti tende a peccare dell'originalità che apparteneva al primo libro. Comunque il personaggio di Madeleine vi conquisterà. Anche lo sfondo storico è ben curato.

    • User Icon

      Laura Remorini

      20/09/2018 07:16:41

      Un libro grandioso all' altezza del suo autore. Scorrevole coerente. Scheletro del romanzo perfetto con chiarezza chirurgica. Veramente da non perdere

    • User Icon

      Nicoletta

      17/09/2018 11:20:38

      Romanzo avvincente e ben architettato,ma che manca della complessita'e dell'originalita'di "Ci rivediamo lassu'".

    • User Icon

      Chris Campbell

      08/09/2018 17:54:01

      Pierre Lemaitre ha aperto il livello molto in alto con "Ci rivediamo lassù", il primo romanzo della sua trilogia. Con il secondo, "I colori dell'incendio", Lemaitre abbina le qualità del primo romanzo, anche se in modi diversi. Merita certamente la sua splendida reputazione.

    • User Icon

      massimo r.

      07/09/2018 16:11:01

      Romanzo ambizioso, questo Conte di Montecristo al femminile è ricco di riferimenti storici più o meno fedeli, ma secondo me manca della potenza e visionarietà di altre opere di Lemaitre ed è anche poco originale in qualche punto.

    Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione