Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

copertina

Come un romanzo

Daniel Pennac

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Yasmina Mélaouah
Editore: Feltrinelli
Edizione: 6
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 144 p.
  • EAN: 9788807816055

€ 2,60

Venduto e spedito da IL PAPIRO

Solo una copia disponibile

+ 7,00 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 2,60 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

E' proprio attraverso l'analisi del comportamento, di come giorno dopo giorno interagiamo con l'oggetto libro e i suoi contenuti, che Pennac riesce a dimostrare alcune storture dell'educazione non solo scolastica, ma anche familiare. Laddove, normalmente, la lettura viene presentata come dovere, Pennac la pone invece come diritto e di tali diritti arriva a offrire il decalogo. Piena libertà dunque nell'approccio individuale alla lettura perché "le nostre ragioni di leggere sono strane quanto le nostre ragioni di vivere".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,37
di 5
Totale 67
5
44
4
14
3
2
2
4
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    fabrizio

    23/09/2013 00:11:00

    Non mi ha appassionato. Deludente.

  • User Icon

    MIKI

    27/10/2012 18:50:56

    ...persa e commossa nella lettura. "Leggere. A voce alta. Gratuitamente. UNA SOLA CONDIZIONE ALLA RICONCILIAZIONE CON LA LETTURA: NON CHIEDERE NIENTE IN CAMBIO ASSOLUTAMENTE NIENTE (....) e proibirsi di discuterci sopra. LETTURA-REGALO. LEGGERE E ASPETTARE....e avere fiducia negli occhi che si aprono, nelle facce che si rallegrano...."

  • User Icon

    armando

    13/07/2012 22:01:43

    Un saggio meraviglioso sulla lettura,affrontata e studiata in tutte le sue sfaccettature da pennac.Meravigliosi i diritti imprescindibili del lettore.

  • User Icon

    walker

    01/09/2011 10:22:40

    Stupendo.C'è poco da aggiungere su questo saggio fantastico che mi ha fatto scoprire i piaceri della lettura.Consigliatissimo a chi vuole fare avvicinare i propri figli o i propri studenti alla più fantastica delle arti.

  • User Icon

    Luca Stringara

    24/09/2010 18:54:05

    In centotrenta pagine, Pennac diluisce quello che si direbbe in dieci. È bravo, gliene do conto. È fluido, un campione. Però è finto, ridondante. Eco di sé stesso.

  • User Icon

    Rubens

    16/03/2010 20:36:28

    L'atto di leggere. Creazione, partecipazione, introspezione. Nulla a che vedere con la sbandierata conoscenza e l'accademica persistenza del "devi perché devi". Pennac, ricordandosi ragazzo, capisce la giustificabile dicotomia adolescenziale e la mette incredibilmente per iscritto, offrendone il diritto di una spiegazione, che va avanti negli anni fino all'età adulta. Parole, sentimenti, nero, bianco, scrittori e lettori vivono tutti insieme contemporaneamente, lasciando infiniti spunti di riflessione, con esempi lampanti. Lo scrittore francese stende, di conseguenza, un saggio che combatte contro la noia cercando una storia "come un romanzo". La forma discorsiva semplice ed efficace stimola il confronto con gli altri e con se stessi, la condivisione, quindi, tanto decantata si ritrova in poche umili pagine assaporate nel diritto di tacere, che si custodiranno gelosamente e segretamente. Silenzio, dunque...

  • User Icon

    Francesca

    18/02/2010 12:18:27

    A me è piaciuto molto, come praticamente tutti i libri di pennac (<3), è leggero, scorrevole, ma comunque interessante... Ah, qualcuno prima ha commentato sul fatto che non sia vero che i giovani non leggono, che lui ne è la prova vivente. Beh anche io la sarei, in teoria, ma poi praticamente tutta la mia classe non legge un libro che non sia Twilight se non per scuola, e anche in questo caso ci mette gli anni. E allora? Eh, su, ammettiamolo. In pochi leggono!

  • User Icon

    geffy

    28/01/2010 10:52:22

    Mi limito solo a trascrivere i “Diritti imprescrittibili dei lettori”: I– Il diritto di non leggere. II– Il diritto di saltare le pagine. III– Il diritto di non finire un libro. IV– Il diritto di rileggere. V– Il diritto di leggere qualsiasi cosa. VI– Il diritto al bovarismo (malattia testualmente contagiosa). VII– Il diritto di leggere ovunque. VIII– Il diritto di spizzicare. IX– Il diritto di leggere a voce alta. X– Il diritto di tacere.

  • User Icon

    Marek

    29/06/2009 00:11:51

    Davvero bello!bravo Pennac!

  • User Icon

    OskarSchell

    07/05/2009 10:24:59

    Saggio semplicemente stupendo. Mi è stato regalato da una persona speciale che ama i libri come li amo io.

  • User Icon

    Davide

    02/03/2009 13:03:05

    Un meraviglioso omaggio alla lettura, ai lettori e ai libri! Pennac ha composto un saggio capolavoro che consiglio a tutti i divoratori di libri come me!!!

  • User Icon

    Alice

    09/01/2009 16:07:58

    è il libro che ho subito pensato di regalare alla mia prof. di lettere delle superiori..ovviamente pensando a quando mi h obbligato a leggere "la coscienza di zeno"...(avevo 17 anni). consigliato per tutti gli insegnanti...insegnate ai ragazzi ad amare i libri e non i libri che mate voi!

  • User Icon

    Patty

    17/11/2008 14:07:33

    Un giustissimo giudizio sulla lettura, che deve essere libera da imposizioni o obblighi di qualsiasi genere! Mi e' sempre piaciuto leggere, ma a scuola non leggevo mai i libri che mi imponevano i professori, bensi leggevo di nascosto sotto il banco, i libri che piu' iacevano a me.. Ora non potrei fare a meno di vivere senza libri.. Leggetelo!Soprattutto voi che non ndate pazzi per la lettura!Vi fara' cambiare idea!

  • User Icon

    Chiara

    02/09/2008 12:42:42

    Grazie Pennac per avermi regalato una letttura così piacevole!Sono riuscita a capire tante cose di me!Io ero proprio la tipica studentessa al liceo che odiava leggere solo per il fatto che le veniva inposto...ho infatti riscoperto la lettura all'università, libera da condizionamenti e obblighi e ora non ne posso più fare a meno! E' avvenuto il miracolo...ragazzi leggete! E' bellissimo!

  • User Icon

    Giovanni B.

    04/05/2008 18:46:51

    veramente bello, un'ode simpatica e arguta alla lettura

  • User Icon

    riccardo

    06/04/2008 13:36:19

    semplicemnte fantastico....una vera e propria dichiarazione d'amore alla lettura, una lettera d'amore per questa grandissima bellezza che si chiama lettura! senza contare la citazione di autori che a me sono sconosciuti, ma per fortuna ci sono stati tanti altri autori che conoscevo! i 10 "comandamenti" come li chiamo io sono ancora più belli. è il primo libro di pennac che ho letto, e come inizio non c'è proprio male. da consigliare a chi odia la lettura.....

  • User Icon

    Lory

    20/02/2008 21:41:43

    Ne consiglio la lettura e la divulgazione. Fosse solo per i diritti del lettore...

  • User Icon

    marco svevo

    01/02/2008 13:51:21

    SEMPLICEMeNTE meraviglioso. Un solo neo: aver nominato alcuni illustri(?) sconosciuti e taciuto di altri. E' la storia, non chi la racconta.

  • User Icon

    sara95

    14/11/2007 17:38:52

    stupendo, semplicemente fantastico, l'autore ha una visione del Libro che non avavo mai provato. esamina la lettura da tutti,ma proprio tutti i punti di vista molto illuminante

  • User Icon

    Maunakea

    05/11/2007 20:06:18

    Il livro è del 1992, l'ho riletto adesso, ricomprandolo perchè non so dove sia finita l'edizione che avevo, l'avrò di certo prestato a qualcuno e me ne sono dimenticata. Un piccolo capolavoro, ha cambiato la mia consapevolezza di lettrice di fronte a molti libri, quando ti trovi di fronte a persone che si vantano di non averne mai lasciato uno a metà. Ma scherziamo ? la vita è troppo breve per leggere tutto, non è detto che certi pastoni della letteratura italiana o straniera debbano piacerci per forza e nemmeno che ogni libro iniziato valga la pena di esser finito. Lo consiglio e lo regalerei anche perchè è davvero un bel libro per chi si sia interrogato sul suo rapporto con libri e lettura.

Vedi tutte le 67 recensioni cliente
  • Daniel Pennac Cover

    Romanziere francese. Figlio di un ufficiale dell'esercito francese, dopo un'infanzia in giro per il mondo, tra Africa, Europa e Asia, si stabilì definitivamente a Parigi.Professore di lettere in un liceo parigino, dopo aver esordito con alcuni romanzi per ragazzi tra cui Abbaiare stanca (1982), L’occhio del lupo (1984) – genere cui ritorna con il ciclo del giovanissimo ispettore Kamo (Kamo. L’agenzia Babele, 1992; Kamo. L’idea del secolo, 1993) – si è conquistato un pubblico di fedelissimi tra i lettori adulti con i romanzi Il paradiso degli orchi (1985) e La fata Carabina (1987) che innestano sulla struttura del romanzo poliziesco una galleria di personaggi bizzarri e uno humour dirompente che sfiora l’assurdo. Le avventure di Benjamin Malaussène,... Approfondisci
Note legali