Come si sbriciola un biscotto?

Joe Schwarcz

Traduttore: L. Sosio
Editore: TEA
Collana: Saggistica TEA
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
In commercio dal: 17 giugno 2010
Pagine: 311 p., Brossura
  • EAN: 9788850222155
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Perché i cibi più buoni sono anche quelli meno sani? Come si può migliorare la memoria da anziani? Quali sono i migliori tegami antiaderenti? Come dobbiamo comportarci con i dolcificanti artificiali? Quali virtù anche medicinali hanno la polenta, gli spinaci, il peperoncino, la vitamina C, i cavoli? A queste e a molte altre domande curiose Joe Schwarcz risponde con una rara capacità di guidare il lettore alla comprensione della chimica e delle sue leggi a partire da esperienze della vita quotidiana, con un'ironia che avvince il lettore e mette in ridicolo le truffe della pseudoscienza. L'autore presenta qui un'introduzione informale, ma non per questo meno efficace, ai concetti fondamentali della chimica e impartisce, senza averne l'aria, una magistrale lezione sul metodo scientifico. Inoltre interviene su temi caldi, come i cibi geneticamente modificati, ci ragguaglia su invenzioni che hanno fatto epoca, dal nailon ai polimeri, e ci insegna a valutare pregi e difetti di sostanze vecchie e nuove col vecchio e sano principio del rapporto tra rischi e benefici. Una lettura, insomma, particolarmente indicata... a tutti coloro che dipendono dal cibo per la loro sopravvivenza.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    valmont57

    22/06/2018 19:30:15

    Semplicemente geniale, la chimica spiegata attraverso gesti, prodotti e fatti della nostra vita quotidiana. Un grande divulgatore.

  • User Icon

    Tiktaalik

    22/07/2015 09:07:46

    Il libro è suddiviso in quattro parti:scienza e salute-scienza quotidiana-guardando indietro-panzane.Il titolo è dato da un capitolo che spiega perché si sbriciola un biscotto,dovuto alla presenza di grassi saturi. Non che questo sia un problema fondamentale della scienza,semplicemente è legato ad un aneddoto di quando l'autore era studente,e ad una sua domanda s'era sentito rispondere "Perchè è cosi' che si sbriciola un biscotto", che non aveva nessun attinenza col suo quesito,ma era un modo di far finta di rispondere comunque.Così partendo da questo ricordo e con uno stile discorsivo e gradevole, l'autore tratta del legame della chimica con tanti aspetti della vita quotidiana ed anche con la nostra salute,che poi è il profilo che mi ha interessato di più.Un libro ricco d'informazioni e non pesante che consiglio con piacere.

Scrivi una recensione