Concerto per violino n.1 - Fantasia scozzese - CD Audio di Max Bruch,Kyung-Wha Chung,Royal Philharmonic Orchestra,Rudolf Kempe

Concerto per violino n.1 - Fantasia scozzese

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Max Bruch
Direttore: Rudolf Kempe
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Decca
Data di pubblicazione: 14 ottobre 2011
  • EAN: 0028947833512
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 5,90

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 5,90 €)

Disco 1
1
1. Vorspiel (Allegro moderato)
2
2. Adagio
3
3. Finale (Allegro energico)
4
Introduction - Grave - Adagio cantabile
5
2. Allegro
6
3. Andante sostenuto
7
4. Finale (Allegro guerriero)
  • Max Bruch Cover

    Compositore e direttore d'orchestra tedesco. Fu allievo di C. Reinecke e F. Hiller a Colonia; dal 1891 al 1911 insegnò composizione all'accademia di Berlino. Celebre direttore d'orchestra, compì numerose tournées in Russia e in America; fu direttore stabile a Coblenza (1865-67), Berlino (1878-80), Liverpool (1880-83) e Breslavia (1883-90). Si dedicò al teatro, ma con scarsa fortuna (Die Loreley, 1863; Hermione, 1872), mentre un successo vastissimo ottennero la sua produzione strumentale (le Sinfonie op. 28, 36 e 51; i Concerti op. 26, 44, 58, la Fantasia scozzese op. 46 e altri pezzi per violino e orchestra; Kol Nidrei op. 47 per violoncello e orchestra su melodie ebraiche; i Quartetti per archi op. 2 e 10) e quella per coro (una quarantina di composizioni sinfonico-corali con o senza solisti,... Approfondisci
  • Kyung Wha Chung Cover

    Violinista coreana. Bambina prodigio, si è perfezionata con I. Galamian a New York (1960-67), vincendo nel 1967 il Premio Leventritt ex-aequo con P. Zukerman. Concertista di grande notorietà, ha suonato spesso anche in trio con la sorella, la violoncellista myung-wha (n. 1944), e con il fratello Chung Myung-Whun. Approfondisci
  • Royal Philharmonic Orchestra Cover

    Orchestra londinese costituita nel 1946 da Thomas Beecham e inizialmente annessa alla Royal Philharmonic Society. Già negli anni '50 acquistò una solida fama con la partecipazione ai festival di Edimburgo e Glyndebourne e con una copiosa produzione discografica. Alla scomparsa di Beecham (1961), la direzione musicale passò a R. Kempe, che consolidò il prestigio internazionale del complesso, trasformatosi intanto in organismo gestito direttamente dai suoi componenti. A Kempe succedettero come direttori stabili A. Dorati (1975-78), Walter Weller (1989-85), A. Previn (1985-91); dal 1987 il direttore artistico è V. Askenazij. Approfondisci
Note legali