Contro il buddismo. Il volto oscuro di una dottrina arcana

Roberto Dal Bosco

Editore: Fede & Cultura
Collana: Saggistica
Anno edizione: 2012
Pagine: 160 p., Brossura
  • EAN: 9788864091358
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    antonio

    21/12/2014 19:22:55

    Nient'altro che un pamphlet giornalistico che raccoglie tutto il possibile contro il buddismo. Si sente la mancanza di un contraddittorio con un buddista convinto, o almeno con uno storico delle religioni qualificato.

  • User Icon

    Luca

    27/11/2013 00:46:07

    Un'ottimo saggio, scritto con grande competenza e grande coraggio, che fa luce su una filosofia che si è trasformata in religione e ora in fenomeno culturale e sociale, solo apparentemente conosciuta. Si sentiva il bisogno in Italia, di uno studio condotto con la passione del polemista o dell'apologeta e la finezza del letterato di razza.

  • User Icon

    Lorenzo A. M.

    17/11/2013 12:01:28

    Roberto Dal Bosco si è cimentato in un'opera che definirei di "smontaggio" della vulgata sul buddismo e, attraverso una abbondantissima documentazione ed una logica ferrea - non priva talvolta di amara ironia - ed uno stile letterario piacevole ma molto colto, pare anche che vi sia riuscito. Certo non nè un testo politically correct nè di facile aggressione da parte del lettore comune ed alcune pagine nelle quali l'Autore ha descritto dettagliatamente alcune esasperate ritualità del buddismo tibetano sono consigliate soltanto a lettori con lo stomaco forte.

  • User Icon

    Lalla T.

    12/07/2013 00:08:34

    Libro divertentissimo, consigliato! Ho riso fino alle lacrime!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Un libro senza precedenti, che sfata l’aura di bontà attorno al culto del Budda, oggi più che mai penetrato nelle nostre città con i suoi sacerdoti e i suoi riti. Vi si narrano fatti oscuri e raccapriccianti, ignoti al grande pubblico sempre più abituato a pensare al buddismo come alla religione della pace e del bene. Vi sono testi pervertiti del buddismo tibetano che teorizzano lo stupro e la pedofilia; la figura ambigua del Dalai Lama e i suoi progetti di buddistizzazione del pianeta; i massacri in Sri Lanka ad opera di un esercito buddista; gli attentati al gas nervino ed i piani di annientamento globale del santone giapponese Shoko Asahara; l’interminabile martirio nei secoli dei cattolici in Oriente; i calcoli propagandistici dei bonzi vietnamiti che contribuirono all’escalation della guerra in Vietnam; i corposi scambi tra il buddismo e l’estrema destra europea; le persecuzioni dei cristiani in Tibet; la controversa conversione al buddismo dei divi di Hollywood; la geopolitica mondiale che passa attraverso le decisioni di “oracoli” posseduti dagli spiriti... Ma oltre alle cronache, odierne o antiche che siano, è la radice filosofica - profondamente nichilista e maligna - su cui si basa l’intera dottrina buddista a portare l’umanità verso un desolante panorama di distruzione. Documentato e puntuale, è un libro necessario anche per comprendere l’ora presente, in cui l’Asia proietta la sua ombra sul mondo intero, e nuovi demòni si agitano sulla scena della Storia.