Così parlò Zarathustra. Ediz. integrale - Friedrich Nietzsche,Anna Maria Carpi - ebook

Così parlò Zarathustra. Ediz. integrale

Friedrich Nietzsche

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Anna Maria Carpi
Editore: Newton Compton
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 414,57 KB
  • EAN: 9788854125872
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Nella lista dei desideri di 8 persone

€ 1,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Opera filosofica e poetica composta tra il 1883 e il 1885. In quest'opera le idee del "superuomo" e dell'"eterno ritorno" raggiungono una forma compiuta. Dopo dieci anni di solitudine Zarathustra sente il bisogno di donare agli uomini la sua sapienza, ma il popolo distratto ride delle sue parole. Dovrà così cercarsi dei discepoli cui indirizzare i suoi discorsi. Tema dei discorsi è la ribellione alla cultura e alla morale dominanti e la visione della vita come forza indomabile e della volontà come strumento di affermazione. Agli elementi polemici sono inframmezzati brani poetici (canti e canzoni) di grande bellezza. Molteplici le fonti stilistiche, la Bibbia, le poesie di Goethe, la prosa di Lutero, gli aforismi dei moralisti francesi.
4,75
di 5
Totale 4
5
3
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefano Vaglio Laurin

    04/02/2013 23:55:24

    l' avvicinarsi a Nietzsche partendo da questo testo rischia di far fraintendere il significato che il libro stesso vuole esprimere . Allegorie, metafore, enunciati di fattura evangelica rendono l'interpretazione del gia' complesso pensiero di Nietzsche una vera corsa ad ostacoli. Un nichilismo attivo ( se vogliamo forzare un paragone : ben diverso dall'esistenzialismo di Sartre , che definirei nichilismo passivo )che percorre il volume facendo da contraltare al mondo metafisico teorizzato da Platone;l'eterno ritorno che esalta la vittoria dell'illimitatezza del tempo verso la precarieta' della materia; Le tre parole che annunciano la morte di Dio : tutto nel libro e' vertigine pura per chi non e' abituato a viaggiare alle alte quote della filosofia di Nietzsche. Personalmente ho letto alcuni testi introduttivi al pensiero di F.Nietzsche ( ottimo " Nietzsche allo specchio" di Penzo, Ed Laterza ) prima di ...avventurarmi nella lettura di " Cosi' parlo' Zarathustra" . Perche' realmente e' " un libro per tutti e per nessuno " :parole del sottotitolo che mi arrogo il diritto di interpretare a modo mio. "Per tutti": perche' venne scritto nell'intenzione che passasse di mano in mano come accadeva per certi testi sacri. "Per nessuno " perche' Nietzsche era consapevole che nessuno arrivera' mai a coglierne mai il significato nella sua totalita'.E in cio' colgo il senso di solitudine che attenaglio' gran parte della sua esistenza.

  • User Icon

    ire

    15/10/2012 15:50:18

    Davvero meraviglioso ! senza parole , la lettura può essere un po difficile se è la prima volta che si affronta questo argomento altrimenti scorre fluida, è ricco di simboli e metafore ,ma pieno di insegnamenti, anche se la lettura può risultare difficoltosa consiglio di leggerlo,davvero bello.

  • User Icon

    Federico

    14/02/2012 21:06:41

    Uno dei capolavori di Nietzsche,lettura un po' complessa,comunque da leggere

  • User Icon

    Jasmine

    18/07/2010 16:10:13

    Bisogna leggerlo, che si sia concordi con Nietzsche o meno.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Friedrich Nietzsche Cover

    Filosofo e scrittore tedesco. Appassionato cultore di musica e filologia classica, nel 1868 conosce a Lipsia Wagner, ricevendone un'impronta profonda, ben avvertibile nelle sue prime opere: La nascita della tragedia dallo spirito della musica (1872) e le Considerazioni inattuali (1873-1876). Nel 1879 le precarie condizioni di salute lo spingono ad abbandonare Basilea per cercare sollievo in Svizzera e in Italia. Quelli che seguono sono anni di intensa produzione intellettuale. Compone: Umano, troppo umano (1878), La gaia scienza (1882), Così parlo Zarathustra (1883-1885), Al di là del bene e del male (1886), Per una genealogia della morale (1887), Il caso Wagner (1888). Continua a passare da una clinica all'altra fino alla morte. Ha lasciato... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali