La Croce e la Mezzaluna. Lepanto 7 ottobre 1571: quando la Cristianità respinse l'Islam

Arrigo Petacco

Editore: Mondadori
Collana: Oscar storia
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 198 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788804559832
Disponibile anche in altri formati:

€ 5,40

€ 10,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ANGELO

    08/10/2015 16:05:08

    UN GRAN BEL LIBRO CHIARO ED AVVINCENTE!

  • User Icon

    Andrea

    09/01/2013 09:13:28

    Un libro molto bello che si "legge tutto di un fiato", forse la battaglia navale finale poteva essere narrata meglio, magari con dei grafici che spiegassero le tecniche che avevano eseguito le due flotte per l'avvicinamento, per la battaglia stessa.... Le descrizioni delle battaglie sono comunque molto minuziose e avvincenti, non lo reputo un "libro contro l'Islam" , ma solo un libro di una civiltà che non si vuole piegare e quindi deve reagire per non soccombere. Purtroppo siamo in una società di benpensanti e in cui si parla sempre più di "politically correct", ed è un vero peccato che a scuola si liquidi in una paginetta tutta la battaglia di Lepanto e tutti gli avvenimenti che l'anno preceduta. Un libro da leggere sicuramente.

  • User Icon

    Frenk

    06/04/2011 15:49:22

    Stupendo! Scritto con la solita bravura di Petacco, il libro è molto fluido, interessante e avvincente. La descrizione che l'autore ci fornisce della battaglia di Malta e delle origini di Don Giovanni d'Austria è qualcosa di fenomenale. Inoltre ci fa capire molto bene come la storia sarebbe andata diversamente se la battaglia non fosse stata vinta dal mondo cristiano, adesso le nostre donne porterebbero il burqua. I libri adottati a scuola esauriscono l'argomento in massimo 5 righe, e tantissima gente non è neppure a conoscenza dell'esistenza della battaglia, in questa chiave risulta fondamentale leggerlo: si capirebbe qualcosa in più di attualità. Consigliatissimo

  • User Icon

    Marco Morin

    25/10/2010 19:38:07

    “I l grande scontro navale oggi conosciuto come battaglia di Lepanto rimane ancora, in alcuni dei suoi aspetti importanti, assai poco noto anche a buona parte degli studiosi più attenti. Questa affermazione, se si considera l’enorme bibliografia esistente sull’argomento, può apparire quantomeno temeraria. Ma che le cose stiano proprio così lo possiamo dimostrare senza molta fatica con l’aiuto di documenti in buona parte inediti.” Queste considerazioni, pubblicate in un saggio di oltre 20 anni fa1, sono purtroppo rimaste a tutt’oggi attuali. Da quell’anno hanno visto la luce molte opere su questo capitale avvenimento ma si è trattato perlopiù di banali rimasticamenti di informazioni già note, corrette od errate che siano. Alcune di queste opere sono decisamente impresentabili (Petacco, Bicheno, Cacciavillani), altre tentano, senza mezzi e senza convinzioni, di ricostruire le fasi dello scontro e di comprendere le ragioni della vittoria Cristiana.

  • User Icon

    Matteo C

    26/08/2009 11:16:33

    Un libro molto avvincente, specie se, come me, si parteggia per i nostri antenati e non per i loro nemici. Chi l'ha trovato pessimo puo' solo riferirsi al tono in cui è scritto (o segretamente rimpiangere la nostra mancata conquista da parte dei Turchi), che puo'disturbare i piu' politically correct, ma non puo' comunque confutare l'accuratezza fattuale di quanto scritto, che è documentato dalla prima all'ultima riga. Fatti salvi un paio di errori tecnici (esempio, la descrizione di "voga a scaloccio", che Petacco erroneamente considera un tipo di "marcia" della voga, mentre indica semplicemente il fatto che piu' uomini azionavano lo stesso remo), piu' che comprensibili. Un appunto piu' grave sulla grammatica: due anacoluti in 200 pagine sono un po' troppi. Mondadori dovrebbe dotarsi di controllori piu' attenti. Tutto cio' non toglia alcunché alle doti di un libro che si fa leggere in un paio di giorni. PS Non sono né leghista né razzista, ma se qualcuno ancora dubita che siamo nel migliore dei mondi possibili, lo legga.

  • User Icon

    marcello fossati

    08/04/2009 16:34:14

    pessimo. una sparata dall'inizio alla fine contro l'Islam come sarebbe piaciuta all' Oriana Fallaci degli ultimi tempi. Non leghisti e non razzisti astenersi.

  • User Icon

    Bilbo

    29/09/2008 18:38:43

    Splendido. Ancora una volta Arrigo Petacco offre ai suoi lettori un saggio storico avvincente e intellettualmente onesto. A tratti "adrenalinico", da leggere tutto d'un fiato! Bilbo

  • User Icon

    baghy

    23/10/2007 18:03:44

    Libro molto bello per quanto riguarda la descrizione del perchè si è arrivati a questa battaglia, un po' meno per la battaglia in se stessa, liquidata in poche pagine. Da appassionato di storia militare l'ho trovato interessante ma non esaustivo. Comunque molto attuale la rappresentazione del conflitto tra la cultura cristiana e quella mussulmana.

  • User Icon

    Manuel

    22/09/2007 14:28:23

    Una storia avvincente dalla prima all'ultima pagina. Uno scrittore con il dono vero della sintesi e della scrittura fluida. Intrigante la storia così anche i personaggi storici che la animano da quelli religiosi a quelli di battaglia. Spiccano nel libro curiosità medioevali sugli usi e costumi dell'epoca e sull'origine di alcune parole o modi di dire che si usano ancor'oggi. Bello.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione