Categorie

Il curioso caso di Benjamin Button (1 DVD)

(The Curious Case of Benjamin Button)

Regia: David Fincher
Paese: Stati Uniti
Anno: 2008
Supporto: DVD
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,29

€ 9,99

Risparmi € 0,70 (7%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Fincher attinge a Fitzgerald virando verso il seppia e optando per la calligrafia ovattata dei ricordi

Trama
Benjamin Button nasce il giorno della fine della prima guerra mondiale, è un bimbo in fasce ma ha la salute di un novantenne: artrite, cataratta, sordità. Dovrebbe morire il giorno dopo e invece più passa il tempo più ringiovanisce. La sua è una vita al contrario che attraversa il Novecento americano sempre alla ricerca del primo e unico amore, una donna molto più emancipata, libera e in linea con il suo tempo di lui.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ernesto

    21/09/2015 15.44.22

    Triste fino ad un certo punto. In fondo nella sua roccambolesca vita alla rovescia Benjamin Botton non se le passata poi tanto male: una nuova famiglia, l'avventura, l'amore, una figla. Per quanto riguarda l'epilogo non c'è morte più bella di quella di morire serenamente nelle braccia della tua amata, per di più alla veneranda età di ottantacinque anni. Magari qualcuno estraneo alla storia alla fine avrebbe potuto dire che riguardo agli anni Benjamin era uno spudorato mentitore. Chissà poi il perche!

  • User Icon

    gabriella

    03/11/2013 14.45.46

    Mi è piaciuto davvero molto. E' un film triste e malinconico ma riesce comunque a dare speranza e incoraggiamento tramite il "diario racconto" di benjamin. Non lo consglio come film da vedere per una "serata spensierata tra amici", perchè è triste, ma è sicuramente un film che non si può non vedere

  • User Icon

    Stefano

    11/12/2012 11.38.48

    Film da 7. Molto positivo per certi versi (1. Fotografia stupenda, c'è da rifarsi gli occhi con certe immagini di rara bellezza, luci e colori da applausi 2. Coppia recitativa Pitt-Blanchett in gran forma 3. un soggetto di partenza geniale), ma perde parecchi punti per l'eccessiva lunghezza (quasi 3 ore, con molte lungaggini di grande banalità che potevano essere evitate), eccessive smielate (soprattutto nel finale), il concentrarsi solo su determinati aspetti della vita del protagonista (la vecchiaia congenita e l'aspetto amoroso, tutto il resto è trascurato).

  • User Icon

    Giuseppe

    27/08/2012 04.48.44

    un film stupendo da cui si possono trarre tanti insegnamenti per noi stessi nella vita odierna. voto 5

  • User Icon

    ANTONELLA

    03/01/2011 18.30.53

    Finalmente una storia originale , il libro non l'ho ancora letto , ma il film è molto bello ,bravi gli attori e bravo Fincer che mi piace sempre piu'.

  • User Icon

    alex

    22/03/2010 16.13.25

    La storia è molto originale anche se alla fin fine il film risulta carino, non eccezionale.. e poi la vista del bambino che nasce con l'aspetto di un vecchio è impressionante!

  • User Icon

    selly

    23/02/2010 11.07.35

    bellissimo. nn c'è altro da dire.

  • User Icon

    Francesco

    16/07/2009 12.55.19

    Era da Tempo che non si assisteva alla realizzazione di un'opera magistralmente diretta, come questa. Non mi riferisco solo alla regia, bensì anche alla sceneggiatura, il vero capolavoro che (assieme alla meritevole colonna sonora di Alexandre Desplat) tengono alto il livello del film (senza dimenticare la bravura degli attori): la sceneggiatura è splendida, altamente poetica: si apre con un fatto che si lega alla curiosa vita del protagonista solo per mezzo di un sottile filo, che è il potente mezzo del desiderio (specialmente se intricata nel gioco di amore e dolore che segna il '900 in un modo unico), e la narrazione continua, attraverso un'esperienza di vita, che si tende nella tragicità della storia di Benjamin Button, la quale scivola e si plasma unicamente solo sul fatto che ringiovanisce, va contro corrente, e si trova in un mondo che è "differente". Tuttavia, la felicità non viene lesinata, e si trova a scoprire che il tragico di questa situazione può essere non cancellato, tuttavia piuttosto visto con occhi diversi, se sullo sfondo vi è l'amore: l'amore di una donna che sa che ogni vita merita di vivere; l'amore di una donna che non si ferma alle apparenze della superficialità; l'amore di una donna che scopre che gli errori devono essere intesi come i ponti che conducono a scelte migliori; ed infine l'amore di un uomo che non si arrende e, quasi, trova una via di mezzo e migliore tra la ribellione (al proprio stato) e la rassegnazione. Per quanto riguarda la sceneggiatura, trovo splendida la scelta di cambiare il corso delle vicende, rispetto al testo di Fitzgerald, e di fare ciò proprio sull'incipit che si legge, quando l'autore scrive: "[...] per un cupo istante Mister Button desiderò ardentemente che il figlio fosse nero -, lungo le lussuose dimore del quartiere residenziale, poi la casa di riposo...". L'esperienza di Benjamin Button è unica, proprio come la vita "normale" vuole che sia, e non solo: l'orologio (che scorre all'indietro) viene sostituito, ma la natura (le onde) ci riconduce ad esso.

  • User Icon

    shigekuni

    05/07/2009 20.13.20

    pitt e blanchett sono attori di grande esperienza e molteplici ruoli diversi alle spalle ma non avendo letto il libro non so dire quanto il film sia fedele alla trama, comunque le interpretazioni sono interessanti e professionali. la narrazione invece è come un continuo assaggio di qualcosa che non c'è, un meccanismo che non scatta. il ripetersi del ciclo della vita? la vecchiaia simile alla giovane età? che la vita è una parentesi di inspiegabile consapevolezza in continua lotta con la solitudine e sempre in cerca di comprensione e affetto tra i propri simili? che cosa voleva dire il film? che l'uomo è l'artefice del proprio destino ma impotente contro il tempo? spero che il libro raggiunga l'obiettivo che il film manca clamorosamente.

  • User Icon

    Lilly

    04/07/2009 11.16.40

    Hanno creato un'aspettativa enorme su questo film. Si, da vedere, niente da dire su questo. Ma francamente si poteva fare meglio. L'ultima parte è la più interessante. In certi punti la trama è quasi ovvia, scontata.

  • User Icon

    Lorenzo

    26/06/2009 17.02.28

    Un film profondo sulla vita, l'amore, la morte. Ottime le interpretazioni, precisa la regia, perfetta la parte tecnica. Consigliato senza dubbio. Personalmente, va al secondo posto fra i cinque film candidati all'oscar ( il primo è the millionaire, il terzo frost/nixon, il quarto The Reader, il quinto MILK)

  • User Icon

    OskarSchell

    11/05/2009 09.19.50

    Se n'è parlato tanto, tantissimo, troppo. E' un film gradevole, come la recitazione di Pitt. Cate Blanchett a volte è un po' monocorde, ma nel complesso è un film apprezzabile, un po' lungo, ma con una sceneggiatura se non altro originale. A volte si è forzata un po' la mano per cercare il romanticismo a tutti i costi. Nel complesso, è un film che si lascia guardare.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: Warner Home Video, 2009
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 159 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Inglese per non vedenti (Dolby Surround 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Arabo; Ebraico; Greco; Italiano; Italiano per non udenti; Inglese per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici: commento del regista David Fincher