Diagnosi e destino

Vittorio Lingiardi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 713,12 KB
Pagine della versione a stampa: XVI-129 p.
  • EAN: 9788858429518
Salvato in 9 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Tutti, prima o poi, riceviamo una diagnosi. Un giorno arriva un esperto e con una parola ci dice qualcosa che modifica il corso della vita, in peggio o in meglio. Momento chiave della relazione medico-paziente, la diagnosi non è solo un processo di conoscenza compiuto da chi la formula, è anche un'occasione importante della conoscenza di sé. Ed è sempre un incontro: con il corpo, la chimica dei farmaci, la cura di sé, la scienza medica, la (s)fiducia nella medicina, il passato dell'anamnesi, il futuro della prognosi, la nostra personalità, le nostre paure e difese. Sulla malattia e l'essere malati si è scritto molto. Meno sulla diagnosi e l'essere diagnosticati. O con internet, sull'autodiagnosticarsi, solitari esploratori dei nostri sintomi. Le diagnosi non sono sentenze e le malattie non hanno un «significato», non sono metafore o colpe. Possono però abitare le nostre vite come narrazioni e mitologie personali.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Egome

    15/11/2018 13:15:29

    Un saggio utile agli addetti ai lavori (medici e psichiatri) per ricordare loro che la diagnosi rimane l’obiettivo di tutta la clinica, che si chiama così perchè mai deve o può prescindere dal contatto del medico col paziente (dal greco: clinico cioè ‘chinato’ sul paziente, con l’intento di visitarlo), sostituito da esami strumentali o di laboratorio che svolgono certo un ruolo utile, ma ancillare alla clinica. La diagnosi è 'sofferta' non solo dal paziente ma anche dal medico, chiamato a una responsabilità enorme, per le ripercussioni inevitabili fisiche, ma anche psichiche sul paziente, ad essa correlate (da cui il titolo del libro). La diagnosi deve essere sempre ‘idiografica’ ( che riguarda il medico, sul singolo paziente), anche se guidata ovviamente dalla diagnosi ‘nomotetica’ ( che riguarda le categorie di pazienti, oggetto di attenzione soprattutto del ricercatore, dell’accademico). Ma il libro è rivolto e accessibile a tutti, per spazzar via i pregiudizi, le fake news che abbondano in questa società fluida martellata da media non sempre affidabili. Pertanto la diagnosi non è una sentenza e tanto meno una metafora di colpe o punizioni (citata in proposito ripetutamente Susan Sontag, antesignana nel denunciare l’interpretazione di malattia intesa come castigo). E ancora, su citazione del microbiologo Burioni : “In campo scientifico ha diritto dii parola solo chi ha studiato e non il cittadino comune. La scienza non è democratica.’’ Molti contenuti, tanta esperienza e buon senso, in queste pagine.

  • Vittorio Lingiardi Cover

    Vittorio Lingiardi (Milano, 1960) è uno psichiatra e psicoanalista italiano, professore ordinario di psicologia dinamica presso la Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma.Si è laureato nel 1985 in Medicina e chirurgia e specializzato in psichiatria nel 1989. Dal 1985 al 1998 ha svolto attività clinica e di ricerca presso l'Istituto di Clinica Psichiatrica dell'Università degli Studi di Milano e presso l'Ospedale San Raffaele di Milano. Negli anni 1987-1988, e nuovamente nel 1995, ha trascorso periodi di studio e formazione negli Stati Uniti e in Canada, presso la Menninger Clinic (Topeka, Kansas), la Chestnut Lodge Clinic (Rockville, Maryland) e la McGill University (Montreal, Canada). È psicologo analista con funzioni... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali