Il diario di Jane Somers

Doris Lessing

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788807884535
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 3,80

€ 9,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Erica Stori

    05/03/2015 22:43:03

    Il diario di Jane Somers è un romanzo che non ha paura di mostrarsi per quello che è: una, a tratti angosciante, ricerca del sé in mezzo a una società dove lo stereotipo impera. Stereotipo di cosa? Di tutto. Dal modo di vestirsi al lavoro, al modo di lavorare stesso, dall'essere ricchi e quindi rispettabili, all'essere poveri e vecchi e quindi da abbandonare o quanto meno da allontanare dalla vita e dalla vista di chi viene "pompato" come vincente. A un certo punto però, come si dice, tutti i nodi vengono al pettine. Come è successo a Jane Somers.Una delle domande irrisolte del romanzo sta in un particolare: cosa accade in noi, al di là del deterioramento fisico? Come e quando la nostra volontà valica il confine tra la vita e la morte? Possiamo decidere? Jane non ha una risposta e questo le causerà molta rabbia. Il diario di Jane Somers è un'avventura dello spirito: da bambino ad adulto. Non facile, ma consigliato!

  • User Icon

    lucrezias

    04/03/2011 10:22:42

    La storia di una duratura amicizia fra un elegante donna di successo ed una piccola anziana signora che vive in condizioni al limite della soppravivenza. Un romanzo che può intristire il lettore parlando di argomenti che in genere si evitano o ci si pensa con molta superficialità,la vecchiaia. In questo romanzo l'autrice analizza nell'intimo le difficoltà dell'essere anziano.

  • User Icon

    maria

    19/11/2008 13:38:07

    La scrittrice, con il suo romanzo, ci conduce in un mondo che spesso cerchiamo di tenere lontano quello della vecchiaia. Un libro che pone l’attenzione sui vecchi e sulla morte. Descrive l’egoismo umano, una società che cerca di allontanare il decadimento dalla propria vita. Anche la protagonista del libro, Janna alias Jana, arriva all’età di 49 anni, vivendo principalmente per sé e per il suo lavoro. La sua vita viene segnata da due esperienze tristissime, la perdita del marito Freddie e la morte della mamma, ma continua a vivere come se nulla fosse successo la sua perfetta routine non viene assolutamente minata.Un incontro casuale di Jane con Maudie (che rappresenterà nel racconto tutto il mondo dei vecchi) farà scoprire alla protagonista nuove prospettive su tematiche completamente ignorate anzi tenute volontariamente lontane dalla vita e affiorerà nella protagonista quella sensibilità lungamente repressa.Nel racconto è descritto il mondo dei vecchi, la decadenza del corpo, le problematiche legate ai piccoli gesti quotidiani, la perdita dell’abilità nel compierli, l’attaccamento dei vecchi alla vita , il loro modo di conservare anche ciò che può sembrare inutile ma questi oggetti rappresentano i ricordi di tutta una vita passata, la resistenza e la tenacia con cui affrontano la vita, le avversità come la fame il freddo compreso la malattia ed il dolore che questa procura dovrebbe essere preso ad esempio, il rifiuto a ricevere assistenza da chi è preposto a farlo l’avversione nei confronti della medicina che come ci dice Maudie servono solo a stordirsi ed io preferisco essere cosciente. La rabbia e l’orgoglio che distingue questa vecchina (Maudie) evidenziano una grande dignità e forza di volontà nonostante la precarietà vissuta giorno per giorno per sopravvivere. Quello che colpisce è che da questo mondo non viene sollevato nemmeno un lamento. Le richieste di affetto arrivano silenzio, nascoste da un atteggiamento rabbioso di Maudie. Un vero inno a considerare anche “altro” che spesso lasciamo

Scrivi una recensione