Le dieci donne del cavaliere - Arto Paasilinna - copertina

Le dieci donne del cavaliere

Arto Paasilinna

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Marcello Ganassini
Editore: Iperborea
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 12 novembre 2011
Pagine: 256 p.
  • EAN: 9788870915006
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 14,25

€ 15,00
(-5%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Le dieci donne del cavaliere

Arto Paasilinna

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Le dieci donne del cavaliere

Arto Paasilinna

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Le dieci donne del cavaliere

Arto Paasilinna

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 9,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La vecchiaia, si sa, arriva infida per tutti, anche per Rauno Rämekorpi, un vero self-made man, da boscaiolo a capitano di industria, che tra montagne di fiori e foie gras festeggia il sessantesimo compleanno e la nomina a Cavaliere del Lavoro. Ahimè la consorte Annikki soffre di asma da polline, e al devoto marito, terminata la festa, non resta che portare tutto in discarica. Ma perché sprecare tanto bendidio? gli fa presente Seppo Sorjonen, il tassista tentatore ingaggiato per la missione. Il Cavaliere avrà pure qualche amica da omaggiare. Non serve altro a risvegliare l'ardore del sempreverde dongiovanni in frac, che bouquet alla mano, champagne sottobraccio e in bocca promesse, promesse, promesse, parte alla mirabolante conquista di dolci alcove per tutta la città. Eila la PR rampante, Eveliina la comunista pura e dura, Sonja la giornalista che si è bevuta la carriera, e tutta una galleria di fenomenali rappresentanti del gentil sesso è lieta di accogliere i suoi servigi amorosi insieme a opportuni favori per problemucci di denaro, carriera o addirittura fertilità. Dato un tale successo, perché non ripetere la tournée a Natale in doveroso costume da Santa Klaus? Peccato che nel frattempo le affettuose amichette hanno scoperto di non essere ciascuna l'unica. La sagace ironia di Paasilinna colpisce ancora, trasformando in epico divertimento dal retrogusto amaro le scappatelle di un uomo di potere e portafogli, viziato dal successo e dall'inguaribile sentimentalismo femminile...
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,25
di 5
Totale 8
5
1
4
0
3
1
2
4
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    rigus68

    29/10/2018 17:29:36

    Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, / le cortesie, l’audaci imprese io canto …. Che Paasilinna abbia voluto imitare l’arte di Lodovico Ariosto? Siamo ben lontani, però il titolo mi aveva stuzzicato, avevo pensato volesse parafrasare le imprese del nostro ex-Cav., il Berlusca, per intenderci. Ci sono assonanze e forti differenze, ovviamente. Anche Rauno Rämekorpi, il Cav. del lavoro Lappone, fa costosi regali a piene mani alle sue amanti che, però, a differenza dell’ex-Cav. nostrano, non sono giovani e neppure nipoti di Mubarak; lui si accontenta di non-più giovani virgulti che spaziano dai 35 fino ai 70 anni … contento lui. Per di più, in alcune visite alle dieci amanti non disdegna di sobbarcarsi pesanti e faticose pulizie domestiche, che avrebbero suscitato l’orrore del nostro Cav. Se, in un certo senso, è geniale l’idea di “visitare” le dieci amanti con la scusa di non gettare in discarica straordinari bouquet di fiori ricevuti per celebrare il suo 60° compleanno, è invece una cattiva idea, nella seconda parte del romanzo, il rivisitare le dieci donzelle, con la scusa delle feste natalizie, per ripetere le eroiche imprese. Non si ritorna mai sul luogo del delitto! E’ invece divertente l’idea di creare la figura del tassista tuttofare Seppo Sorjonen (in italiano suona quasi come Sornione, come di fatto lo è) che lo accompagna in tutte le sue avventure, è prodigo di preziosi suggerimenti e non disdegna di preparare succosi manicaretti per far fronte alle galanti avventure del neo-Cav. Assomiglia un poco a Jeeves, il valletto personale di Bertram Wooster, personaggio indimenticabile inventato dallo scrittore Wodehouse. Qui però non ci siamo: il romanzo si trascina senza mordere ed è piuttosto fiacco.

  • User Icon

    mara

    03/10/2013 23:05:48

    L'ho trovato piuttosto ripetitivo. Due notazioni al margine. Questo seduttore seriale, con l'aiuto dell'autista, quando ce n'è bisogno, non si fa pregare per rimettere in ordine le case delle signore, sgombrare roba da buttare ecc. Insomma, almeno si rende utile, senza problemi. Secondo (un particolare che ricorre anche in altri libri del finlandese): la locale chiesa luterana è molto citata, e sembra un onesto ministero statale, senza troppi trasporti mistici e addetta seriamente a celebrare un po' di cerimonie utili per il benessere comune. Amen.

  • User Icon

    Sebastiano

    27/05/2013 14:56:41

    Non siamo certamente ai livelli di quello che, a mio parere, resta il miglior libro di Paasilinna, ovvero "Piccoli suicidi tra amici", ma non è nemmeno da buttare via. La storia è divertente ed è narrata in modo ironico ed intelligente (come sempre, quando si tratta di Paasilinna); impone una riflessione anche nei momenti più leggeri (e tragicomici) di questa commedia dell'amore (o del sesso, visto che spesso le due cose coincidono)! Tuttavia, non convince mai del tutto; si nota una certa fretta ed anche il finale ne risente moltissimo. In definitiva, una lettura piacevole ma molto lontana dalla vette a cui ci ha abituato il caro Arto!

  • User Icon

    Giuseppe

    11/02/2013 20:42:02

    Non ho parole, avevo letto piccoli suicidi tra amici e l'avevo trovato molto bello e simpatico, ma questo libro è a dir poco scioccante, non so come si possa pubblicare un libro del genere. Lo sconsiglio.

  • User Icon

    roby

    23/10/2012 22:32:00

    Dopo 10 titoli letti questo, per me, è stato il meno riuscito. Forse sono mancati due degli elementi che hanno fatto germogliare gli altri racconti: la fuga e la ribellione. Quì l'autore non mi è sembrato stimolato dalla fantasia, non ha donato il consueto spessore ai personaggi e non ha dipinto i luoghi così come nelle altre avventure. Mi auguro che sia soltanto un incidente di percorso, non vorrei mai che oltre ad ex boscaiolo, ex giornalista ed ex poeta mi diventi anche ex scrittore...oppure sì! perchè no? Un finlandese come lui non lo puoi mica rinchiudere in una qualsiasi banale categoria...

  • User Icon

    jmaigret

    14/02/2012 13:10:06

    Il libro è ripetitivo, noioso, inutile. Come siamo lontani dalle opere precedenti... Alla prossima, Arto.

  • User Icon

    Francesco

    10/01/2012 13:10:35

    Grande Arto... sarà anche un libriccino, ma si lascia leggere tutto d'un fiato..era da tempo che non trovavo così piacevole una lettura

  • User Icon

    Adriana

    20/12/2011 09:46:18

    Il tocco di Paasilinna c'è sempre, ma questo è veramente un libriccino modesto.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente

Tutto ha inizio alla festa di compleanno. Rauno Rämekorpi, amministratore delegato di un'azienda di successo, compie 60 anni.
Il quotidiano locale lo intervista, gli amici e i conoscenti - tra i più importanti membri della comunità - lo festeggiano, viene insignito dell'onorificenza di Cavaliere del Lavoro, la moglie Annikki (donna "di larghe vedute") lo sostiene serenamente come ha sempre fatto.
Al termine della giornata, Rauno e Annikki restano soli, stanchi e circondati da mazzi di fiori e raffinatezze gastronomiche di ogni tipo, donate dagli invitati.

Troppe per consumarle in due, poi Annikki soffre d'asma e tutti quei fiori... Rauno ha una soluzione: portare il cibo in azienda per la mensa e i fiori in discarica.
Ma da Paasilinna non c'è da aspettarsi una storia così lineare.
Entrato, con indosso ancora frac e scarpe di vernice, nel taxi guidato da Seppo Sorjonen - già noto ai lettori di Paasilinna per aver portato in giro per la Finlandia lo Smemorato di Tapiola "era salito sul suo taxi a Tapiola e avevano percorso in lungo e in largo il paese, e perfino incendiato e fatto saltare in aria una fattoria, in mancanza di meglio" - che dovrebbe portarlo a compiere queste due semplici incombenze, Rauno viene preso da una idea diversa: perché non consegnare alle tante e belle donne che conosce quegli splendidi mazzi di fiori e presentarsi anche con una bottiglia di champagne?
È il primo atto di una quanto mai movimentata giornata.

Prima tappa Tarja Salokorpi, un'insegnante di disegno - ora trentasettenne - conosciuta più di una decina d'anni prima in Tunisia, dove (manco a dirlo) "era andato a piazzare una partita di saune in massello di pino".
Poi seguono Eila, Tuula (con un imprevedibile regalo pronto per lui), la non più giovanissima Sonja, la sua dipendente Eveliina (cardiopatica promossa ingegnere sul campo), Saara intraprendente donna delle pulizie dell'azienda di Rauno, Kirsti vecchia amica della moglie perseguitata da un ex marito violento, la fidanzata d'un tempo Irja e Ulla-Maija, una vedova sulla soglia dei settanta.
"Aveva compiuto sessan'tanni e coperto di fiori numerose donne, ma ora sentiva il desiderio di ritrovare la cara mogliettina. C'è un tempo per le scorribande per il mondo e un tempo per tornare all'ovile".
Annikka accoglie a braccia aperte un Rauno ripulito e apparentemente sobrio e morigerato, che torna dopo più di 24 ore passate in giro per Helsinki scorrazzato da Sorjonen. Tutto bene quel che finisce bene.

Può arrivare anche un tempo per ripetere questa esperienza, ma non è detto che le cose vadano altrettanto bene per il nostro Rauno... Distribuire doni per Natale alle dieci donzelle a cui il Cavaliere aveva fatto visita  e con cui era rimasto in contatto non sarà proprio un'ottima idea.

La leggerezza della scrittura di Paasilinna fa apparire normale anche ciò che normale proprio non è in questo vivace, ricco ritratto di un donnaiolo attempato, generoso quanto egoista. Il gusto del paradosso, dell'eccesso, anziché spiazzare il lettore lo avvolge e lo porta con naturalezza di scena in scena, divertendolo con genialità. Del resto ne Il migliore amico dell'orso ci aveva fatto credere che un orso potesse aiutare nei lavori domestici, come potremmo sorprenderci per qualcos'altro?

  Rauno Rämecorpi è un "vivace" imprenditore finlandese inventato (inventato?) da Arto Paasilinna. Rauno compie sessant'anni e viene festeggiato sfarzosamente dall'adorabile moglie e dagli sfarzosi amici nella sua villa vista mare. I festeggiamenti non sono sufficienti a Rauno che, con la scusa di portare alla discarica i mazzi di fiori ricevuti, deciderà invece di distribuirli a dieci donne di sua conoscenza. Così è il libro: un viaggio di un giorno e una notte per le strade di Helsinki di un imprenditore-cavaliere-Don Chisciotte e del suo scudiero taxista. I mulini a vento sono le amanti perdute e ritrovate. Con ogni donna Rauno vivrà dei momenti pazzeschi, surreali, spassosi. Poi tornerà a casa, ma non resisterà a una seconda cavalcata per la città in occasione del Natale. Il secondo tentativo gli riserverà delle sorprese… Questo libro dell'autore dell'Anno della lepre è una follia allegorica che esplora il rapporto uomo-donna, marito-amante in tutte le sue declinazioni in modo impietoso e esilarante. Rauno, che trascorre gran parte del tempo in costume adamitico nelle situazioni più assurde, è un personaggio odioso e magnetico allo stesso tempo. A volte è dissacrante, si veda il monologo sulle ossa di Gesù, sul mondo imprenditoriale finlandese, sull'impossibilità di comunicazione tra i generi e le generazioni. Il taxista Sancho Panza, figura già incontrata nei libri di Arto Paasilinna, è imperdibile. Il titolo ammicca – furbescamente – alla recente situazione italiana. In realtà il titolo originale è una forma gergale traducibile in "Dieci donne assillanti" e la situazione italiana non c'entra, anche se uno dei temi del romanzo potrebbe essere lo stesso: il senso di onnipotenza libidinosa dei potenti. Federico Jahier

Un romanzo che riesce a trasformare in epico divertimento le banali scappatelle di un incallito donnaiolo e fare di un tipo arrogante e vanitoso un intemperante protagonista che si adorerà detestare. E ogni riferimento alle cronache nazionali è puramente casuale.

Al compimento dei sessant’anni il ricco imprenditore Rauno Ramekorpi, fresco di nomina a Cavaliere del Lavoro, organizza una festa nella sua sontuosa residenza. Gli invitati arrivano in processione con regali e fiori e il cocktail passa in doverosa allegria. Ma non appena partito l’ultimo ospite, la beneamata mogliettina Anniki, allergica al polline, prega Rauno di correre alla discarica ed eliminare i meravigliosi bouquet. "Non è un peccato sprecare tanto ben di dio?" gli fa presente Seppo Sorjonen, il taxista tentatore chiamato ad aiutarlo nel triste compito. Non sarebbe meglio approfittare dell’occasione per andare a omaggiare qualche vecchia amica? Comincia allora un avventuroso giro per Helsinki in cui il dongiovanni in frac passa da un’alcova all’altra con il suo mazzo di fiori in mano, una bottiglia di champagne sottobraccio e promesse, promesse, promesse... Tarja, Eila, Tuula, Sonja, Eveliina, Saara, Kirsti, Irja e Ulla-Maija: una svariata galleria di fenomenali rappresentanti del gentil sesso, di ogni età e classe sociale, con mille sorprese in serbo. Ma il dolce epilogo sul talamo è sempre assicurato. Dato il successo dell’impresa, perché non ripetere la tournée anche prima delle feste, nei panni di un improbabile Babbo Natale? Ma il vento pare cambiato: novelle Comari di Windsor, o Streghe di Eastwick, le adorate amichette, scoperto di non essere ciascuna l’unica e sola, hanno deciso di vendicarsi. Ancora una volta Paasilinna riesce a trasformare in epico e a tratti malinconico divertimento le banali scappatelle di un self-made man viziato da un successo dopo l’altro che crede di allontanare la vecchiaia inseguendo una rischiosa giovinezza, un donnaiolo impenitente che si adorerà detestare.

  • Arto Paasilinna Cover

    Scrittore finlandese, con un passato da giornalista, poeta e guardiaboschi; autore-culto in Finlandia, dove ogni suo libro ha superato sempre le 100.000 copie: uno dei pochi scrittori finlandesi che ha vissuto unicamente della sua penna. Molto amato all’estero per il suo humour travolgente, quella capacità tutta finlandese di raccontare ridendo anche le storie più tragiche, ha pubblicato più di trenta romanzi, oltre a pièces teatrali e sceneggiature. Nel 1994 gli è stato conferito in Italia il Premio Acerbi per L’anno della lepre, romanzo dal quale sono stati prodotti due film.Ha vissuto - alternando - in Lapponia e a Helsinki, ma con sempre più frequenti tappe nei paesi più assolati del Sud, spesso anche in Italia.Parte della sua... Approfondisci
Note legali