Digiunare, divorare

Anita Desai

Traduttore: A. Nadotti
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2001
In commercio dal: 6 febbraio 2001
Pagine: 224 p.
  • EAN: 9788806157456
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Due culture diverse poste a confronto attraverso il cibo. Un'estesa famiglia indiana, composta di zie strambe e cugini inetti, ha i suoi opposti nelle sorelle Uma e Aruna. La prima, più anziana, oppressa dal devoto stuolo di parenti, ancora non riesce a lasciare il nido e guarda con disappunto la minore che, impalmato il rampollo giusto, va costruendo una famiglia perfetta. La scena si sposta in Massachusetts: là il figlio di Aruna osserva, pieno d'incredula nostalgia, la sconcertante vita della famiglia Patton dove gli uomini si abbuffano di carne e le donne sono tutte anoressiche. A confronto due diversi mondi: il cuore compatto e soffocante di una famiglia indiana e la gelida, indifferente libertà di un nucleo familiare americano.

€ 7,25

€ 13,43

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 11,42

€ 13,43

Risparmi € 2,01 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gloria

    20/07/2008 21:54:50

    un commento sulla sintesi: c'è un errore: Arun, il ragazzo che vola in Massachusetts non è affatto il figlio di Aruna, ma il fratello di quest'ultima e di Uma, la protagonista

  • User Icon

    icaya

    26/02/2005 11:25:54

    Bella la descrizione e il confronto delle due culture. Il linguaggio è semplice e delicato e riesce a penetrare nelle due realtà e nella quotidianità dei personaggi. E' il primo libro che leggo di questa scrittrice e ne leggerò sicuramente altri. Lo consiglio.

  • User Icon

    chiara171

    15/07/2003 09:35:28

    Con la sua scrittura scorrevole e piena, Anita Desai racconta due normali famiglie borghesi, indiana ed americana. E sotto la superficie che riflette immagini diverse ed opposte si percepisce lo stesso malessere, la stessa problematica convivenza con le inflessibili convenzioni sociali inculcate dalle famiglie - tradizione e buon nome in India, riuscita sociale e materiale in America. Un romanzo senza lieto fine, l'esposizione dei meccanismi familiari ovunque in azione anche sotto spoglie diverse, le evasioni psicologiche in scatole di luccicanti cartoline di Natale o pacchi-famiglia di barrette al cioccolato. E la caratteristica prosa sempre sobria e viva dell'autrice.

  • User Icon

    Maria

    15/01/2003 17:18:34

    Due modi diversi di vivere il rapporto con il cibo: Asia e America... Due mondi in antitesi ma nei quali si vivono le stesse difficoltà esistenziali, anche se con modi diversi... Bello, molto bello!

  • User Icon

    LauraC

    17/10/2001 13:17:03

    Amo le recensioni sintetiche, anche perche' leggerle qui mi serve per capire se vale la pena o meno comprare il libro in questione: mi e' piaciuto, non e' certo divertente anzi, abbastanza cupo, ma bello. Voto 7/8

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione