Categorie

Peter J. Frost

Traduttore: M. Vegetti
Editore: Etas
Anno edizione: 2003
Pagine: 280 p. , Brossura
  • EAN: 9788845312380

Chi non ha mai sofferto sul lavoro? L'ambiente in cui passiamo gran parte della nostra giornata diventa spesso teatro di piccole e grandi sofferenze - con conseguenze assai dannose sul nostro rendimento e sulla nostra vita privata. Eppure, di fronte a questo preoccupante fenomeno, l'imperativo sembra quello di subire e tacere, rinnegando se stessi "per il bene dell'azienda".Frost ci invita a riflettere e a seguirlo in un percorso ricco di storie (a partire dalla sua personale) e spunti illuminanti, fino a far luce sugli aspetti emotivi della vita professionale. Scopriamo così che la sofferenza emotiva ha innumerevoli fonti ed è spesso inevitabile: la differenza sta nel modo in cui l'azienda reagisce ad essa. Emerge un'opportunità preziosa: quella di rifondare l'azienda, creando una cultura basata sull'empatia.
Cambiare punto di vista, in questo caso, significa prima di tutto aprire gli occhi e imparare a dare un nome alle cause del malessere: capi violenti, carico di lavoro eccessivo, scadenze impossibili che finiscono a tutti gli effetti per intossicare il clima aziendale. Smettere di negare gli impatti negativi di questo modello di organizzazione è il primo passo: l'obiettivo finale è approntare i dovuti interventi di fronte a situazioni ed eventi distruttivi e sostenere chi già si impegna, magari nell'ombra, per alleviare il dolore di colleghi e collaboratori.
In queste pagine, insieme appassionate e lucide, ogni lettore può trovare profonde risonanze con la propria storia umana e lavorativa. E un nuovo modello di leadership si fa strada, fondato sulla sensibilità, l'ascolto e l'apertura, a giovamento dell'azienda e delle persone che vi lavorano.

Profilo autori
Peter J. Frost è professore di Comportamento organizzativo e presidente dell'Istituto Edgar F. Kaiser della Facoltà di Commercio e di Business Administration della University of British Columbia.

Prologo: L’ineluttabilità della sofferenza nelle organizzazioni; La sofferenza emotiva nelle organizzazioni; Le fonti di tossicità nell’organizzazione; L’attività dell’agente disintossicante; I rischi per l’agente disintossicante; Come curare l’agente disintossicante; Il ruolo di interfaccia: cosa possono fare l’agente disintossicante e l’organizzazione? Il leader che elabora la sofferenza; L’azienda empatica: reagire alla sofferenza in modo strutturato; La sofferenza come lente di ingrandimento.