Categorie

Bernard Gibello

Editore: Borla
Anno edizione: 1987
Pagine: 256 p.
  • EAN: 9788826305783

scheda di Pozzan, M.T., L'Indice 1988, n.10

L'autore utilizza la propria formazione poliedrica (medica, psicoanalitica, cognitivista) per afftontare i disturbi dell'intelligenza attraverso un approccio ampio e non ideologico. Integrando gli apporti più recenti della psicoanalisi e della psicologia cognitiva con le acquisizioni degli ultimi anni sulla propensione del neonato a conoscere e a comunicare, l'autore rielabora la propria esperienza clinica e arriva a formulare una ipotesi teorica che gli consente di individuare alcuni specifici disturbi dell'intelligenza che chiama "ritardi dell'organizzazione del ragionamento". A tali ritardi l'autore fa risalire le difficoltà relazionali dei pazienti psicopatici che, secondo lui, proprio a causa del loro disturbo intellettivo interpretano in maniera distorta gli stimoli del mondo esterno e vi rispondono in modo inadeguato, provocando negli altri reazioni di rifiuto che innescano in loro vissuti persecutori. Il valore e il fascino del libro non stanno in queste elaborazioni teoriche, peraltro non nuove e già da tempo oggetto di critiche, ma nella capacità davvero singolare di Gibello di utilizzare in modo genuino e coerente prospettive teoriche così diverse.