DNA. Il segreto della vita

James D. Watson,Andrew Berry

Traduttore: I. Blum
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 3 novembre 2004
Pagine: 462 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788845919176
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 21,33
Descrizione
La scoperta della doppia elica del DNA nel 1953, cui Watson lavorava da anni, suggeriva la soluzione di due fra i più antichi misteri della biologia: l'archiviazione e la replicazione dell'informazione ereditaria. La doppia elica portava fin dentro la cellula una visione unitaria del mondo biologico e del mondo inanimato e, nella confusa complessità della biologia e nella sterminata varietà delle forme viventi, Watson introduceva un elemento materiale unificante e una nuova chiave interpretativa. Il cinquantenario della rivoluzione del DNA ha coinciso con la pubblicazione della prima sequenza del genoma umano e ciò ha offerto allo scienziato inglese l'occasione per una magistrale lettura della sua storia e dei suoi problemi.

€ 21,33

€ 39,50

21 punti Premium

€ 33,58

€ 39,50

Risparmi € 5,92 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Riccardo Arisio

    14/02/2005 00:13:58

    Un eccellente excursus sulla storia del DNA. Non un libro sul DNA. E' sicuramente difficile riassumere in poche centinaia di pagine ciò che rappresenta la svolta scientifica più importante nella storia della ricerca biologica. Watson ci è riuscito, a prezzo di evitare di citare il ruolo fondamentale di Rosalinde Franklin (provate a cercare il suo nome su google... 500.000 pagine), alla quale si devono i presupposti metodologici che hanno portato Watson e Crick alla "scoperta". Il testo, adatto ad un pubblico sicuramente non di addetti al mestiere, è comunque completo, anche se la trattazione appare un po' scoordinata e (necessariamente) lacunosa. Attualissima la discussione sui diritti di proprietà delle sequenze geniche. Meno approfondito e in qualche passo confondente, il discorso sugli OGM, o perlomeno non aggiornato. Tutto sommato un testo valido per chi, privo o con scarse conoscenze in biologia, voglia farsi un'idea riassuntiva di quello che dovrebbe essere insegnato in parallelo alla matematica, al latino, al greco e a qualsiasi altra materia dei programmi delle scuole superiori. Per evitare che i politici di domani (per quelli di oggi è tardi) non confondano il "principio di precauzione" con quello di "abissale ignoranza e paura dell'ignoto". Riccardo Arisio MD, PhD, patologo.

  • User Icon

    federico

    12/12/2004 18:33:14

    molto interessante.

  • User Icon

    stefano

    11/12/2004 16:29:01

    Interessante e ben scritto

Scrivi una recensione