I dodici bambini di Parigi

Tim Willocks

Traduttore: M. Piva Dittrich
Collana: Multipop
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 01/06/2014
Pagine: 736 p., Rilegato
  • EAN: 9788863552850
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

€ 10,26

€ 19,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Massimo Orsi

    25/04/2015 18:21:33

    Uno dei miei scrittori thriller preferiti, leggo questo suo lungo libro (736 pag.) che è un Fantasy storico molto ben strutturato e ben scritto, ma deduco che lo preferisco quando si cimenta nel genere Thriller,noir,pulp (confesso che si tratta di un mio limite...). Questo secondo libro fa parte di una trilogia ma l'ho letto prima del capitolo iniziale intitolato " Religion " che ho apprezzato maggiormente. Ora attendiamo il terzo volume.

  • User Icon

    Igor

    26/08/2014 20:11:00

    Ero davvero convinto che ormai la trilogia su Mattias Tannhauser non sarebbe stata compiuta, invece per fortuna, dopo ben otto anni, è uscito il secondo capitolo. Il cambio di editore già dall'inizio mi aveva lasciato un po' perplesso.. Nell'immagine di copertina (che corrisponde all'originale inglese) la rappresentazione di Mattias non rispecchia i suoi 48 anni: sembra più la cover di un libro fantasy. Vi sono altri punti in cui non vi è una giusta corrispondenza tra i due racconti: - Il primo tomo finisce nell'anno 1565 e il secondo si sviluppa nell'anno 1572, ma nel primo libro Mattias ha 37 anni e qui ne ha 48... - Se non ricordo male Mattias aveva abbandonato il Corpo di San Giovanni per commerciare preziosi e armi, mentre ora sembra sia di nuovo nell'Ordine. Le prime 180 pagine non passano più, dove i buoni fanno la parte dei buoni e i cattivi dei cattivi, tutto ben delineato... Un po' troppo delineato a mio parere. Mattias sembra in questo libro un super eroe, super veloce, che con astuzia e straordinaria forza affronta nemici che, se pur titolati con cariche di rilievo, in battaglia diventano sacchi di patate pronti per essere tagliati. Reputo inverosimile poi che Carla (una madre) non chieda nemmeno dove sia sparito suo figlio Orlandu, che ricompare stranamente solo alla fine. Il libro è tutto sommato scorrevole e l'ho letto in due settimane, ma l'approfondimento storico, il carma dei personaggi, gli intrighi, le loro storie non sono così genuine e allo stesso tempo descritte a puntino come nel primo libro. È vero che Willocks dopo otto anni può anche aver cambiato modo di scrivere, ma questi sembrano quasi due romanzi scritti da due autori diversi.

Scrivi una recensione