La donna che sparì con un libro

Idra Novey

Traduttore: Letizia Sacchini
Editore: Garzanti Libri
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 684,46 KB
  • Pagine della versione a stampa: 246 p.
    • EAN: 9788811147022
    Disponibile anche in altri formati:

    € 9,99

    Venduto e spedito da IBS

    10 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Maria Teresa

      12/12/2017 17:35:18

      Mah... carino ma forse non è propriamente il mio genere... in effetti mescola il giallo a riflessioni sulla vita, eventi e gesti che sanno di commedia romantica, insomma un misto che proprio non funziona per me. Nonostante ciò, con la scrittura scorrevole e una trama tutto sommato coinvolgenete è riuscito a tenermi incollata fino alla fine, con la curiosità di vedere l' epilogo.

    • User Icon

      n.d.

      16/10/2017 15:00:01

      Purtroppo questo libro lo sto leggendo da ben due settimane. Noioso e senza senso come non mai. Resisto solo perchè il mio vicino di casa mi ha detto che si farà interessante. Il problema è che due settimane per metà libro è esasperante!

    • User Icon

      Ely

      01/10/2017 14:09:42

      Siamo in Brasile, una donna viene vista salire su di un albero con un sigaro in bocca, e da lì non si sono più avute sue tracce. La donna in questione è Beatriz Yagoda, di professione scrittrice, e proprio come il protagonista di un suo libro, è sparita nel nulla dopo essere salita su di un albero. La persona che più si interessa alla sua scomparsa è Emma, che ha tradotto tutti i suoi libri e che ha instaurato con la scrittrice un rapporto stretto. Emma sale sul primo volo lasciando indietro fidanzato e carriera, con il solo scopo di ritrovare la "sua" scrittrice. Arrivata in Brasile Emma trova una realtà che nessuno immaginava, Beatriz ha accumulato dei debiti di gioco e si è rivolta ad uno strozzino, che ora rivuole i suoi soldi o farà del male ai famigliari della scrittrice. Emma cerca di capire dove può essersi nascosta Beatriz, ma sa bene che se la donna non vuole farsi trovare sarà ben difficile rintracciarla. Nella ricerca si aggiungono i figli della donna, Raquel, che fin da subito si mostra molto restia a condividere i problemi della sua famiglia con l'estranea traduttrice, e Marcus, che invece si mostra molto vicino ad Emma, tanto da farle dimenticare di avere un fidanzato a casa. Il Brasile non perdona, della polizia non ci si può fidare e così e tre decidono di cercare da soli Beatriz, seguendo le tracce lasciate e cercando indizi dai suoi libri, aiutati anche dal proprietario della casa editrice dove sono stati pubblicati i libri, che sembra essere venuto in contatto con la donna. Tutti inseguono qualcuno, Emma, Raquel e Marcus cercano Beatriz, lo strozzino è sulle tracce dei tre perché rivuole i suoi soldi, ed il fidanzato di Emma cerca di mettersi in contatto con la donna senza successo. Ma di Beatriz non ci sono tracce, e per l'editoria questo non è affatto un male perché non si parla d'altro ed i suoi libri stanno anche andando in ristampa...

    • User Icon

      valeria

      15/09/2017 12:57:14

      non mi è piaciuto affatto, e penso che in qualche modo sia autobiografico. Parla del Brasile come se fosse solo un letamaio squallido pieno di gente corrotta. I personaggi sono tutti odiosi, soprattutto la protagonista. Ne salvo due, forse per solidarietà: quelli di cui l'autrice non fa che parlare male. Per fortuna me lo hanno regalato e non ci ho speso neanche un centesimo, altrimenti sarei ancora più arrabbiata

    • User Icon

      Roberta

      18/05/2017 13:58:09

      Diffido sempre dai fenomeni letterari, dagli esordi prestigiosi, e in questo caso avrei fatto meglio a seguire il mio istinto. Ci ho provato, ho aspettato alcuni giorni prima di recensirlo nella speranza che qualcosa della lettura mi rimanesse in testa ma niente, il nulla. Non saprei davvero che parole spendere per descrivere la trama (inesistente) e i personaggi (insignificanti). Senza scostarmi troppo dalla trama direi che "di certi libri era meglio l'albero".

    Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione