Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La donna del giorno - Incantesimo (DVD)

Woman of the Year - Holiday

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Woman of the Year - Holiday
Paese: Stati Uniti
Anno: 1942
Supporto: DVD
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 11,35 €)

- La donna del giorno (1942)
Tess e Sam lavorano nello stesso giornale. Dopo un inizio burrascoso, i due apparentemente non si sopportano, col tempo invece s'innamorano e si sposano. Tess è una donna molto attiva e una delle più agguerrite femministe del Paese. Viene eletta "donna dell'anno", in quanto impegnata nelle sue battaglie sociali. Sam inizia a sentirsi messo da parte.....
- Incantesimo (1938)
Julia, ragazza di ricchissima famiglia si innamora di Johnny, un giovane che dopo una dura vita di stenti sta per farsi una posizione. Quando il giovane ottiene il consenso al fidanzamento da parte della famiglia di lei, dichiara di voler continuare la sua vita, rifiutando le abitudini e convenzioni della famiglia della sua futura moglie. Ma questi sentimenti non sono compresi né da Julia, né dal padre della giovane, mentre Linda, la sorella della fidanzata, una ragazza di una sensibilità particolare che ha sempre mal visto il mondo superficiale in cui è nata e cresciuta, apprezza altamente la nobiltà del giovane e lo incoraggia a seguire le sue aspirazioni. I due si baciano, poi Linda lo manda via, da Julia. Ma Johnny decide di allontanarsi. Linda cerca di convincere la sorella e il padre che Johnny è un ragazzo a posto, ma si rende conto che Julia non lo ha mai realmente amato. La giovane allora lascia la casa paterna per seguire Johnny, che ricambia i suoi sentimenti.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: DNA, 2020
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 112 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,78:1; 1,33:1
  • Area2
  • Katharine Hepburn Cover

    Propr. K. Houghton H., attrice statunitense. Alta, magra, le lunghe gambe slanciate, lo stupendo volto coperto di lentiggini, proviene da una famiglia progressista e anticonformista, il padre medico famoso, la madre plurilaureata e con un passato da suffragetta militante. Frequenta il college, ma sin da giovanissima la sua aspirazione è diventare attrice. Dopo un non brillante esordio in teatro, il cinema si rivela presto il suo autentico universo. Evita l'apprendistato esordendo da protagonista in Febbre di vivere (1932) di G. Cukor. L'anno seguente ottiene il suo primo Oscar per l'interpretazione in Gloria del mattino (1933) di L. Sherman, nelle vesti di una ingenua e sfortunata attrice di teatro in cerca di scrittura. Dopo alcuni film di routine, tra i quali Amore tzigano (1934) di R. Wallace,... Approfondisci
  • Spencer Tracy Cover

    "Attore statunitense. Si iscrive ai corsi dell'American Academy of Dramatic Art dopo aver abbandonato gli studi universitari, e comincia a calcare le scene nel 1924, ottenendo subito molti consensi. Arriva a Hollywood mentre il cinema sonoro è ai primi passi e servono attori dalla voce impostata. Dopo alcune apparizioni in vari cortometraggi, esordisce direttamente nel grande cinema come protagonista di Up the River (1930) di J. Ford. Fornisce la sua prima grande interpretazione con Potenza e gloria (1933) di W.K. Howard, confermandola subito con Vicino alle stelle (1933) di F. Borzage. In seguito è impareggiabile interprete di Furia (1936) di F. Lang, San Francisco (1936) di W.S. Van Dyke ii, Capitani coraggiosi (1937, Oscar) di V. Fleming. «Oh, oh, pesciolino non piangere più, oh, oh, pesciolino... Approfondisci
  • William Bendix Cover

    "Attore statunitense. Dal teatro a Hollywood nel '42 (La donna del giorno di G. Stevens), è comprimario efficace in ruoli brutali e sofferti (La chiave di vetro, 1942, di S. Heisler; Prigionieri dell'oceano, 1943, di A. Hitchcock). Attivissimo per un decennio come marine da cruda prima linea (Guadalcanal, 1943, di L. Seiler) o da spiritosa licenza (In giro con due americani, 1944, di A. Dwan), presta il suo marcato accento new­yorkese, in un raro ruolo da protagonista, al giocatore Babe Ruth in L'ultima sfida (1948) di R. Del Ruth e alla chiave grottesca di La corte di Re Artù (1949) di T. Garnett. Torna poi nei toni asciutti di una tesa azione corale con I sanguinari (1955) di L.R. Foster. " Approfondisci
Note legali