Salvato in 11 liste dei desideri
scaricabile subito scaricabile subito
Info
Due colpi di pistola, dieci milioni di morti, la fine di un mondo. Storia illustrata della Grande guerra. Ediz. illustrata
8,49 €
EBOOK
Dettagli Mostra info
Due colpi di pistola, dieci milioni di morti, la fine di un mondo. Storia illustrata della Grande guerra. Ediz. illustrata 80 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,49 € Spedizione gratuita
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,49 € Spedizione gratuita
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Due colpi di pistola, dieci milioni di morti, la fine di un mondo. Storia illustrata della Grande guerra. Ediz. illustrata - Emilio Gentile - ebook
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Chiudi

Informazioni del regalo

Descrizione

Emilio Gentile, tra i più internazionali dei nostri storici, racconta la Grande Guerra coniugando la meticolosità del ricercatore alla brillantezza del narratore. Cinquantatré mesi che per molti studiosi rimangono un 'mistero', una singolare mescolanza di odio e amore (ci fu anche quello) che ci riconduce al mistero della vita umana. Simonetta Fiori, "la Repubblica"

La Grande Guerra segnò la fine di un mondo, pose le premesse di un altro spaventoso conflitto, aprì la fase storica che, un secolo dopo, continua a svolgersi sotto i nostri occhi. Uno dei più autorevoli storici della contemporaneità ricostruisce con un piglio narrativo notevole le cause e gli sviluppi dell'attentato di Sarajevo. Corrado Augias, "la Repubblica"

Fotografie, dipinti, pagine di giornale, immagini di propaganda. Per Emilio Gentile le immagini non sono illustrazioni, ma materiali di ricerca. Questo racconto delle principali vicende della prima guerra mondiale porta l'inconfondibile impronta del suo prestigioso autore. Alessandro Zaccuri, "Avvenire"

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

Testo in italiano
Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
15,14 MB
XI-226 p.
9788858125397

Valutazioni e recensioni

4,25/5
Recensioni: 4/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Gaia Tonesi
Recensioni: 5/5

Bellissimo libro per chi ama la storia.

Leggi di più Leggi di meno
Giancarlo Lupi
Recensioni: 4/5

È utile rileggere questo libro di Emilio Gentile cento anni dopo la fine della Prima Guerra Mondiale. Esso analizza le ragioni che scatenarono lo scontro fra l'Intesa (Gran Bretagna, Francia, cui si associò l’Italia, e Russia) e gli imperi centrali (Germania e Austria-Ungheria con l’Impero Ottomano) quando l’Europa era all’apice di un lungo periodo di pace e di progresso destinato, nel sentiment collettivo, a durare all’infinito. Sono descritte le grandi battaglie e la disumana vita di trincea dei soldati e analizzati i mutamenti geopolitici e sociali indotti dal conflitto e dalla vittoria dell’Intesa: la caduta di tre Imperi (austroungarico, ottomano e zarista, dopo la Rivoluzione d’Ottobre); la nascita di nuovi Stati in Europa e in M.O.; la crescita dell’intervento economico statale, anche in Paesi con solide tradizioni liberiste, come Gran Bretagna e Usa (entrati in guerra il 6 aprile ’18 a fianco dell’Intesa); il nuovo ruolo delle donne nella vita civile, gradualmente premiato con la concessione del diritto di voto; la sacralizzazione della Nazione e il culto del Soldato senza Nome; il reducismo e il combattentismo che, con le suggestioni alimentate dalla rivoluzione bolscevica, spinsero verso la progressiva militarizzazione della politica. La guerra si chiuse con una “pace senza pacificazione”. Il Trattato di Versailles ne fu l’evento topico. Mentre, da una parte, l’idea Wilsoniana della Società delle Nazioni ambiva a costruire un embrione di governance internazionale, a Versailles si posero le premesse di nuovi conflitti. Il revanscismo antitedesco dei francesi prevalse sugli inviti alla moderazione di Lloyd George. La Germania fu umiliata con perdite territoriali e pesantissime sanzioni economiche e militari. Le ambizioni italiane furono frustrate dalla mancata concessione di Fiume e della Dalmazia, per l’opposizione di Woodrow Wilson. Ne vennero i nuovi revanscismi fascista e nazista, la seconda Guerra mondiale e il definitivo affossamento del mito europeo.

Leggi di più Leggi di meno
luca Bidoli
Recensioni: 3/5

Si tratta di un buon libro, onesto, che ha il merito, di focalizzare l'attenzione del lettore su alcuni temi e punti cruciali del primo conflitto mondiale, con un'apertura significativa e, credo, doverosa, verso i nuovi o abbastanza recenti punti di ricerca su quel periodo ( le donne, i diari dei semplici testimoni, dei soldati, le retrovie, la nazione in armi, il mito del soldato ignoto, il lutto e la memoria, e così via). Quello che non mi ha convinto, non del tutto, almeno, è quel sottotitolo: storia ILLUSTRATA della grande guerra. Sì, ma dove? Nonostante la premessa iniziale, l'autore sembra voler affermare che testo e apparato iconologico si fondino in un tutt'uno o quasi, a me, sinceramente, tutto questo mi è sfuggito: le fotografie e le riproduzioni sono, a mio avviso, a volte scadenti ( vedasi p.63, illustrazione 28), non "interagiscono" affatto con il testo, ma sembrano, piuttosto, messe lì, più o meno a casaccio. Insomma, del molto prolifico Gentile, un libro che sembra "costruito" ad uso e abuso di una ricorrenza, i cent'anni dallo scoppio del conflitto, che ha prodotto, com'era logico aspettarsi, molti libri, ma poca reale sostanza ( c'era già, in anni non sospetti...).

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,25/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Emilio Gentile

1946, Bojano (CB)

Storico italiano.Allievo di Renzo De Felice.   Nella sua prima monografia, ha analizzato il ruolo della rivista La Voce nel panorama culturale e politico dell’età giolittiana (La Voce e l’età giolittiana, 1972). Successivamente si è dedicato alla nascita dell’ideologia fascista (Le origini dell’ideologia fascista, 1975) e alla figura di Mussolini (Mussolini e La Voce, 1976). Nel corso degli anni Gentile si è specializzato sul periodo del fascismo, dando alle stampe un buon numero di saggi su modernità, nazione, totalitarismi (ricordiamo almeno Il mito dello Stato nuovo, 1982, e Le religioni della politica, 2001). È stato insignito del premio Hans Sigrist dall’Università di Berna (2003) e (sulla scia del suo...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Compatibilità

Formato:

Gli eBook venduti da la Feltrinelli.it possono avere due diversi formati, ePub o PDF, e possono essere protetti da Adobe DRM. In caso di download di un file protetto da DRM si otterrà un file in formato .acs, (Adobe Content Server Message), che dovrà essere aperto tramite Adobe Digital Editions e autorizzato tramite un account Adobe, prima di poter essere letto su pc o trasferito su dispositivi compatibili.

Compatibilità:

Gli eBook venduti da la Feltrinelli.it possono avere due diversi formati, ePub o PDF, e possono essere protetti da Adobe DRM. In caso di download di un file protetto da DRM si otterrà un file in formato .acs, (Adobe Content Server Message), che dovrà essere aperto tramite Adobe Digital Editions e autorizzato tramite un account Adobe, prima di poter essere letto su pc o trasferito su dispositivi compatibili.

Cloud:

Gli eBook venduti da la Feltrinelli.it possono avere due diversi formati, ePub o PDF, e possono essere protetti da Adobe DRM. In caso di download di un file protetto da DRM si otterrà un file in formato .acs, (Adobe Content Server Message), che dovrà essere aperto tramite Adobe Digital Editions e autorizzato tramite un account Adobe, prima di poter essere letto su pc o trasferito su dispositivi compatibili.

Clicca qui per sapere come scaricare gli ebook utilizzando un pc con sistema operativo Windows

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore