Due partite

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 13 liste dei desideri

€ 7,49

€ 9,99
(-25%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 3,74 €)

Anni Sessanta. Ogni giovedì pomeriggio quattro amiche si riuniscono per giocare a carte e si raccontano amori e tradimenti, teorizzando la maternità, la vita e i problemi del matrimonio. Trent'anni dopo: le figlie si ritrovano al funerale di una delle madri. Sono le stesse bambine che, durante le partite a carte, giocavano nella stanza accanto. Come le loro madri, si confidano sogni e paure, il tempo che passa, il rapporto con il lavoro, il desiderio di maternità.
5
di 5
Totale 3
5
3
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Pasquale

    25/09/2018 21:21:55

    Do il massimo a questo film più che altro per la prima parte interpretata divinamente dalle bravissime Buy, Ferrari, Cortellesi e Massironi....la seconda parte l ho trovata un po' pesante e noiosa , avrei puntato più sulla prima parte e sulla seconda solo come finale ....allora si sarebbe stato un gran film.

  • User Icon

    Davide Deiana

    21/09/2009 10:21:55

    Uno dei migliori film italiani della stagione 2008/2009 che purtroppo non ha ottenuto nelle sale il successo che avrebbe meritato. Una commedia scritta benissimo da Cristina Comencini e recitata in maniera impeccabile a teatro, diventa un film raddoppiando il numero delle attrici, che da 4 diventano 8. "Due partite" è un bell'esempio di cinema scritto bene, recitato anche meglio, con scenografie, costumi, trucco e acconciature impeccabili. Un'analisi ora comica, ora drammatica, e sempre sincera della condizione femminile dagli anni '60 ad oggi. Le otto interpreti sono tutte all'altezza dei loro ruoli, e le giovani non sfigurano affatto davanti alle grandi. Tutte brave, ma bravissime Paola Cortellesi, Isabella Ferrari e Alba Rohrwacher. Extra buoni e immagini nitidissime. Da rivalutare assolutamente! Per gli amanti del buon cinema senza divi ed effetti speciali.

  • User Icon

    alex

    14/09/2009 11:20:31

    L'ho visto al cinema l'8 marzo scorso.. serata ideale direi, solo una donna può apprezzare questo film! Le attrici sono davvero bravissime e le storie raccontate.. vere e per questo molto toccanti..

Una commedia scritta da una donna e diretta da un uomo, dalla parte delle bambine e dell'umanità femminile

Trama
Una commedia dolce-amara sul mondo femminile. Due epoche, due modi di essere donne. Anni Sessanta: una partita a carte per stare insieme. Ogni giovedì pomeriggio quattro amiche si raccontano amori e tradimenti, teorizzando la maternità, la vita e i problemi del matrimonio. Litigano, ridono, parlano con complicità e un po' di cinismo. Trent'anni dopo: le figlie si ritrovano al funerale di una delle madri. Sono le stesse bambine che, durante le partite a carte, giocavano nella stanza accanto. Come le loro madri, si confidano sogni e paure, il tempo che passa, il rapporto con il lavoro, il desiderio di maternità. Sono passati decenni ma l'identità femminile sembra inalterata, nonostante la carriera e l'emancipazione; essere donna significa oggi come allora energia, allegria, fatica e dolore.

  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2009
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 94 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti; Francese; Inglese
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of); foto; trailers
  • Margherita Buy Cover

    "Attrice italiana. Diplomatasi presso l’Accademia d’arte drammatica, esordisce al cinema in La seconda notte (1985) di N. Bizzarri. Bionda con gli occhi azzurri, timida e in apparenza fragile, è un volto ormai consacrato del cinema d’autore italiano. È la ragazza snob in La stazione (1990) di S. Rubini, l’innamorata enigmista in La settimana della sfinge (1990) di D. Luchetti, la nevrotica farmacodipendente in Maledetto il giorno che t’ho incontrato (1992) di C. Verdone, la contestatrice in Facciamo paradiso (1995) di M. Monicelli e la suora tentata dalla maternità in Fuori dal mondo (1999) di G. Piccioni, forse il suo ruolo più convincente, che le ha portato meritati riconoscimenti. Segue il percorso artistico dei registi con cui ha iniziato la sua carriera: C. Verdone (Ma che colpa abbiamo... Approfondisci
  • Isabella Ferrari Cover

    "Nome d'arte di I. Fogliazza, attrice italiana. Il suo esordio nel cinema è nella più classica delle commedie estive, in Sapore di mare (1983) di C. Vanzina. Nello stesso anno compare in un altro film di Vanzina, Il ras del quartiere con D. Abatantuono, e Sapore di mare - Un anno dopo di B. Cortini. Dopo altre esili commedie (Domani mi sposo, 1984, di F. Massaro; Il ragazzo del Pony Express, 1986, di F. Amurri), interpreta il primo ruolo drammatico di un certo impegno e da protagonista in Appuntamento a Liverpool (1988) di M.T. Giordana, storia di una ragazza che cerca di vendicarsi dell'uomo che ha accidentalmente causato la morte di suo padre. A suo agio nelle commedie (Willi Signori e vengo da lontano, 1989, di F. Nuti) e nei drammi (Cronaca di un amore violato, 1994, di G. Battiato), ottiene... Approfondisci
  • Claudia Pandolfi Cover

    Attrice italiana. Esordisce in Le amiche del cuore (1992) per la regia di M. Placido e nel 1996 appare in La frontiera di F. Giraldi. Il suo viso acqua e sapone si fa notare con il ruolo della timida Susi nel fortunato Ovosodo (1997) di P. Virzì e, sempre nel 1997, è in Auguri professore di R. Milani. Nel 1998 comincia a recitare nella serie televisiva Un medico in famiglia, e ottiene un grande successo unendo una notevole carica sensuale a una semplicità apparente. Dopo anni di fiction tv, nel 2004 torna sul grande schermo con il ruolo dell’avvocatessa militante e sessualmente liberata in Lavorare con lentezza di G.?Chiesa, per poi interpretare, nel 2008, una donna in crisi coniugale nella commedia Amore, bugie e calcetto di L. Lucini. Approfondisci
Note legali