Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Duke Ellington. Live in '58. Jazz Icons (DVD) - DVD di Duke Ellington,Johnny Hodges,Paul Gonsalves,Harry Carney

Duke Ellington. Live in '58. Jazz Icons (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: DVD
Numero supporti: 1
Etichetta: Naxos
Data di pubblicazione: 19 settembre 2007
  • EAN: 0747313900152
Salvato in 3 liste dei desideri
Contiene la registrazione del concerto tenuto al Concertgebouw di Amsterdam nel 1958. Tracklist: Black and Tan Fantasy / Creole Love Call / The Mooch; Harlem Air Shaft; Sophisticated Lady; My Funny Valentine; Kinda Dukish / Rockin' in Rhythm; Mr. Gentle and Mr. Cool; Jack the Bear; You Better Know It; All of Me; Things Ain't What They Used to Be; Hi-Fi-Fo-Fum; Ellington Medley; Diminuendo in Blue and Crescendo in Blue.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Duke Ellington Cover

    Propr. Edward Kennedy Ellington. Pianista, compositore, direttore d'orchestra e arrangiatore statunitense di jazz. Nel 1923 costituì il complesso degli Washingtonians, che risentiva di influenze ragtime e New Orleans. Nel '26 rinnovò e ampliò l'orchestra creando, con composizioni originali, un nuovo linguaggio basato sul perfetto equilibrio strutturale tra discorso orchestrale e improvvisazione solistica. Già nei primi lavori, caratterizzati dai caldi e aggressivi timbri dello stile «jungle» (in cui emergono la tromba e il trombone con sordina, rispettivamente di Bubber Miley e Joe Tricky Sam Nanton), si delinea il gusto tipico della cultura nero-americana, che permane anche negli influssi colti occidentali, soprattutto impressionistici, degli anni '30. Nel decennio successivo (cui appartiene... Approfondisci
  • Johnny Hodges Cover

    Altosassofonista statunitense di jazz. Fu la voce solista più caratteristica dell'orchestra di Duke Ellington, con cui suonò dal 1928 fino alla morte, salvo il periodo dal 1951 al '55, quando diresse una propria orchestra. È stato uno dei maggiori solisti nella storia del jazz, dallo stile assai imitato ma inconfondibile, caratterizzato da frequenti glissando. La matrice del suo lirismo è il blues più autentico. Impiegò, talora, anche il sax soprano. Approfondisci
  • Paul Gonsalves Cover

    Sassofonista statunitense di jazz. Dopo esperienze con Count Basie e Dizzy Gillespie, è entrato nel 1950 nell'orchestra di Duke Ellington, rivelandosi finissimo solista di sassofono tenore. Approfondisci
Note legali