L' Einaudi in Europa (1943-1957)

Tommaso Munari

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 30 agosto 2016
Pagine: XIII-272 p., Brossura
  • EAN: 9788806226381
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

La storia dei libri Einaudi. Oggetti che cambiano lingua, veste, forma. Una molteplicità di figure chiave del nostro dopoguerra: traduttori, redattori, direttori di collana, perfino correttori di bozze.

Con la caduta del fascismo ma soprattutto alla fine della guerra, la casa editrice Einaudi avvia una politica di sprovincializzazione della cultura italiana che si traduce in un'attività di consolidamento delle relazioni con i paesi e gli editori europei. Se già durante gli anni dell'esilio in Svizzera Giulio Einaudi inizia a riallacciare i contatti interrotti progettando con Ernesto Rossi una collana di «Éditions européennes», è solo nel dopoguerra che riesce a stringere rapporti e contratti con case editrici come Gallimard, Albin Michel, Allen & Unwin, Lawrence & Wishart, Suhrkamp o con agenzie letterarie come la sovietica Mejdunarodnaia Kniga.

I libri che importa subiscono trasformazioni: cambiano lingua, veste, forma, si adattano al nuovo contesto. Una molteplicità di figure interviene in questo processo: traduttori, redattori, direttori di collana, perfino correttori di bozze.

Allo stesso periodo risalgono i primi tentativi di esportare la cultura italiana all'estero, come quello condotto in Inghilterra per far tradurre le Lettere dal carcere di Antonio Gramsci. Piero Sraffa, professore a Cambridge, svolge un ruolo cruciale in queste trattative. Così come è cruciale, in altre mediazioni, quello svolto dai consulenti Einaudi che i percorsi della vita hanno condotto all'estero: Giaime Pintor, ufficiale di stanza a Vichy durante la guerra; Franco Venturi, addetto culturale all'ambasciata italiana a Mosca nel 1947-50; Renato Solmi, allievo di Theodor Adorno a Francoforte nel 1956-57.

€ 23,80

€ 28,00

Risparmi € 4,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

24 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Indice

Introduzione

I. L'Einaudi in esilio
- «Éditions européennes» - «L'idolo immondo dello Stato sovrano» - La cometa e la meteora

II. Nrf, «una sigla magica»
- Einaudi e Gallimard - Cesare Pavese e Brice Parain - Elio Vittorini e Dionys Mascolo - «Il Politecnico» e «Les Temps Modernes» - Il caso Sartre

III. Collane a confronto
- Patto editoriale - «L'Évolution de l'humanité» - «Biblioteca di cultura storica»

IV. Gramsci in Inghilterra
- An Italian in England - Nel segno di Marx - In cerca di un editore - Reader's reports

V. Ponti di passaggio
- Per una collana di letteratura sovietica - Contro Il fiore del verso russo - «Ingegneri dell'anima»: Venturi a Mosca

VI. Viaggi in Germania
- A Francoforte - A Lipsia

VII. Tempo di bilanci
- La responsabilità dei lettori - La responsabilità dell'editore

Indice dei nomi