Elegia americana - Roberto Merlini,J. D. Vance - ebook

Elegia americana

J. D. Vance

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Roberto Merlini
Editore: Garzanti
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 365,96 KB
Pagine della versione a stampa: 254 p.
  • EAN: 9788811147268
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 10,99

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Il caso editoriale che ha riportato all’attenzione dell’opinione pubblica i “bianchi poveri” degli Stati Uniti, possibile bacino elettorale per Trump.»
la Lettura – Corriere della Sera

«Quest’anno non leggerete un libro più importante sull’America.»
The Economist

«La descrizione che Vance fa del mondo in cui è cresciuto è una lettura fondamentale in questo periodo storico.»
The New York Times

«Ci apre uno squarcio sul dolore e la rabbia del popolo che ha votato Trump.»
Los Angeles Times

Il libro che ha rivelato al mondo l'anima profonda dell'America

I nonni di J.D. sono sporchi, poveri e innamorati quando emigrano giovanissimi dalle regioni dei monti Appalachi verso l’Ohio nella speranza di una vita migliore. Ma quel sogno di benessere e riscatto è solo sfiorato, perché prima di diventare uomo il loro nipote lotterà a lungo con la miseria e la violenza domestica: una madre tossicodipendente, patrigni nullafacenti che si susseguono uno dopo l’altro, vicini di casa alcolisti capaci solamente di sopravvivere con i sussidi e lamentarsi del governo, in una regione in cui i tassi di disoccupazione sono sempre più alti e l’abbandono scolastico è alle stelle. Eppure quella che J.D. Vance racconta senza indulgenza ma con un amorevole orgoglio di appartenenza non è l’eccezione ma è la storia, in filigrana, di un Paese intero, di quel proletariato bianco degli Stati Uniti che nelle recenti elezioni presidenziali ha espresso la sua frustrazione portando alla vittoria Donald Trump.

Elegia americana celebra un’America silenziosa e dà voce a quella classe operaia dei bianchi degli Stati Uniti più profondi che un tempo riempiva le chiese, coltivava le terre e faceva funzionare le industrie. Quel mondo non c’è più, al suo posto solo ruggine e rabbia. E J.D. Vance diventa così il cantore, brutale e appassionato, dell’implosione di un modello, di un’idea. Di un sogno che è stato a lungo anche il nostro.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,43
di 5
Totale 7
5
4
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    a.borsa

    26/12/2020 16:07:15

    Spaccato interessante della "comunità" hillbilly, utile per chi voglia capire dinamiche, usi e approccio di una parte della società americana partendo dall'esperienza di vita dell'autore. Paga a mio parere una scrittura (non so se dovuta o meno alla traduzione) non impeccabile e non sempre scorrevole che rimane per me l'unico tallone d'Achille.

  • User Icon

    Alessia

    14/05/2020 21:50:30

    Pessimo, superficiale e scritto malamente. Tutto mi si è chiarito quando ho capito chi fosse la tutor di Yale dell’autore, una professoressa che sceglieva piacenti ragazze da mandare come assistenti ai giudici. Certo aiuta a capire certe regioni degli Usa rurali, ma molto meno di diversi documentari o i libri di Offutt visto il chiaro bias e la ritrosia dell’autore nel raccontare e scrivere decentemente.

  • User Icon

    Gian

    12/05/2020 12:45:12

    Un libro che ci fa vivere la vita degli Appalachi, un regione non troppo conosciuta ai più. Una storia di riscatto sociale, una storia che fa capire molto dell'America e di chi non vive nelle zone più note del paese. Un linguaggio che trasmette passione, difficoltà e a volte rassegnazione. Emozionante!

  • User Icon

    Carol

    12/08/2019 15:15:23

    Pur descrivendo una comunità che non potrebbe essere più lontana per storia, usi e atteggiamenti da qualsiasi comunità italiana, l'autore riesce ad interessare il lettore, dosando bene gli elementi autobiografici, le informazioni riprese da studi e statistiche e le proprie considerazioni personali. Un tassello in più per capire e comprendere meglio la mentalità e la politica americana in generale e conoscere in particolare la comunità degli Hillbilly di cui l'autore è appunto un esponente. Ma anche per rendersi conto che i personaggi che appaiono in molti film americani non sono inventati né esagerati, ma descrivono una precisa parte della popolazione statunitense. Mi hanno lasciato perplesse alcune ingenuità e altre considerazioni di Vance, ma forse proprio perché si tratta di un mondo e di un modo di vedere molto distante da quello a cui appartengo.

  • User Icon

    Marco

    22/09/2018 13:58:31

    Un storia con vari piani di lettura. C'è l'America, c'è l'Occidente, c'è la famiglia, c'è il riscatto attraverso la volontà. Un libro bello e appagante.

  • User Icon

    Marco

    18/09/2018 11:51:20

    Potente e diretto. Non è un libro solo sull'America profonda, è un libro sulla provincia più in generale, in cui io ho facilmente rivisto aspetti applicabili anche a realtà del sud Italia e a chi il sud lo ha lasciato. Anche il racconto delle dinamiche e delle vicissitudini familiari riesce a toccare punti che sono validi ovunque, e a muovere i sentimenti del lettore (almeno nel mio caso). E poi tante riflessioni, sul sistema scolastico, sul sistema assistenziale (in questo caso tipicamente americano, ma con qualche spunto più generale), sul sistema produttivo. La scrittura è lineare e snella, letto in lingua originale questo si apprezza particolarmente.

  • User Icon

    Sergio

    17/05/2017 10:15:25

    Un libro illuminante per comprendere l' America odierna. Ne saggio, ne autobiografia, ne romanzo. Tanto indefinibile nelle categorie quanto scorrevole e contemporaneamente approfondito e ben scritto. Mi limiterò ad alcune citazioni che ben ne illustrano la valenza. L ' autore analizza un saggio e scrive "aveva descritto perfettamente la situazione di casa mia ma non si riferì va agli hillbilly (abitanti bianchi) degli Appalachi ma parlava dei neri metropolitani. "Obama sembra un alieno agli abitanti degli Appalachi per ragioni che non centrano nulla con il colore della pelle". " Sua moglie (di Obama) ci dice che non dovremmo dare da mangiare ai nostri figli certe cose e noi la odiamo per questo: non perché pensiamo abbia torto, ma perché sappiamo che ha ragione. "Per molti di noi, la libera stampa -storico baluardo della democrazia americana- è semplicemente un inganno". Alla fine resta,almeno per me, un mistero come questa possa essere la nazione guida e più potente del mondo.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • J. D. Vance Cover

    J. D. Vance è cresciuto tra Middletown, in Ohio, e Jackson, in Kentucky. Arruolatosi nei Marines dopo il diploma, ha prestato servizio in Iraq. Si è laureato in legge a Yale. Ha pubblicato Elegia Americana (Garzanti, 2017) Approfondisci
Note legali