Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' emulatore - Johana Gustawsson,Cresti Stefano - ebook

L' emulatore

Johana Gustawsson

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Stefano Cresti
Editore: La Corte Editore
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,22 MB
Pagine della versione a stampa: 349 p.
  • EAN: 9788885516595
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nella foresta di Falkenberg, in Svezia, viene ritrovato il corpo di una donna a cui sono stati asportati grossi pezzi di carne all'altezza dei seni, della vita e delle cosce. Le mutilazioni sono identiche a quelle delle vittime di Richard Hemfield, il serial killer che al momento del suo arresto aveva ucciso l'ex compagno di Alexis Castells e che sta scontando la sua pena rinchiuso in un ospedale psichiatrico da ormai dieci anni. Pochi giorni dopo un'altra donna viene rapita, questa volta a Londra: si tratta della celebre attrice Julianne Bell. Un altro indizio riporta la firma di Hemfield: le scarpe della vittima vengono lasciate vicino a casa sua, in una busta di plastica, con un paio di calzini accuratamente ripiegati. Come può essere possibile? Emily e Alexis, insieme alla detective incaricata di condurre le indagini, Karla Hansen, hanno pochi giorni per riuscire a catturare il colpevole e trovare Julianne ancora viva. Un nuovo tuffo nel passato le aspetta, che le porterà a esplorare legami famigliari profondi e oscuri, fino ad affondare le radici della ricerca della verità nella Londra del 1888, a Whitechapel, sulle tracce e nei vicoli solcati da Jack Lo Squartatore.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 3
5
1
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Datemidaleggere

    11/03/2021 15:08:24

    ➡ Cosa mi è piaciuto: ⏰ I salti temporali e i capitoli brevi rendono la lettura scorrevole, piacevole e "dinamica". 😨 Nulla è lasciato al caso. Tutto acquisirà un senso nel finale (che definirei perfetto!) 🍴 La "ricettina" presente nelle prime pagine vi anticipa anche un altro argomento presente nel libro (fan di Hannibal a rapporto!). 😍 La Gustawsson mi aveva già convinto con "Block 46", con "L' Emulatore" si conferma un'ottima autrice di thriller. ⠀ ➡ Cosa non mi è piaciuto: 👥 Non è una vera propria critica perché è un mio problema ma ho sempre difficoltà a leggere romanzi dove ci sono tanti personaggi, la mia memoria fa brutti scherzi e spesso scordo i loro nomi 😑. Per questo motivo, a volte, dovevo interrompere la lettura di questo libro e fare mente locale.

  • User Icon

    andrea

    02/07/2020 13:20:49

    5 stelle per l'idea e la storia, 1 stella per l'incredibile confusione dello svolgersi della trama. Peccato

  • User Icon

    Sara

    11/03/2019 19:55:24

    L’emulatore è un libro leggibilissimo e godibilissimo. La trama cattura il lettore fin dalle prime battute, con il ritrovamento del cadavere di una giovane donna nella foresta di Falkenbeg (Svezia) a cui sono stati asportati pezzi di carne, nello specifico: seni, cosce e glutei. Si tratta di mutilazioni già riscontrate nelle vittime di un altro serial killer, l’inglese Richard Hemsfield, ormai in prigione per i suoi crimini, tra i quali l’assassinio dell’ex compagno di Alexis Castells che non può credere di rivivere l’incubo peggiore del suo passato, perché le indagini incrociate tra Scotland Yard e il commissariato di polizia svedese sembrano incagliate davanti a un bivio: o Richard Hamsfield non è il serial killer di Tower Hamlet o in giro c’è un emulatore. Anzi, più di uno, visto che i crimini si susseguono a latitudini e longitudini incrociate, tra Svezia e Gran Bretagna, finendo per coinvolgere anche la famosa attrice Julianne Bell, misteriosamente rapita a Londra pochi giorni dopo, con lo stesso modus operandi delle altre vittime: scarpe lasciate vicino casa chiuse in una busta di plastica con un paio di calzini accuratamente ripiegati all’interno. E a Emily Roy basta davvero poco per rendersi conto che sono tutti pezzi di uno stesso puzzle rimettendo insieme i quali non solo sarà, forse, possibile, ricostruire una storia che affonda le sue radici ai tempi di Jack lo Squartatore, ma anche, ciò che più conta, salvare la vita di Julianne.

Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali
Chiudi