Categorie

Gabriele Amorth

Editore: EDB
Collana: Fede e vita
Anno edizione: 1996
Pagine: 232 p. , Brossura
  • EAN: 9788810521045

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea Pasotti

    03/06/2015 15.54.12

    Giusto per rispondere a Max: è vero, non esiste il Diavolo come Princìpio del Male perpetuamente contrapposto a Dio, il che è assurdo per vari motivi; ma esistono i cosiddetti "baronti", cioè entità spirituali astrali basse, inevolute, che trovano luogo (per oggettivizzazione astrale del loro proprio mentale) in realtà astrali altrettanto basse ed inevolute, che si potrebbero pure definire, volendolo, "infernali" (ma non sono certo dei soggiorni eterni per i "baronti", che andranno incontro alla luce evolutiva, prima o poi, come qualunque altro spirito), i quali "baronti", per malevolenza dovuta fondamentalmente ad ignoranza, possono anche nuocere agli umani, in casi particolari di mancanza di protezioni superiori, o personalità particolarmente fragili, o anche, perché no, eventi karmici preordinati, o che comunque "dall'alto" si lasciano avvenire, perché sarà comunque infine esperienza evolutiva anche quella. Ma come si discrimina una situazione del genere rispetto ad un disturbo mentale? C'è un solo elemento veramente discriminante: i fenomeni paranormali correlati (e qui si evidenzia la chiara mancanza di una terza figura: quella del parapsicologo). Quindi o si parla di questo, oppure un libro su quest'argomento è destinato, purtroppo, a non mettere in campo nulla di significativo. E, conoscendo Padre Amorth e suoi precedenti scritti, dubito che abbia còlto l'importanza di quest'impostazione, che sarebbe però alquanto auspicabile almeno per i testi a venire, in argomento.

  • User Icon

    MAX

    17/03/2010 01.14.30

    uno pichiatra serio non può che negare l'esistenza del diavolo. la storia della filosofia occidentale e orientale, quando parlava di metafisica ha sempre negato l'esistenza del diavolo tranne i filosofi cattolici. dio è sempre stato visto come l'essere in quanto essere, l'essenza delle cose esistenti e dell'uomo. l'india che è la culla della spiritualità, concepsce dio come essenza spirituale dell'uomo e del mondo e sostiene l'onnipervadenza e l'onniscenza di dio, invitando l'uomo ad una ricerca interiore che lo mette a contatto con la sua anima o se interiore (dio).addirtura oggi alcuni studiosi dicono che sarà la fisica quantistica a dimostrare l'esistenza di dio. la storia del pensiero umano ha fatto passi da gigante, e qualche prete vive ancora di storielline fantasiose e inutili da raccontare alla gente oltretutto improduttive e dannose x la ricerca spirituale. quei preti dovrebbero parlare più di dio e meno del diavolo dalla spritualita indiana, buddista e musulmana ha attinto anche gesu

Scrivi una recensione