Categorie

Emanuele Severino

Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Edizione: 2
Anno edizione: 1995
Formato: Tascabile
Pagine: 442 p. , Brossura
  • EAN: 9788845911095

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    stefano

    09/06/2016 04.44.49

    Per iniziare Severino

  • User Icon

    roberto

    21/12/2011 16.59.05

    Forse il libro di Severino più appassionante di tutti. Una serie di testi scritti in anni diversi che mostrano in modo analitico una accezione del nichilismo quale mai finora era stata pensata. Soprattutto in Ritornare a Parmenide e Poscritto. Naturalmwente il testo, pur chiaro ed accessibile, non è per tutte le menti, come ad esempio quella di chi ritiene la filosofia severinina una "superstizione ontologica", arrivando addirittura a confonderla con la logica! Quando non si capisce, si sa, si cerca di denigrare e di intorbidire le acque, onde così far vedere che poca cosa sia la filosofia di Severino, ma in realtà riuscendo soltanto a render noto che poca cosa sia la mente di chi non capisce... Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Alberto

    12/04/2011 21.02.33

    Severino è il più grande. Il più grande dei superstiziosi. Non ha capito ancora che la logica non è la VERITA' nè si può arrivare a cogliere la REALTA' con essa. Davvero un ingenuo che, per la sua grande erudizione e la scimmiottatura heidegerriana, sembra profondo.Spesso fa breccia proprio tra chi non ha studiato davvero filosofia, di solito sono quelli che si lasciano abbagliare dalle grandi parole e dalle necessità logiche senza saperle pensare davvero.

  • User Icon

    Niccolò

    09/02/2010 22.01.48

    Libro imprescindibile per chi voglia conoscere il discorso filosofico di Severino. Il saggio che apre l'opera ("Ritornare a Parmenide") è stato al centro di un lungo dibattito all'interno della filosofia italiana, soprattutto di matrice cattolica che ha avuto il suo apice nella controversia Severino - Bontadini (suo maestro). I problemi contenuti in quest'opera (raccolta di saggi che vanno dal 1963 al 1971, con un'aggiunta del 1980) sono soprattutto due: uno riguarda il senso che secondo Severino deve essere dato al termine "nichlismo"; l'altro riguarda una chiarificazione di quelli che sono stati i grandissimi meriti (ma anche i demeriti) dell'opera maggiore di Severino: "La struttura originaria" (la quale indica in modo concreto il senso dell'essere, ma rimane ancora per un tratto legata al 'nichilismo'; cioè alla Follia). La "Parte Terza" è interamente dedicata alle risposte che Severino ha dato a molti suoi critici del mondo cattolico (Severino, professore all'Università Cattolica, venne allontanato dalla Chiesa nel 1970 a causa della sua incompatibilità con il Cristianesimo) e non. Alcuni problemi messi a fuoco ne "La struttura originaria" iniziano a ricevere qui il senso che è loro proprio...

  • User Icon

    Platinum

    13/05/2005 19.17.20

    Il libro è molto interessante nella sua interpretazione del pensiero occidentale e del Cristianesimo. E' anche sicuramente un testo di indubbio spessore teoretico (evidentemente il recensore dell'1/5 non ha neanche preso in mano il libro in questione, perché del parricidio di Platone se ne discute abbondantemente... e direi che Severino riesce bene nell'intento di dimostrarne l'inadeguatezza). Però le conseguenze che vengono sviluppate dall'autore fanno capire che c'è qualcosa che non va, e in certi punti in effetti la prosa di Severino diventa nebulosa e sofistica (soprattutto quando comincia con le sue disquisizioni sull'apparire dell'apparire e in generale nei suoi tentativi di spiegare il divenire dell'apparire). Diciamo che è un opera importante per i problemi che evidenzia, ma non per i tentativi di soluzione.

  • User Icon

    Stefano P.

    21/03/2005 17.26.43

    Un'analisi acuta ed audace che ci porta alle radici della civiltà occidentale attraverso parole ridestate nel loro significato autentico. La civiltà dell'Occidente è presentata come colpevole della dimenticanza del senso dell'essere intravisto da Parmenide e successivamente fatto tacere da Platone fino al nostro tempo; tempo in cui il dominio scientifico-tecnologico porta alle estreme conseguenze quella alienazione essenziale che consiste nella fede che ci sia un tempo in cui l'essere non è.

  • User Icon

    46_2

    23/11/2004 18.38.26

    forse è il caso che tu rilegga il libro. non si nega il parricidio di Platone, si cerca semplicemente di indirizzare la svolta in un'altra direzione...fai sogni d'oro...

  • User Icon

    Vittorio Tauber

    19/10/2004 00.56.58

    Delirante. Parmenide è stato confutato da Platone in maniera definitiva, ma a Brescia, duemilatrecento anni dopo, qualcuno ancora non lo sapeva. Severino non è controintuitivo, è semplicemente sofistico. Analogamente, un alchimista potrebbe dare degli illusi ai chimici, un creazionista ai darwiniani, un negazionista agli storici dell'olocausto. Se non si condivide il minimo assunto di ciò che è filosofia, non si può poi denunciare i filosofi.

  • User Icon

    eugenio ferrero

    10/02/2004 17.07.42

    Il saggio più profondo e anche più chiaro di questo Filosofo che non ha pari nel panorama europeo. Si capisce l'essenza del problema ontologico come mai si era capita prima e si coglie la radice di tutta la filosofia, dalle sue origini presocratiche agli esiti nietzschiani e heideggeriani. Si esce da questa lettura diversi, più consapevoli dell'abisso che il pensiero ha spalancato attraverso la follia dell'identificazione dell'Essere e del Nulla.

  • User Icon

    Stefano

    27/12/2003 14.32.50

    Un eccezionale contributo al sapere filosofico, capace di aprire le porte all'eternità del tutto. Richiede almeno una minima preparazione logica e filosofica.

  • User Icon

    Paolo Bonafini

    20/10/2001 00.33.17

    Essenza del nichilismo, insieme a La Struttura Originaria, costituisce l'opera fondamentale del filosofo bresciano e, senza dubbio, una dei piu' intensi e importanti scritti della filosofia contemporanea. Una lettura indispensabile per chi ami la conoscenza.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione