Estetica. Il manoscritto della «Bibliothèque Victor Cousin»

Friedrich Hegel

Curatore: D. Giugliano
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 7 novembre 2017
Pagine: XXXVII-122 p., Brossura
  • EAN: 9788806225452
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

La trascrizione di un corso di estetica di Hegel: non solo un modo semplice e diretto per avvicinarsi al pensiero estetico del grande filosofo tedesco, ma anche la possibilità di scoprire alcune sue considerazioni inedite.

Si può senz'altro affermare, riprendendo autorevoli giudizi, che ancora oggi l'Estetica di Hegel costituisce la riflessione piú profonda e completa che l'Occidente abbia prodotto sul fenomeno dell'arte. Si tratta, però, di un capolavoro incompiuto. Il filosofo svevo, infatti, non riuscí a portare a termine il disegno di un'opera di filosofia dell'arte, a cui pure lavorava, come attestano i suoi corsi universitari, fin dal 1818. Sarà uno dei suoi allievi, Heinrich Gustav Hotho, a pubblicare postuma l'Estetica hegeliana. Il testo che qui si offre al pubblico italiano, decisamente piú agile rispetto all'opera maggiore, è la traduzione di un quaderno di appunti di un corso completo di estetica tenuto da Hegel a Berlino nel 1822-23, e ritrovato tra le carte del filosofo e storico della filosofia francese Victor Cousin. Il suo carattere compendiato, ma, allo stesso tempo, puntuale e rigoroso nel restituirci la riflessione del grande filosofo nel vivo del suo prodursi, fa di questa nuova, «piccola» Esteticaun'importante fonte per gli studiosi di filosofia e teoria dell'arte, e per quanti desiderano avvicinarsi per la prima volta alle idee estetiche di Hegel.

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
Indice

Introduzione, di Dario Giugliano

Introduzione
I. Rappresentazioni ordinarie che ci si fa dell'arte
II. Rappresentazioni generali dell'arte
Le opere d'arte sono fatte dagli uomini - Le opere d'arte sono per ilo senso dell'uomo, e d'una materia sensibile - Lo scopo finale dell'opera d'arte
III. L'arte considerata in sé stessa
Divisione del tutto

Parte generale

Sezione prima. L'idea del Bello

I. Concetto astratto del Bello in generale
II. Del Bello dell'arte (ideale)
III. L'espressione dell'ideale nei diversi rapporti della sua esistenza
Stato generale del mondo esterno necessario affinché l'ideale si mostri - Della situazione - Reazione dell'uomo contro la situazione - Rapporto dell'ideale al mondo puramente esteriore - Rapporto dell'opera d'arte a noi

Sezione seconda. Forma generali dell'arte

I. L'arte simbolica
Simbolo propriamente detto - La rappresentazione generale collocata astrattamente senza figura sensibile - Il simbolo, dove la significazione è posta espressamente
II. L'arte classica
L'arte romantica
La sfera religiosa dell'arte romantica - La sfera mondana, la cavalleria

Parte speciale. Diverse specie d'arte

Sezione prima. Arti plastiche

I. L'architettura
L'architettura che è per sé - L'architettura classica - L'architettura gotica
II. La scultura
La scultura egiziana - La scultura classica
III. La pittura

Sezione seconda. La musica

Sezione terza. La poesia

I. Concetto della poesia
La poesia epica - La poesia lirica - la poesia drammatica
Indice degli autori
Indice delle cose notevoli