La fabbrica del consenso. La politica e i mass media - Noam Chomsky,Edward S. Herman - copertina

La fabbrica del consenso. La politica e i mass media

Noam Chomsky,Edward S. Herman

Scrivi una recensione
Editore: Il Saggiatore
Collana: Saggi. Tascabili
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 512 p., Brossura
  • EAN: 9788856504231

12° nella classifica Bestseller di IBS LibriEconomia e diritto - Industria e studi industriali - Industrie dei media e dell'informazione - Stampa e giornalismo

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 13,60

€ 16,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 16,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In un paese democratico l'indipendenza e la libertà di espressione dovrebbero essere le qualità portanti dei giornali e di tutti i media. La realtà è però un'altra: sono le forza politiche ed economiche a decidere quali notizie dovranno raggiungere il pubblico, e in che modo. Noam Chomsky e Edward S. Herman svelano come, grazie alla manipolazione delle notizie, l'opinione pubblica viene spinta a sostenere determinati interessi e punti di vista. "La fabbrica del consenso" offre un'analisi precisa su quanto siano veramente strumentalizzati i media e fornisce la chiave per interpretarne i messaggi.
4
di 5
Totale 3
5
1
4
1
3
1
2
0
1
0
  • User Icon

    Concetto

    22/09/2018 14:17:24

    Questo lavoro è prevalentemente incentrato sull'analisi di notizie di politica americana apparse in diverse testate di quel paese. Ma la meccanica tramite cui avviene la fabbricazione del consenso è la medesima in ogni paese dell'emisfero occidentale, e i vari meccanismi che soggiaciono a tale pratica, con le loro motivazioni, vengono enucleati in maniera impeccabile da Noam Chomsky. Ha sempre un effetto liberatorio leggere i libri di questo autore.

  • User Icon

    n.d.

    09/02/2018 21:28:24

    Un testo fondamentale. La datazione (1998), invece di renderlo eccessivamente datato, ne esalta il carattere storico e conferma la correttezza delle valutazioni espresse. Chomsky (non solo questo titolo) dovrebbe essere compreso tra i libri di testo sin dalle scuole secondarie.

  • User Icon

    Marco

    18/01/2015 15:49:02

    Vale la pena leggerlo per le prime 100 pagine, poi diventa noioso ad eccezione di alcune piccole parentesi su fatti a noi più "vicini".

  • Noam Chomsky Cover

    Linguista, scienziato, filosofo e teorico della comunicazione statunitense. È riconosciuto come il fondadore della grammatica generativo-trasformazionale. Chomsky, in polemica con gli assunti dell’empirismo e del comportamentismo, si è richiamato al programma razionalistico di una grammatica universale, e ha posto l’accento sul problema della «competenza» linguistica, cioè del meccanismo che ci permette di produrre e di riconoscere nuove frasi corrette in una lingua. Ha influenzato anche gli studi di psicologia, logica e matematica.Chomsky ha affiancato gli studi linguistici a un forte impegno sociale, ponendosi come uno dei più rappresentativi intellettuali, pensatori e attivisti della sinistra radicale americana.Le principali pubblicazioni... Approfondisci
Note legali